QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ciclocross: dominio del valtellinese Gioele Bertolini e di Eva Lechner ad Asolo

lunedì, 7 dicembre 2015

Asolo – Il valtellinese Gioele Bertolini si impone nella gara di ciclocross degli uomini Open ad Asolo (Mantova). Il corridore valtellinese Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti) al rientro dopo l’assenza di Portoferraio, ha conquistato il primo posto durante il primo giro e si è mantenuto in testa fino alla fine della gara. Alle sue spalle si è formato in un primo momento un drappello composto da Enrico Franzoi (Wilier Force), Nicolas Samparisi (Cx Selle Smp Dama Focus Bike) e Nadir Colledani (Trentino Cross Selle Smp), mentre Marco Bianco (Cerone), che era partito in maglia rosa, non è riuscito ad imporre un buon ritmo. Con il passare dei giri l’unico che è sembrato all’altezza di contrastare Bertolini è sembrato Franzoi, che si è mantenuto in seconda posizione, mentre alle sue spalle Samparisi è riuscito a distanziare Colledani, in maglia bianca. L’ultimo gBertolini e Lechneriro è l’apoteosi per Gioele Bertolini, che con 60 punti in classifica generale riconquista la maglia rosa. Sul podio con lui salgono Franzoi e Nicolas Samparisi. Al termine di questa gara Bertolini riconquista anche la maglia bianca di leader della classifica dei giovani.

La prova riservata alle donne Open ha visto un bellissimo duello tra la maglia rosa Chiara Teocchi (Bianchi I.Idrodrain) ed Eva Lechner (Colnago-Esercito). La Teocchi è stata autrice di un’ottima partenza, che le ha permesso di involarsi in prima posizione fin dalle fasi iniziali: la campionessa d’Italia si è mantenuta sempre a circa 7” di ritardo dalla leader, mentre più indietro Anna Oberparleiter (Carraro Team Trentino) si è mantenuta costantemente in terza piazza. Negli ultimi due giri la Lechner è riuscita ad agganciare la Teocchi e nelle ultime curve del percorso l’ha superata con una bella prova di forza, ottenendo così la vittoria. Seconda la lombarda Teocchi, che mantiene la maglia rosa, mentre la Oberparleiter ottiene il gradino più basso del podio dopo che Alessia Bulleri (Vaiano) ha cercato di contrastarla nel finale. Centra la top 5 anche Rebecca Gariboldi (Team Isolmant). La maglia bianca resta sulle spalle di Sara Casasola (Trentino Cross Selle Smp).

Splendida gara anche nella categoria Juniores: Michele Bassani (Work Service Brenta) si è involato in testa dopo una buona partenza, ma dopo un giro e mezzo Antonio Folcarelli (Promo Cycling) è riuscito a superarlo e a condurre una gara perfetta. La maglia rosa ha ottenuto il secondo successo su tre tappe fin qui disputate del Giro d’Italia Ciclocross: la terza posizione è di Lorenzo Calloni (Selle Italia Guerciotti), che ha lottato a lungo contro Bassani senza però riuscire a superarlo.

La gara Allievi ha visto il bellissimo show di Filippo Fontana (Sanfiorese), che in maniera rabbiosa ha conquistato la prima posizione fin dalle fasi iniziali della corsa e l’ha mantenuta fino alla fine. La maglia rosaLoris Conca (Cadrezzate Guerciotti) è apparso in difficoltà fin da subito e non è riuscito a ripetere il dominio imposto nelle prime due tappe: alle spalle di Fontana Tommaso Dalla Valle (Sorgente Pradipozzo) e Alessandro Verre (Loco Bikers) si sono dati battaglia per il piazzamento d’onore, in quanto Fontana ha sempre dato l’impressione di avere una marcia in più. Nella lotta al podio anche Danilo Morzillo (Moiano) e Federico Ceolin (Libertas Scorzè) hanno cercato di dire la loro: proprio Ceolin riesce a superare tutti gli avversari nel finale e ad ottenere il terzo posto alle spalle di Dalla Valle. Il piazzamento gli permette, complice il 12/o posto di Conca, di ottenere la maglia rosa.

Tra le donne si aggiudica la gara in maglia rosa Nicole Fede (Iaccobike Cadrezzate) che fa 3 su 3. Alle sue spalle si piazzano Ilaria Pola (Melavì Focus Bike) e Gaia Masetti (Valcar).

La gara Esordienti ha visto ancora sugli scudi Gabriele Torcianti (Trentino Cross Selle Smp), autore di una buona partenza, ma dietro di lui gli avversari si sono dati un gran da fare per contrastarlo. In modo particolareSimone Minotti (Mtb Gimondi) è stato autore di una bellissima rimonta nelle fasi finali di gara, portandosi a soli 5” dalla maglia rosa. Nel finale Torcianti riesce ad incrementare di poco il vantaggio, quel tanto che gli basta per ottenere la terza vittoria in tre tappe del Giro d’Italia Ciclocross. Alle spalle di Minotti si piazza Marco Cao (Sorgente Pradipozzo).

Tra le donne il successo è andato a Lara Crestanello (Scuola Ciclismo Piovene), che ha superato la maglia rosa Emma Faoro (Sportivi del Ponte) e Giada Borghesi (Carraro Team Trentino). La maglia di leader resta sulle spalle della Faoro.

Nella gara promozionale Giovanissimi G6 si impone Gabriel Fede (Iaccobike Guerciotti) davanti a Riccardo Ricci (Eurobici Orvieto) e a Bryan Olivo (Bannia). Tra le donne si impone Lucia Bramati (Bramati Team)davanti ad Alice Papo (Jam’s Bike Team Buja) e ad Elisa Rumac (Granzon).

Prima della partenza della gara Open maschile è stato osservato un minuto di raccoglimento per la  recentescomparsa di Eric De Vlaeminck.

’Italia Ciclocross: l’Asd Romano Scotti ha coronato il sogno di realizzare una tappa della corsa rosa all’interno dello stabilimento dell’azienda che da tanti anni è partner importante dell’intero movimento del cross, dedicando così il grande lavoro all’indimenticato Armando Zamprogna. Le gare si sono svolte davanti agli occhi di Riccardo Bigolin, amministratore delegato dell’azienda, e delle tante autorità locali presenti sul posto, come il presidente del CR Veneto FCI Raffaele Carlesso. Più di 600 atleti tra tutte le categorie si sono riversati all’interno dello stabilimento: una giornata fredda ma soleggiata ha fatto da cornice al bellissimo circuito di circa 3 km che si snoda all’interno del parco che circonda l’azienda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136