QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ledro, Filippo Vincenzi e Stefania Cicali campioni italiani di Canoa Marathon 2017: risultati e classifiche

sabato, 13 maggio 2017

Ledro – Il cremonese Filippo Vincenzi (Cus Milano) e la fiorentina Stefania Cicali (Fiamme azzurre) sono i campioni italiani di canoa marathon 2017 grazie ai successi ottenuti sul Lago della Valle di Ledro, in Trentino. Per Vincenzi, 24 anni, studente universitario in ingegneria gestionale specialistica a Milano, si tratta del primo titolo italiano assoluto individuale della carriera, da aggiungere alla serie di scudetti giovanili vinti con i colori della Canottieri Leonida Bissolati di Cremona. Domani sarà in gara anche nella prova K2 dove difenderà il titolo 2016. Ha agguantato l’oro chiudendo gli otto giri di 3,750 Km in 2h25’30″70, al termine di una gara particolarmente combattuta, che lo ha visto prevelare di 3″50 su Francesco Balsamo (Cus Pavia) e di 4″90 su Matteo Graziani (Canottieri Comunali di Firenze). Sesto l’atleta di casa Stefano Donati (Associazione Canoa Kayak Ledro).

Vittoria solitaria invece in 2h16’08″50 per la reginetta azzurra della canoa marathon che al quinto dei sette giri di gara ha staccato la rivale Gaia Piazza (Circolo Sestese), finita a 1’32″60. Bronzo a Elisa Arcara (Canottieri Lecco), che ha chiuso a 18’05″50.

Per l’atleta delle Fiamme Azzurre i titoli tricolori ormai non si contano più e obiettivo di stagione sono gli europei di luglio e i Mondiali in programma in Sud Africa. “Avremo a giugno a Sabaudia la gara di selezione per gli Europei, la stessa disputata qui la Ledro lo scorso anno – spiega la toscana -, che di fatto segnerà l’avvio della stagione internazionale. Oggi è stata una bella gara – commenta Stefania Cicali – disputato su un campo di gara che certamente può avere ospitare degnamente anche competizioni internazionali”. Una frase che rafforza così il sogno all’Associazione Canoa Kayak Ledro di ospitare nel 2020 una gara di Coppa del Mondo. Identica la convinzione di Filippo Vincenzi che ha elogiato il campo di gara con il circuito di 3750 metri disegnato a partire dalla spiaggia di Besta ed in direzione dell’abitato di Pur, nel settore orientale del Lago di Ledro da affrontare più volte in base alle categoria di gara. E tra quelle giovanili vanno segnalati il quinto posto di Sara Daldoss (K1 juniores) e il 13/o di Camilla Rosa (K1 Ragazze) entrambe portacolori dell’Associazione Canoa Kayak Ledro). Domani Sara Daldoss sarà in gara nel K2 con la compagna Elisa Crosina (K2 Juniores).

Ai Campionati tricolori di Canoa Marathon sono in gara 296 atleti, anche delle categoria Master, di 58 società in rappresentanza di tutte le regioni italiane. Domani si gareggerà nel K2.

Con l’organizzazione dei Tricolori la Valle di Ledro si conferma un’autentica palestra a cielo aperto, palcoscenico ideale per molte attività outdoor, dalla canoa al trekking, dalla vela alla mountain bike per arrivare al triathlon, il tutto in un ambiente di grande pregio sia dal punto di vista paesaggistico-ambientale che dal punto di vista storico-culturale, con il sito palafitticolo risalente all’Età del Bronzo che si specchia proprio nelle acque del Lago di Ledro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136