QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Ciclismo: le Terme di Comano ospiteranno gli Assoluti Esordienti e Allievi. Nardelli testimonial

martedì, 26 aprile 2016

Comano Terme – Stefano Nardelli lancia la volata agli Italiani  ”Terme2016″.  Nel weekend  9-10 luglio, le Terme di Comano ospiteranno i Campionati Italiani Esordienti e Allievi maschili e femminili di ciclismo su strada, che richiameranno sul territorio della Comano Valle Salus la «creme» delle due ruote giovanili di tutta Italia, circa 800 corridori dai 13 ai 16 anni.

Campionati ciclismo - comano 1

La rassegna tricolore giovanile, organizzata dalla Società Ciclistica Storo Grafiche Zorzi e dall’Apt Terme di Comano Dolomiti di Brenta, torna in Trentino a distanza di sette anni dall’esperienza di Sarnonico 2009, comune della Val di Non che venerdì scorso ha ospitato il transito dell’ultima tappa del Giro del Trentino Melinda.

In gruppo, assieme ai big Mikel Landa Meana e Vincenzo Nibali, c’era anche Stefano Nardelli, ventitreenne corridore trentino che difende i colori della Norda Mg KVis e che nel 2009 a Sarnonico conquistò quella che a tutt’oggi è la vittoria che ricorda con maggiore trasporto ed emozione.

«Sono contento che i Campionati Italiani Giovanili tornino in Trentino – spiega Nardelli -. Per me la conquista della maglia tricolore Allievi fu un’emozione unica e auguro a ognuno dei partecipanti di poter vivere quello che ho vissuto io. Ricordo ancora quando iniziai la mia azione solitaria nel finale di corsa, così come ricordo, da quel momento all’arrivo, ogni metro di strada percorso, ogni istante. Ricordo anche la sensazione che provai quando tagliai il traguardo: ero incredulo, non mi rendevo conto di quello che avevo fatto. Conquistare il titolo di campione italiano sulle strade di casa fu fantastico.» Fu proprio quel successo ad aprirgli le porte verso il ciclismo che conta.

«In molti mi ricordano per quel successo – continua Nardelli -. Per me è stato una sorta di trampolino di lancio: mi ha aiutato a prendere consapevolezza e sicurezza nei miei mezzi e quell’anno vinsi molte altre corse. Poi non sono riuscito a essere continuo come avrei voluto, ma ora sono reduce dal Giro del Trentino e spero di poter proseguire con la carriera da professionista. Devo ancora migliorare nell’aspetto mentale e, in questo senso, riportare alla memoria quella splendida giornata non può che essermi di aiuto.»

«Sul traguardo di Cles ho colto l’occasione per invitare Nardelli alle Terme di Comano – spiega Angelo Zambotti, presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati – e Stefano mi ha assicurato che farà il possibile per esserci. In occasione degli Italiani, infatti, inviteremo tutti i corridori trentini che, in carriera, sono riusciti a conquistare la maglia tricolore in questa manifestazione.»

Tra di loro, ovviamente, anche Nardelli che, assieme a chi come lui è riuscito a centrare il prestigioso obiettivo, potrà rivivere nella rinomata località termale le emozioni provate allora.

I campionati italiani del 9 e 10 luglio prossimi avranno una felice anteprima domenica 26 giugno, quando andrà in scena la seconda edizione del Piccolo Giro d’Oro, corsa per Allievi che si annuncia particolarmente partecipata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136