QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Volley, Cev Cup 2017: la Trentino Diatec vince il primo round della finale, 3-0 sul Tours

mercoledì, 12 aprile 2017

Trento – Cev Cup, la Trentino Diatec vince il primo atto della finale con un netto 3-0 sul Tours. Il fattore PalaTrento si conferma tale per la ventiduesima volta consecutiva proprio nella serata internazionale più significativa dell’intera stagione.

Nella gara d’andata della Finale di 2017 CEV Cup, giocata stasera nell’impianto di via Fersina, la Trentino Diatec (nella foto credit Trabalza un momento della sfida) si è imposta in tre set sul Tours Vb, compiendo il primo importante passo verso la possibile conquista del suo ottavo trofeo internazionale di sempre. Grazie alla netta affermazione ottenuta stasera in un’ora e ventun minuti di gioco, al Club gialloblù servirà conquistare altri due set nella gara di ritorno di sabato in Francia per tornare a festeggiare la vittoria in una manifestazione continentale a sei anni ed un mese di distanza dall’ultima volta.

La squadra di Angelo Lorenzetti si è costruita questo importante vantaggio nell’ottica del doppio confronto per mezzo di una prestazione molto precisa in tutti i fondamentali ed in particolar modo al servizio (7 ace) e a muro, a segno 11 volte (3 con Van de Voorde). Gli ospiti non sono mai riusciti a reggere il ritmo forsennato dei padroni di casa, che hanno vinto a mani basse primo e secondo parziale e poi hanno spento qualsiasi speranza transalpina anche nel terzo set, l’unico in cui il Tours si è trovato avanti. Il parziale di 7-0 casalingo che ha trasformato il 7-9 esterno in 14-9 per i gialloblù ha di fatto messo la pietra tombale sul match anche nell’ultimo parziale. Best scorer ed mvp del match Tine Urnaut, autore di 11 punti col 57% a rete; meglio di lui a livello di percentuali ha fatto solo Stokr (64%).

La cronaca della gara. La Trentino Diatec si ripresenta al proprio pubblico per l’ultima partita europea in casa della sua stagione con Giannelli in regia, Stokr opposto, Urnaut e Lanza in posto 4, Van de Voorde e Solé centrali, Colaci libero; il Tours Vb dell’italiano Medei risponde con Hernan Ruperez al palleggio, Konecny opposto, Alves Cabral e Barnes schiacciatori, Collin e Jansen Vandoorn centrali, Henno libero. L’avvio di match è molto concentrato da parte dei padroni di casa, che con battuta (ace di Van de Voorde) e muro (Stokr su Jansen Vandoorn) guadagnano subito un po’ di margine (4-1). I francesi si rifugiano immediatamente in un time out che sortisce gli effetti desiderati, visto che alla ripresa del gioco gli ospiti si rifanno subito sotto (5-4).Con due alzate fallose riperdono subito contatto (8-4) e subiscono in seguito un altro parziale lunghissimo con Solé al servizio che arriva sino al 13-4. Sul 15-7 (errore di Bernes a rete), il set è quasi già deciso; in seguito alla Trentino Diatec basta tenere alto il ritmo in fase di cambiopalla (18-9, 22-12) per portarsi in fretta sull’1-0 (25-14, a segno Stokr).

Nel secondo periodo il Tours prova a tenere la scia dei gialloblù, ma la perde in fretta, perché sul 5-5 si riscatena Stokr al servizio ed in seguito arrivano altri due errori diretti (9-6). Jouffroy con un muro su Lanza prova a riportare immediatamente in partita i suoi (9-8), ma poi Urnaut in contrattacco e Giannelli con un ace riallargano la forbice (13-9). I transalpini perdono concentrazione e fiducia, rivelandosi molto fallosi; Trento non lascia nulla agli avversari e prosegue spedita la sua marcia (16-10, 19-13), mettendo in mostra un Urnaut incisivo in tutti i fondamentali. I suoi punti personali (5 nel singolo parziale) portano i locali sul 2-0, senza alcun tipo di sofferenza (25-19).

Tours più volitivo e convinto nel parte embrionale terzo set; grazie ad un buon momento di Konecny e Barnes, i francesi guadagnano il primo vero vantaggio di tutto il match sul 7-9. Trento non vacilla e torna subito avanti sul 10-9 grazie ad un muro di Solé sullo stesso opposto ceco e un errore in attacco del martello canadese (10-9). Con Van de Voorde al servizio, gli ospiti vanno in grandissima difficoltà in ricezione; la Trentino Diatec ne approfitta per provare la fuga (14-9). Dopo il secondo time out tecnico l’accelerazione che decide il set ed il match; Urnaut picchia forte dai nove metri (18-12) e Lanza passa con continuità. Il 3-0 arriva già sul 25-17 (ace del capitano), con anche Burgsthaler e Chiappa in campo.

“Abbiamo disputato una buona partita in particolar modo al servizio, mettendo addosso ai nostri avversari tanta pressione e riuscendo a compensare qualche iniziale difficoltà nella correlazione muro-difesa – ha commentato al termine della gara Angelo Lorenzetti – . E’ un risultato importante ma l’esperienza del return match di semifinale a Istanbul ci suggerisce di non dare nulla per scontato, perché a distanza di pochi giorni i rapporti di forza possono cambiare. In Francia probabilmente ci sarà da soffrire, ma è giusto che sia così visto che si tratta sempre di una finale di coppa europea”.

Sabato 15 aprile in Francia (ore 20.30 italiane – diretta Radio Dolomiti e www.laola1.tv) il ritorno. La Trentino Diatec partirà per Tours venerdì mattina, con un volo privato che la riporterà poi in Italia già nelle prime ore del giorno di Pasqua.

IL TABELLINO 

Trentino Diatec-Tours Vb 3-0 (25-14, 25-19, 25-17)
TRENTINO DIATEC: Lanza 8, Van de Voorde 7, Giannelli 4, Urnaut 11, Solé 9, Stokr 10, Colaci (L); Burgsthaler, Chiappa (L). N.e. Nelli, Antonov, Mazzone D., Blasi, Mazzone T. All. Angelo Lorenzetti.
TOURS VB: Barnes 4, Collin 2, Konecny 10, Alves Cabral 3, Jansen Vandoorn 1, Hernan 1, Henno (L); Rebiller 2, Nevot, Jouffroy 5, Zuidberg, Masson 1. All. Giampaolo Medei.
ARBITRI: Jokelainen di Rovaniemi (Finlandia) e Batkai-Katona di Budapest (Ungheria).
DURATA SET: 24’, 30’, 25’; tot 1h e 25’.
NOTE: 2.204 spettatori. Trentino Diatec: 11 muri, 7 ace, 14 errori in battuta, 6 errore azione, 54% in attacco, 53% (29%) in ricezione. Tours Vb: 3 muri, 4 ace, 14 errori in battuta, 8 errore azione, 34% in attacco, 29% (5%) in ricezione. Mvp Urnaut.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136