QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Lega Pro, Girone A: il FeralpiSalò travolge 4-1 il Sudtirol, esonerato Rastelli. TABELLINO

domenica, 9 novembre 2014

Salò – Sette minuti di ordinaria follia: tanti ne sono trascorsi dal minuto 67 al 74, durante i quali l’Fc Südtirol ha incassato tre reti in rapida successione dopo che il “solito” Fischnaller aveva rimediato con un delizioso tocco in diagonale allo svantaggio maturato in apertura di match. La pesante sconfitta maturata in terra bresciana ha indotto la dirigenza a sollevare Claudio Rastelli dall’incarico di responsabile tecnico della prima squadra. Domani sarà il l’allenatore in seconda Alberto Nabiuzzi a guidare la seduta giornaliera in attesa che venga ufficializzato il nome del sostituto di Rastelli.

CRONACA
L’Fc Südtirol non vince da cinque turni (esattamente dal 28 settembre: 2 a 0 alla Pro Patria) e cerca riscatto al “Lino Turina” per rilanciare le proprie ambizioni in classifica. Per l’occasione il tecnico biancorosso Claudio Rastelli, il grande ex di turno (fu lui a guidare il Feralpisalò alla promozione in Prima Divisione Lega Pro nel 2011), ha a disposizione tutta la rosa e opera alcuni cambi rispetto all’undici visto la scorsa settimana nel match casalingo (pareggiato) disputato contro l’Albinoleffe. In casa la compagine bresciana è una vera e propria “macchina da guerra, visto che sin qui ha conquistato 4 vittorie su 5 incontri (una sola sconfitta, contro il Como) disputati davanti al pubblico amico.

Rastelli non può disporre dei febbricitanti Martin e Marras e si affida a Melgrati tra i pali, mentre la linea difensiva è composta da Mladen e Ientile sulle corsie esterne, mentre la coppia centrale è quella ormai consolidata con Tagliani a fianco di capitan Kiem. In mezzo al campo tocca a Bertoni dettare i tempi con Furlan e Branca preferiti a Fink e Mazzitelli. In avanti Lendric è il terminale centrale del tridente offensivo con Campo a destra e il bomber Fischnaller (6 reti al proprio attivo in campionato, addirittura 8 se si considera anche la Tim Cup) a sinistra.

Il match inizia come peggio non potrebbe per i biancorossi che, dopo nemmeno due minuti, vanno sotto: Bracaletti pesca in verticale Zerbo, che parte in posizione dubbia, converge da sinistra e poi tocca all’indietro rasoterra per l’accorrente Fabris che brucia tutti e con una perfetta conclusione sul palo lungo porta avanti il Feralpisalò.

L’Fc Südtirol accusa il colpo e al 5′ Bracaletti spara un gran tiro dal limite dell’area che Melgrati respinge con bravura. Lentamente la squadra di Rastelli prende le misure agli avversari, guadagna campo e comincia a farsi vedere dalle parti di Branduani al minuto 17: Fischnaller si libera al limite dell’area e cerca la conclusione in diagonale con Carboni che in scivolata mura il tiro del bomber biancorosso. L’azione prosegue con Fischnaller che crossa da destra ma Leonarduzzi allontana. Trascorrono centoventi secondi e, sugli sviluppi del terzo corner di fila, la palla arriva al limite dell’area sui piedi di Bertoni che non ci pensa su due volte: gran destro e palla che si perde a lato, ma non di molto, del palo alla destra di Branduani. I biancorossi sono padroni del campo in questa fase e al 21′ hanno una super occasione per pareggiare: Campo pesca Branca a sinistra e il numero dieci biancorosso entra in area tutto solo da sinistra ma indugia troppo al momento di concludere e suo tiro viene poi rimpallato in scivolata da Tantardini.

Poi torna a spingere la squadra di casa che, a cavallo del 24′, sfiora per due volte il raddoppio: Bracaletti sfonda a destra e poi serve con il contagiri in mezzo all’area Zerbo, contrastato al momento della battuta da Tagliani che, con una scivolata “miracolosa”, devia la sfera in corner. Sugli sviluppi del corner Kiem e compagni corrono un altro rischio incredibile: incornata di Leonarduzzi dal limite dell’area piccola e strepitoso salvataggio sulla linea di porta di Furlan.

Melgrati è nuovamente attento sul tiro di Romero al minuto 32 con l’Fc Südtirol che risponde al 38′ con una botta da fuori area di Furlan che però non trova la porta. Meno di un minuto più tardi i biancorossi avrebbero la palla del pareggio: Furlan apre ottimamente a sinistra per Branca che guadagna il fondo e poi serve all’indietro l’accorrente Campo che incrocia la conclusione ma il suo diagonale si perde a lato di un nonnulla.

In chiusura di primo tempo, però, i padroni di casa vanno ancora vicinissimi al raddoppio: Romero scappa a destra e poi crossa rasoterra a centroarea per Zerbo che, tutto solo, calcia incredibilmente a lato da non più di dieci metri.

La ripresa si apre con Chinellato in campo al posto dell’evanescente Lendric (al 34′ Petermann era entrato per Bertoni), ma è il Feralpisalò a spingere sull’acceleratore. Dopo nemmeno due minuti Kiem deve intervenire alla disperata su Bracaletti e, un “amen” più tardi, Melgrati è superlativo nell’uscita su Bracaletti, dopo un’iniziativa di Zerbo, contrastato in maniera efficace nella circostanza da Ientile. L’Fc Südtirol è non pervenuto in questa fase e i bresciani spingono senza soluzione di continuit: al 55′ il colpo di testa di Bracaletti sfiora la traversa e, due minuti dopo, Mladen s’immola per la causa e respinge con il corpo il tiro a botta sicura di Zerbo.

La squadra di Rastelli sembra alle corde ma, nel momento più difficile, ecco la “magia” di Fischnaller, sempre più leader: lungo lancio dalle retrovie di Tagliani per il bomber biancorosso che scappa sul filo dell’offside, controlla e poi batte Branduani con un dosatissimo tocco in diagonale.

La parità resiste però solamente cinque minuti perché al 67′ il Feralpisalà torna in vantaggio: Bracaletti pesca in profondità sulla destra Fabris che vince il corpo a corpo con Cia, arriva a tu per tu con Melgrati e lo batte con un dosatissimo rasoterra.
Gli altoatesini accusano il colpo e al 70′ il match si chiude: Melgrati sbaglia il rinvio e serve inavvertitamente Gulin che poi crossa a centroarea dove Bracaletti è puntuale nella deviazione vincente. Quattro minuti dopo la squadra di Scienza cala pure il poker con Romero che buca centralmente la difesa e poi insacca con un rasoterra. Game over: l’ultimo quarto d’ora è pura accademia per i padroni di casa che condannano l’Fc Südtirol ad una sconfitta pesantissima.

TABELLINO
FERALPISALO’ – FC SÜDTIROL 4-1 (1-0)
Feralpisalò (4-3-3): Branduani; Tantardini, Carboni, Leonarduzzi, Belfasti; Fabris, Pinardi (85. Codromaz), Bracaletti; Zerbo (65. Gulin), Romero, Cittadino (53. Cavion). A disposizione: Proietti, Broli, Di Benedetto, Abbruscato. Allenatore: Giuseppe Scienza.

FC Südtirol (4-3-3): Melgrati; Mladen, Kiem, Tagliani, Ientile; Furlan, Bertoni (34. Petermann), Branca; Campo (61. Cia), Lendric (46. Chinellato), Fischnaller. A disposizione: Miori, Brugger, Mazzitelli, Fink. Allenatore: Claudio Rastelli.

Arbitro: Andrea Giuseppe Zanonato di Vicenza (Luca Bianchini di Cesena e Ruben Liberato Angotti di Lamezia Terme).
Reti: 2. Fabris (1-0); 62. Fischnaller (1-1); 67. Fabris (2-1); 70. Bracaletti (3-1); 74. Romero (4-1).
Note: campo in perfette condizioni. Spettatori 400 circa. Ammoniti Tantardini (F), Bertoni (FCS), Petermann (FCS) e Branca (FCS) per gioco scorretto. Recupero 1′ + 2′.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136