QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Comitato FISI Alpi Centrali: prosegue il collettivo allo Stelvio nel ricordo di Guido Malzanni

venerdì, 29 agosto 2014

Passo dello Stelvio – Sono trascorsi 18 giorni dall’incidente capitato all’atleta lecchese, Guido Malzanni, tesserato per il CS Madesimo ed in forza alla squadra regionale dello sci alpino del Comitato FISI Alpi Centrali.malzzani_stelvio290814

Lo scorso 12 agosto scorso, infatti, mentre era in sella alla sua bicicletta, in vacanza a Livigno, Malzanni è caduto rovinosamente, battendo testa e schiena. Subito soccorso, grazie all’intervento del personale medico e paramedico del 118, è stato portato urgentemente all’ospedale di Sondalo dove è stato immediatamente operato a causa della rottura di una vertebra.

La paura iniziale era quella di una paralisi, ma grazie all’operazione che sembra essere riuscita nel migliore dei modi e grazie soprattutto alla sua forza di volontà e al suo carattere, sembra che Malzanni stia reagendo molto bene. Le ultime notizie dicono che in questi giorni i medici ed i fisioterapisti stanno provando a farlo alzare e camminare. Con l’ausilio della pedana a barre oggi è riuscito a fare qualche piccolo passettino da solo.

I suoi compagni di squadra con questa foto vogliono, insieme a tutto il Comitato FISI Alpi Centrali, fargli sentire la loro vicinanza, confidando in una sua ripresa ottimale. Sicuramente sarà difficile stabilire i tempi di recupero, ma l’augurio è che Guido Malzanni possa riprendersi al 100%.

La foto è stata scattata durante il secondo collettivo della formazione di sci alpino del Comitato FISI Alpi Centrali che da martedì si trova al Passo dello Stelvio, per proseguire con il lavoro di preparazione in vista della prossima stagione. Slalom gigante, super gigante e slalom speciale il “menù” previsto per i ragazzi da coach Simone Stiletto ed Elio Presazzi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136