QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

La bresciana Elena Fanchini terza nella discesa di Beaver Creek

venerdì, 29 novembre 2013

Beaver Creek – Prima discesa della stagione di Coppa del mondo a Beaver Creek e primo podio per le ragazze jet azzurre con Elena Fanchini eccellente terza in 1.42.24. Dopo aver dominato le prove cronometrate, ha vinto come previsto la svizzera Lara Gut in 1.41.26, quinta vittoria in carriera e secondo successo stagionale. Dopo la vittoria nel gigante di esordio a Soelden, la bionda Lara è nettamente in testa alla classifica generale.  Il secondo posto è andato a Tina Weirather, del Liechtenstein, con 1.41.73.

LE PROMESSE

Le azzurre più attese erano Sofia Goggia e Francesca Marsaglia, le migliori nelle prove, ma in gara una finisce fuori dalle prime trenta, l’Elena Fanchinialtra va a punti con il 27° posto. Le altre:  Merighetti (22esima) e Nadia Fanchina (25esima). Invece Elena Fanchini, 28 anni si riprende la scena come ai Mondiali 2005. Partita con il pettorale 3 Elena fa una gara perfetta sui 2.530 metri della difficile pista Raptor. Una pista appositamente tracciata per i Mondiali che nel 2015 saranno ospitati a Beaver Creek/Vail e che ha preso il nome dai resti fossili di un animale prestorico ritrovati su questo fronte delle Montagne rocciose e centra il terzo posto. Un podio che fa ben sperare per il futuro della stagione: in carriera ha una sola vittoria nel 2006 in discesa a Lake Louise oltre all’argento conquistato nel 2005 ai Mondiali di Bormio. Soddisfatta del podio, Elena pensa a una stagione che la possa rilanciare come ai bei tempi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136