QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Elisa Compagnoni e Robert Krupicka vincono la Skyrace Alta Valtellina 2017: le classifiche

domenica, 25 giugno 2017

Val Viola – Passa agli almanacchi come un’edizione da record quella della Skyrace della Val Viola, con un incremento degli iscritti rispetto alle passate edizioni, fino a toccare le trecento unità (foto di Vittorio Vaninetti).

skIn più il super crono del campione della Repubblica Ceca Robert Krupicka, rimasto ad allenarsi in Alta Valle dopo il quinto posto alla Livigno Skymarathon di settimana scorsa.

L’ 1:33’13” de ceco del Team Salomon così come l’1:33’40” del secondo classificato Daniel Antonioli, vanno a migliorare il record maschile della manifestazione fatto segnare nel 2015 da Marco De Gasperi.

Lo start, inizialmente previsto per le 9.15 sulla strada della Decauville, è stato posticipato alle 10 in punto visto il forte temporale che stava imperversando da alcune ore ad Arnoga. Decisione più che azzeccata, in quanto proprio in linea di partenza start le ultime gocce di pioggia hanno lasciato spazio a un clima gradevole in cui anche il sole è riuscito a fare capolino nella seconda parte di gara.

Subito dalle prime battute si è messo in luce un drappello di atleti, guidati dal campione italiano di Winter Triathlon Daniel Antonioli, lecchese dalle chiare origini della Valfurva e dal friulano Stefano Scaini, ottimo stradista dal passato nella corsa in montagna, con nel suo palmares un titolo mondiale juniores in questa specialità nel lontano 2002. Al loro inseguimento il ceco Robert Krupicka e il bormino in forza all’Atletica Alta Valtellina Marco De Gasperi.

Al punto di ristoro di Altumeira (Km 8), Antonioli si produceva in un forcing in salita a cui il solo Krupicka riusciva a rispondere.

Al passaggio di metà gara nei pressi del Rifugio Viola, Antonioli e Krupicka procedevano appaiati, con De Gasperi a 1’15” e Scaini a 2’20” tallonato dai fratelli Walter e Davide Trentin.

Gara femminile con la favorita Elisa Sortini (Atl. Alta Valtellina) al comando al ristoro di metà gara, con la compagna di società Elisa Compagnoni al suo inseguimento con un distacco di circa 40”.

La tecnica discesa verso il Rifugio Federico in Dosdè (Km 13,5) rimescolava per un attimo le carte, con De Gasperi ad avvicinare i due leader. Azione, quella del bormino, che però veniva vanificata nel filante finale di gara dopo il Ristoro di Caricc (Km 16), quando Krupicka e Antonioli hanno iniziato a spingere seriamente per giocarsi l’importante vittoria.

Nell’ultimo chilometro Krupicka riusciva ad inserire il turbo e a tagliare vittorioso il traguardo in 1:33’13”, con 27” di margine su un mai domo Daniel Antonioli (CS Esercito), e con 2’01” su Marco De Gasperi, nel doppio ruolo di responsabile di percorso e atleta.

Podio regale quello odierno che nulla ha da invidiare a molte manifestazioni ben più blasonate, con il vincitore della passata edizione Walter Trentin ai piedi del podio e il fratello Davide a chiudere la top five di giornata.

Elisa Sortini, vittima di una distorsione a una caviglia durante la discesa, lasciava via libera all’amica-rivale Elisa Compagnoni, da troppo tempo a digiuno con la vittoria e con molti crediti con la fortuna. Per la ventisettenne della Valfurva il crono si fermava dopo 1:57’48” , con 1’06” di vantaggio sulla sfortunata Sortini. Terza classificata Giulia Compagnoni per un podio tutto targato Atletica Alta Valtellina, in 2:04’12”. Quarta Lorenza Combi e Michela Acquistapace al quinto posto.

Grande soddisfazione per gli oltre 250 finisher, con apprezzamenti unanimi sul tracciato, sui ristori e organizzazione in generale, segno che la sinergia fra Pro Loco Valdidentro e Atletica Alta Valtellina, supportati egregiamente dalle associazioni di volontariato della Valdidentro ha centrato un obiettivo di cui andare orgogliosi.

Dichiarazioni post-gara:

Robert Krupicka (1° Classificato): “E’ stato un vero piacere per me venire a correre questa manifestazione. Dopo uno stage di allenamento a Livigno, mi sono sentito bene soprattutto nella seconda parte di gara, quando ho provato a fare la differenza con Antonioli. E’ una manifestazione che merita un palcoscenico importante, per l’ambiente in cui si svolge.”

Elisa Compagnoni: “E’ una vittoria incredibile per me, fatico ancora a crederci. Il periodo in cui le cose non andavano per il verso giusto sembra finalmente superato, e da qualche settimana sono tornata ad avere sensazioni migliori che mi fanno ben sperare per il futuro. Peccato per la mia compagna Elisa Sortini, sicuramente questo infortunio ha condizionato la sua gara.”

Domenico Zuelli (Comitato organizzatore): “La quinta edizione della Skyrace va negli archivi con un riscontro davvero positivo per noi, con in più la chicca di una  finestra di bel tempo in cui i concorrenti hanno potuto godere delle bellezze della nostra valle. Un ringraziamento doveroso alla neo amministrazione comunale da poco insediata, che si è messa subito a disposizione per lavorare al nostro fianco, come il caso del medico di gara Claudia Martinelli che ricopre la carica di Vice Sindaco.

Per chiudere, un pensiero all’amico Moreno Gurini, reduce da un terribile incidente, lui che è il presidente del Comitato Organizzatore nonché la vera anima di questa manifestazione. A lui, a nome mio e di tutti, un sincero augurio di pronta guarigione.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136