QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Gara 3 premia la tenacia della Trentino Volley: 3-2 su Perugia, due anni dopo è di nuovo Finale Play Off SuperLega UnipolSai

venerdì, 1 maggio 2015

Trento – La terza e decisiva gara di spareggio della serie di semifinale promuove la Diatec Trentino, che dà appuntamento ai suoi tifosi e a Modena (già certa della sua presenza) a gara 1 di finale per domenica 3 maggio (ore 18.15) al PalaTrento.Birarelli e Solé grandi protagonisti

Proprio sfruttando al massimo il fattore campo ed il secondo match ball a disposizione, la squadra gialloblù stasera al PalaTrento ha chiuso i conti con la Sir Safety Perugia assicurandosi per la settima volta negli ultimi otto anni un posto nelle partite che assegnano il titolo italiano.

Per ottenere il pass per la terza finale stagionale (dopo quella di Coppa Italia e Coppa CEV) e difendere sino in fondo il primato nella classifica di SuperLega UnipolSai 2015 conquistato in ventisei giornate di regular season, la formazione di Stoytchev ha dovuto attingere a tutte le proprie riserve di energie fisiche, mentali e tattiche. Perugia, a cui va l’onore delle armi per aver giocato le tre gare ad altissimo livello, alla fine ha dovuto inchinarsi solo per 3-2, a dimostrazione di come la lotta sia stata serratissima e vibrante.

A maggior ragione il pass per la serie di partite con la Parmareggio e la possibilità di giocare tre delle cinque gare in programma al PalaTrento sono un risultato che vale tantissimo e che carica a mille l’ambiente gialloblù (strepitoso l’apporto del pubblico: 3.912 spettatori stasera al PalaTrento), pronto a tornare nuovamente all’assalto dello scudetto vinto l’ultima volta, sempre in casa, il 12 maggio 2013. Partita meglio ma calata alla distanza, la Trentino Volley ha saputo lottare e soffrire, continuando a giocare la propria miglior pallavolo sino in fondo nonostante Perugia sia stato in grado di riaprire più volte una partita che sembrava indirizzata verso il versante gialloblù già nel quarto set (21-18 il vantaggio dei padroni di casa) e poi anche durante il tie break sul 14-11 interno.

I vantaggi che nel secondo e quarto set avevano premiato una volta a testa le due squadre, hanno stavolta sorriso a Trento grazie all’errore in attacco di Atanasijevic. Per la Diatec Trentino decisivo l’apporto della coppia Kaziyski-Djuric, con il primo a segno 25 volte e decisivo nel tie break, ed il greco che, schierato a sorpresa titolare, non ha tradito le attese dimostrandosi molto continuo a rete (23 punti col 48%).

La cronaca della gara. Lo starting six dell’ENERGY T.I. Diatec Trentino non regala sorprese: Stoytchev sceglie Djuric nel ruolo di opposto, Zygadlo in regia, Kaziyski e Lanza in banda, Solé e Birarelli al centro e Colaci libero. Nikola Grbic preferisce nuovamente Barone e Beretta al centro della rete in diagonale a Buti e conferma le altre due coppie De Cecco-Atanasijevic Vujevic-Fromm laterali, con Giovi libero. L’inizio di gara è equilibrato perché al break point apportato da Solé già sul 2-0 risponde immediatamente Fromm per il 4-4. L’ace di Birarelli e la pipe out di Fromm offrono un nuovo spunto ai padroni di casa (10-6); il muro di Barone su Kaziyski e un errore dello stesso Matey a rete riportano sotto gli umbri (12-11). Stoytchev desiste dal chiamare time out e fa bene perché lo stesso numero uno trentino ferma Atanasijevic a muro riscattandosi e lanciando i gialloblù di nuovo in fuga (15-11, tempo richiesto da Grbic). Alla ripresa è sempre il muro a caratterizzare il primo set: Birarelli ferma Atanasijevic per il 18-13, Fromm blocca Lanza per il 20-17 (time out Trento); il tedesco in attacco firma il meno due (22-20). Birarelli e compagni fiutano il pericolo e fanno registrare un break di 3-0 che chiude il primo parziale sul 25-20, grazie al muro di Zygadlo e alla ricostruita a segno di Kaziyski.

Il secondo set vede Perugia partire a spron battuto (2-4, 6-8, 7-9) ma la Diatec Trentino non è da meno e recupera gli avversari puntualmente con Djuric scatenato a rete e dai nove metri (9-9). Fromm trova col servizio un nuovo acuto (12-14), ma Kaziyski non ci sta e replica immediatamente (14-14); Atanasjievic ci riprova (17-19) e stavolta la Sir Safety sembra riuscire a difendere il vantaggio, incrementandolo anzi nel finale sino al 19-23 grazie all’ace di Barone e all’errore in attacco di Djuric. Trento ha carattere da vendere e ricuce lo strappo annullando quattro palle set (da 21-24 a 24-24 e poi 25-25); un errore di Atanasijevic (26-27) inverte la tendenza, poi ci pensa Kaziyski a chiudere sul 29-27 e 2-0.

La Sir Safety prova a rilanciarsi in avvio di terzo set, conquistando subito break point pesanti con Atanasijevic (1-6); Trento prova a risalire la china con Kaziyski (6-8) ma lo stesso opposto serbo difende il gap passando con regolarità, ben spalleggiato da Fromm (7-12). Stoytchev getta nella mischia Giannelli per Zygadlo in regia e proprio un ace del giovanissimo alzatore bolzanino vale l’11-15 (time out Grbic); ma è solo un lampo gialloblù perché poi ancora Atanasijevic (attacco e ace) riallarga la forbice (12-19). L’allenatore della Trentino Volley spende un time out discrezionale e la sua squadra si rianima con Djuric e Birarelli tanto da arrivare al meno tre (17-20). Gli ospiti ripartono con Fromm e in questo caso riescono a gestire il vantaggio portandosi sull’1-2 grazie ad un errore in battuta di Giannelli (22-25).

Il quarto parziale regala pallavolo di altissimo livello e spettacolo puro: la Diatec Trentino prova a scappare (7-5, 10-8) ma gli ospiti non si arrendono e rintuzzano i tentativi di fuga (11-11) con Atanasijevic. Kaziyski offre un’altra importante accelerata (15-11), che Trento protegge sino al 19-15 con Lanza, poi Perugia si riavvicina (19-17). Si lotta su ogni pallone (20-18, 22-20), gli umbri sfruttano un errore di Zygadlo per impattare sul 22-22. Come nel secondo parziale si va ai vantaggi, ma stavolta sono gli ospiti ad esultare (25-27) alla terza occasione grazie ad un errore di Solé in primo tempo.

Il tie break è vibrante, combattutissimo: lo inizia meglio Trento con Kaziyski (5-2), poi Fromm pareggia i conti (5-5). Si gioca punto a punto sino al 7-7, poi un ace di Zygadlo e un muro di Djuric creano un altro strappo (11-8), che i gialloblù però non riescono a difendere facendo riprendere da 14-11 a 14-14. Servono allora due errori umbri (servizio di Fromm e attacco out di Atanasijevic) a fissare il punteggio sul definitivo 16-14.

“E’ stata una bellissima partita, giocata alla grande da entrambe le squadre – ha commentato a fine gara dell’allenatore della Trentino Volley Radostin Stoytchev – . Le due squadre non si sono risparmiate per tutta la gara sostenute dai rispettivi tifosi; abbiamo avuto la meglio grazie anche ad un po’ di fortuna ma siamo stati in gradi di soffrire e lottare sino in fondo. Complimenti a Perugia per averci reso la vita durissima e per aver dimostrato un carattere enorme. In finale contro Modena sarà veramente dura, anche perché loro hanno avuto più tempo per preparare la prima partita della serie. Abbiamo grande rispetto dei nostri futuri avversari ma non paura”.

Per la Trentino Volley solo poche ore di riposo: domenica 3 maggio (PalaTrento, ore 18.15 – diretta RAI Sport 2) scoccherà infatti già il momento di gara 1 di finale contro la Parmareggio Modena, da giocare sicuramente con meno preparazione alle spalle rispetto agli avversari ma potendo contare sul grande apporto del proprio pubblico, che sino ad ora in SuperLega non l’ha mai vista perdere durante questa stagione.

Di seguito il tabellino di gara 3 di semifinale dei Play Off SuperLega UnipolSai 2015 giocata stasera al PalaTrento.

ENERGY T.I. Diatec Trentino-Sir Safety Perugia 3-2
(25-20, 29-27, 22-25, 25-27, 16-14)
ENERGY T.I. DIATEC TRENTINO: Birarelli 8, Zygadlo 3, Lanza 11, Solé 8, Djuric 23, Kaziyski 25, Colaci (L); Giannelli, Nemec, Burgsthaler. N.e. Thei, Mazzone, Fedrizzi. All. Radostin Stoytchev.
SIR SAFETY: De Cecco 1, Vujevic 5, Buti 11, Atanasijevic 29, Fromm 18, Barone 17, Giovi (L); Sunder, Tzioumakas. N.e. Paolucci, Beretta, Fanuli, Maruotti. All. Nikola Grbic.
ARBITRI: Satanassi di Porto Fuori (Ravenna) e Cesare di Roma.
DURATA SET: 28’, 33’, 30’, 34’, 22’; tot 2h e 27’.
NOTE: 3.912 spettatori per un incasso di 46.907 euro. ENERGY T.I. Diatec Trentino: 12 muri, 4 ace, 12 errori in battuta, 18 errore azione, 41% in attacco, 64% (44%) in ricezione. Sir Safety: 12 muri, 8 ace, 23 errori in battuta, 10 errore azione, 40% in attacco, 58% (36%) in ricezione. Mvp Kaziyski.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136