QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lo statunitense Talansky spunta tra Contador e Froome e vince il Giro del Delfinato

domenica, 15 giugno 2014

Courchevel –  Lo statunitense della Garmin-Sharp, Andrew Talansky, vince a sorpresa il Giro del Delfinato, la corsa a tappe, che è il preludio al Tour de france che scatterà il prossimo 4 luglio. Dopo i colpi di scena delle ultime due tappe con Contador che ha sfilato la maglia gialla a Froome, ecco spuntare un altro americano che vince l’edizione 2014 del Delfinato.  

L’ultima tappa Megeve-Couchevel si infiammGiro Delfinato1a fin dalle prime battute e nella sfida Contador-Froome spunta Talansky, statunitense, 26 anni (Nella foto Talansky tra Contador e Van Den Broeck).

In classifica generale l’americano Andrew Talansky (Garmin-Sharp), che conclude al quarto posto l’ottava e ultima frazione, la Megeve-Courchevel di 130,5 chilometri, con un ritardo di 9″ dallo spagnolo Mikel Nieve Ituralde, primo davanti al francese Romain Bardet (Ag2r-La Mondiale) e al britannico Adam Yates (Orica-GreenEdge), rispettivamente secondo e terzo a 3″ e 5″. Nella giornata della crisi di Christopher Froome (Sky), Talansky è  ha resistito alla grande azione di Alberto Contador (Tinkoff-Saxo),  terzo  Jurgen Van Den Broeck (Lotto Belisol). Contador ha fatto di tutto per mantenere la maglia gialla senza pero’ riuscirvi. Il campione spagnolo alla fine si piazza decimo, a 1’15″ da Nieve, chiudendo secondo nella generale a 27″ da Talansky; il migliore degli italiani, in classifica, è Vincenzo Nibali (Astana), settimo a 2’12″ ma ha dimostrato di non essere in forma e ciò preoccupa a meno di tre settimane dal Tour de France.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136