QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Elezioni presidente FISI: sabato si vota, in gioco il futuro della Federazione

giovedì, 10 aprile 2014

Montecampione - Ci siamo: a due giorni dal voto, si è conclusa la campagna elettorale per le elezioni del presidente della Federazione Italiana Sport Invernali. Sabato a Bologna presso il Palazzo dei Congressi si terrà l’assemblea federale stroardinaria per lo statuto e quella ordinaria elettiva, entrambe in mattinata. Le candidature per il ruolo di presidente sono tre: Manuela Di Centa, Pietro Marocco e Flavio Roda.

 

IL COMITATO FISI ALPI CENTRALI APPOGGIA MAROCCO
A 48 ore dal voto con cui verrà scelto il nuovo Presidente della Federazione Italiana Sport Invernali, per il candidato Pietro Marocco non è più il momento degli appelli ma dei ringraziamenti.

“Sin da ora, – afferma l’ingegner Marocco – quale che sia il risultato del confronto tra i candidati e del voto delle società affiliate, voglio esprimere la mia gratitudine a tutte le persone, a tutti gli Sci Club, a tutti i tecnici ed agli atleti che hanno avuto la cortesia e la pazienza di confrontarsi con me, di esprimere i loro pareri, le loro critiche ed i loro suggerimenti. La campagna elettorale è stata faticosa ma molto stimolante. Mi ha arricchito dal punto di vista umano, perché ho conosciuto moltissime persone valide ed appassionate, con le quali ho potuto dialogare, superando lo stretto ‘recinto’ degli addetti ai lavori e dei dirigenti di alto livello, a volte un po’ lontani dalla realtà concreta della base e dalle sue esigenze”.

“Ho fatto polemica, quando era il caso, sullo scarso fair play di un paio di miei colleghi Presidenti di Comitati regionali. – spiega l’attuale Presidente del Comitato FISI Alpi Occidentali – Avrei voluto confrontarmi sulle mie idee e sulle mie proposte anche con gli Sci Club del Trentino e del Veneto: non è stato possibile, anche se in incontri pubblici che ho avuto in altre realtà locali ho
avuto l’occasione di discutere con i dirigenti di alcune società trentine e venete”.

“Sabato mattina, – sottolinea Marocco – sarò a Bologna con la coscienza di aver fatto tutto ciò che era possibile per far comprendere le mie posizioni e le mie proposte. Mi auguro che il confronto nell’Assemblea sia aperto, leale, corretto, che vinca il migliore – chiunque esso sia – e che da subito tutte le donne e tutti gli uomini che dedicano il loro lavoro e la loro passione alla nostra Federazione collaborino lealmente con il nuovo Presidente”.

“Infine, – conclude Marocco – vorrei dedicare un pensiero alla mia squadra, alle tante persone che, ricoprendo i ruoli più diversi, mi sono state vicine nell’ultimo mese. Questi amici – tecnici, atleti, dirigenti di Sci Club e di Comitati regionali, comunicatori, semplici appassionati di sport invernali – mi hanno rafforzato nella convinzione che le risorse più preziose su cui la FISI può contare sono la passione e la competenza dei professionisti e delle migliaia di persone che si dedicano ogni giorno (in silenzio e con molti sacrifici) al volontariato nel mondo dello sport”.

Di seguito riportate le candidature ruolo per ruolo.

Consigliere laico: 1. Beretta Alberto; 2. Berthod Dante; 3. Carli Guido; 4. Checchi Pierluigi; 5. Ferrante Cristiano; 6. Ferrari Manuele; 7. Ghilardi Carmelo; 8. Lima Sergio; 9. Mapelli Marco; 10. Pertile Sandro; 11. Piccin Alberto; 12. Rodolfi Carlo; 13. Schmalzl Reinhard; 14. Senoner Rainer; 15. Sima Enzo.

Consigliere atleta: 1. Alfieri Camilla; 2. Ceccarelli Daniela; 3. Martin Gianfranco; 4. Paruzzi Gabriella; 5. Sineo Alberto; 6. Weissensteiner Gerda.

Consigliere tecnico: 1. Thoma Alfons; 2. Vanoi Alessandro.

Presidente collegio revisori dei conti: 1. De Franciscis Giorgio; 2. Demarchi Enrico; 3. Grigoletto Elio; 4. Loda Federico; 5. Santarelli Rocco.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136