QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giro d’Italia, 18a tappa: Gilbert torna fenomeno per un giorno, Contador guadagna un altro minuto

giovedì, 28 maggio 2015

Verbania – Il corridore belga Philippe Gilbert (BMC RACING TEAM) ha vinto in solitaria la diciottesima tappa del Giro d’Italia, tappa in linea da Melide a Verbania (170km). Alberto Contador (TINKOFF SAXO) consolida con un attacco da lontano la Maglia Rosa di leader della classifica generale. gilbert

Ordine d’arrivo

1 – Philippe Gilbert (BMC RACING TEAM) in 4h04’14”, media 41,763 km/h
2 – Francesco Manuel Bongiorno (BARDIANI CSF) a 47″
3 – Sylvain Chavanel (IAM CYCLING) a 1’01″

MAGLIE
MAGLIA ROSA – BALOCCO – Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
MAGLIA ROSSA – ALGIDA – Giacomo Nizzolo (TREK FACTORY RACING)
MAGLIA AZZURRA – BANCA MEDIOLANUM – Steven Kruijswijk (TEAM LOTTO NL – JUMBO)
MAGLIA BIANCA – EUROSPIN – Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM)

CLASSIFICA GENERALE (PRIMI CINQUE)
1 – Alberto Contador (TINKOFF SAXO)
2 – Mikel Landa (ASTANA PRO TEAM) a 5’15”
3 – Fabio Aru (ASTANA PRO TEAM) a 6’05”
4 – Andrey Amador (MOVISTAR TEAM) a 7’01”
5 – Yury Trofimov (TEAM KATUSHA) a 9’40”

Il vincitore di tappa, Philippe Gilbert, ha detto:
[Guardando lo schermo TV dietro il podio] È la prima volta che vedo in TV da dietro il traguardo il leader di una corsa da quando gareggio. Sono molto contento per questa seconda vittoria di tappa. Abbiamo corso alla grande con Amael Moinard, il mio compagno di squadra in fuga. Abbiamo lavorato insieme. Lui è stato con i migliori scalatori del gruppetto mentre io ho proseguito al mio ritmo. Quando ho attraversato il GPM con 40 secondi di distacco sapevo che sarei potuto rientrare.

La Maglia Rosa, Alberto Contador, ha detto:
La tappa di oggi è andata diversamente da ciò che è successo sul Mortirolo. Prima della salita la mia squadra stava lavorando forte in testa al gruppo perché sapevamo che dovevamo essere davanti all’attacco della salita per evitare problemi. A quel punto Landa è rimasto attardato per la prima volta in questa corsa. Sono molto felice di aver guadagnato tempo in classifica generale. Sono stanco perché dopo l’ultima salita è stata una prova a cronometro, ma ogni giorno qui è difficile. Vedremo cosa accadrà domani e il giorno seguente.

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa n. 19 – GRAVELLONA TOCE – CERVINIA – 236km
Percorso
Tappone alpino. Propone quasi 4.800m di dislivello quasi interamente concentrati negli ultimi 100km dove si scalano tre salite di quasi 20km ciascuna. Lungo avvicinamento lungo le prealpi piemontesi attraverso le zone di Borgomanero e Biella per poi entrare in Val d’Aosta, dove sono posti gli ultimi 150km della tappa che conta 236km. Si scalano il St. Barthélemy (20km al 5,6%), il più duro St. Pantaléon (16,5km al 7,2%) e infine la salita di Cervinia di 19km al 5%.

Ultimi km
Tutti in ascesa. Il tratto più ripido si affronta poco prima e durante l’attraversamento del capoluogo comunale di Valtournenche. Ai 3km la salita comincia a addolcirsi e dopo i 2.000m la pendenza media è del 1,4%. Rettilineo di arrivo di 450m, largo 7m al 4% su asfalto. Da segnalare negli ultimi 6km la presenza di due gallerie illuminate.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136