QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Desenzano: tutto è pronto per la 64^ Centomiglia del Garda in programma il 6 settembre

mercoledì, 30 luglio 2014

Desenzano – Presentata la Centomiglia. La Fraglia Vela di Desenzano ha ospitato la presentazione della «64^ Centomiglia velica del Garda». La scelta della capitale delle rive benacensi non è casuale. Basta scorrere gli albi d’oro dei trofei della “Regata” del Circolo Vela Gargnano per scoprire quanti siano gli skipper di Desenzano che hanno vinto nei trofei più significativi, dal record di 6 affermazioni di Oscar Tonoli a Luca Valerio, da Bruno Fezzardi a Ettore Santarelli, alle regate del Trofeo Croce, del Trofeo Gorla, delle singole flotte di scafi monotipo e Cruiser.
Ma la presenza a Desenzano si lega ad altre due importanti momenti. Il primo è la Vela Accessibile, il Campionato Europeo del 2011, i Campionati Nazionali della Classe Hansa dal 2012 al 2014 che Gargnano ha promosso ed organizzato.
E qui c’è la presenza, all’ultima edizione, della flotta dei velisti della Fraglia Vela, addirittura sul podio del tricolore con ben due equipaggi.centomiglia Garda

Quelli che chiamano la loro avventura «Il paradiso in barca vela». L’altra iniziativa sarà la settimana della vela che troverà spazio proprio a Desenzano nei primi giorni di settembre, che ha subito trovato la collaborazione della XIV Zona di Federvela, di Garda Lombardia, di tutti i Sodalizi sportivi di Desenzano. Uno spazio sarà offerto dall’evento culturale «La Gardesana» con una serata che ospiterà i velisti delle Paralimpiadi Andrea Stella, gli skipper della squadra della Fraglia Vela Desenzano, le immagini del Campionato Italiano della Vela Accessibile 2014 di Gargnano.
Ed a presentare l’iniziativa sono qui stasera il conduttore degli incontri, lo scrittore Giovanni Terzi. Infine ci sarà la festa di sabato 6 settembre con la passaggio della flotta della Centomiglia, la favola bella del lago, 64 anni di storia, e mille leggende.

LA 64^ CENTOMIGLIA DEL GARDA 
«Eccoci di nuovo in questa sede per parlare della 64ª CentoMiglia del Garda la nostra Favola Bella che quest’anno arriva a coronamento di una stagione di attività intensissima e faticosa per quanto concerne il Calendario delle nostre regate in cui abbiamo realizzato un forte ritorno alle classi a deriva, giovanili e per la vela Paralimpica, tanto auspicato dai nostri soci velisti che hanno sostenuto la nuova compagine direttiva, che avverte così di ottemperare ad un obiettivo condiviso. Non posso non ricordare il grande lavoro svolto con le scuole, quelle vere di elementari e Medie.
I ragazzi di Gargnano e Tignale, ai quali si sono aggiunti gli studenti di tutta Bergamo, che hanno dato vita al progetto «Velascuola» di Federvela e Ministero. A completare il quadro sono arrivati i Cus di tutta Italiana per duellare grazie ai nostri Dolphin nei Match-Race Nazionali. Il Campionato Italiano della Vela accessibile con le coppe internazionali degli Skud 18, del Trofeo Marsilio Pasotti, del Campionato Nazionale Hansa 303, che idealmente si legano all’appuntamento del 20-21 settembre di Children e la Bart Bash Regatta. Chiudono il cerchio.

Tracciando quella rotta che vede Gargnano impegnata in una vela che è oramai a 360° gradi o se volete «Globale». Contro tutti i pregiudizi, le mille critiche, l’osservare e non far nulla, che appartengono, fortunatamente, solo al passato.
La 64ª Favola Bella ci vedrà impegnati su due fronti: la prima quella del proseguimento dell’innovazione e valorizzazione in acqua del percorso sull’arco dell’intero lago di Garda con la sperimentazione della prova nell’area centrale del Garda nel sabato precedente il tradizionale e storico Trofeo Riccardo Gorla che pertanto assumerà una nuova conformazione su due giornate già definito da qualcuno Super Gorla o piu’ brevemente Super G”.
MEZZO SECOLO FA LA VITTORIA IN FAMIGLIA  
Nel 1964 è un’intera famiglia a vincere la Centomiglia. E che famiglia, skipper è il velista ligure Beppe Croce, presidente della Federazione Italiana della vela (e poi di quella Mondiale), uomo di vela, olimpico a Torquay nel 1948.
A manovrare ci sono i figli Gigi, che sarà alle Olimpiadi di Tokio del 1964, e Carlo, due volte ai Giochi con l’Fd, oggi sulla poltrona che fu di suo padre, grande capo della vela italiana e Mondiale. È una vittoria memorabile: quattro sole barche al traguardo.
Prima la «Manuela» firmata dall’ingegner Giulio Carcano, mitico progettista della Moto Guzzi di Mandello del Lario.

I partners 2014 del Circolo Vela Gargnano sono: Argivit, Hotel Ristorante Villa Giulia di Gargnano, Dap Brescia, Osmi, Isomet, Cantina Perla del Garda, Univela Campione di Tremosine, Unidelta Vestone, Marina di Bogliaco 2000, Fondazione Asm-Gruppo A2A, Consorzio turistico Garda Lombardia, Brescia Tourism, Iab Brescia, Caseificio Alpe del Garda.
Le manifestazioni godono del patrocinio della Ifds (Federazione Mondiale della Vela Disabili) per il campionato Vela Accessibile, XIV° Zona di Federvela, Consiglio Regionale della Lombardia, Expo 2015.
 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136