QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La valtellinese Arianna Fontana portabandiera alle Olimpiadi Invernali

mercoledì, 25 ottobre 2017

Berbenno - L’atleta valtellinese Arianna Fontana designata dal Coni portabandiera alle prossime Olimpiadi invernali, in programma a Pyeong Chang nel 2018. La campionessa di short track ha ricevuto l’importante investitura dal presidente del Coni Giovanni Malagò (nella foto).

Nella sua carriera sportiva l’atleta valtellinese ha vinto 5 medaglie olimpiche ed è la più giovane medagliata olimpica nella storia dei Giochi invernali: bronzo a Vancouver 2010 nei 500 m e tre volte sul podio a Sochi 2014; argento nei 500; bronzo nei 1500 e nella staffetta. Arianna Fontana è la prima portabandiera dello short track nella storia tricolore, la settima donna di sempre, la seconda lombarda, dopo Deborah Compagnoni, e anche la seconda atleta della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio, dopo Carolina Kostner. La scelta del Coni ha trovato tutti d’accordo e rende merito agli straordinari successi sportivi di Arianna che è stata anche complimentata dal comandante generale delle Fiamme Gialle, Giorgio Toschi.arianna fontana  foto di ferdinando mezzelani gmt00393932005777

Intanto si accende il sogno olimpico di PyeongChang 2018. Come da tradizione, anche per la XXIII edizione dei Giochi, Olympia ha ospitato la cerimonia di accensione della fiaccola che illuminerà la Corea del Sud dal 9 al 25 febbraio. La torcia è stata accesa nell’Heraion direttamente dai raggi solari, alla presenza del presidente della Repubblica Prokopios Pavlopoulos, il presidente del CIO, Thomas Bach, il presidente del Comitato Organizzatore di PyeongChang 2018, Lee Hee-beom, il presidente del Comitato Olimpico della Corea del Sud, Kee-Heung Lee, la sessione plenaria del Comitato Olimpico greco guidato dal Presidente Spyros Capralos e i presidenti dei Comitati Olimpici dei Paesi che ospiteranno le prossime edizioni delle Olimpiadi: Tsunekazu Takeda (Giappone), Zaiqing Yu (Cina), Denis Masseglia (Francia) e Lawrence F. Probst III (USA).

Scelto come primo tedoforo di questi Giochi Olimpici Invernali il 24enne biatleta greco Apostolos Angelis, già sicuro del pass per l’Olimpiade coreana, che ha poi passato la fiamma all’ex calciatore sudcoreano Park Ji-Sung. Il simbolo dell’olimpismo arriverà ad Atene il 30 ottobre. In mezzo 36 cerimonie di benvenuto tenute nell’arco di otto giorni in 20 municipalità, grazie all’impiego di 505 tedofori. E dopo un viaggio di 2018 km con diversi mezzi di trasporto, dall’aereo alla bici, varcherà la soglia dello Stadio Olimpico di PyeongChang il 9 febbraio, giorno della cerimonia di apertura, portando con sé un simbolico messaggio di pace.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136