QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Centro ippico Predazzo: il primo sigillo della dieci giorni è del novarese Turchetto

sabato, 5 luglio 2014

Predazzo – Il primo sigillo è di Roberto Turchetto su Baretto. E’ del novarese Roberto Turchetto il primo sigillo alla 10 Giorni Equestre, manifestazione che ha aperto ufficialmente i battenti per la sua 38esima edizione al Centro Ippico Le Fontanelle di Predazzo, in Val di Fiemme. L’esperto cavaliere di Borgomanero in sella all’altrettanto valente Baretto, un cavallo di 16 anni, si sono resi autori di una prestazione impeccabile per precisione e velocità, aggiudicandosi la gara più alta e più importante della prima giornata di Predazzo Show Jumping, ovvero il premio Tiefenthaler della categoria 140. Il binomio della Scuderia Equitalia 2000 ha affrontato con grande determinazione il percorso formato da 13 ostacoli nella formula delle due fasi, stabilendo il tempone di 28”83, migliore di 70 centesimi rispetto a quello del fiorentino Cristian Pitzianti su Coreen, mentre sul terzo gradino del podio ha concluso il cavaliere argentino Mariano Ossa su Sorpresa della Favorita a 90Ippica Predazzo centesimi dal vi ncitore.

Un degno e combattuto epilogo per la giornata inaugurale dell’evento fiemmese, che ha fatto registrare una presenza di quantità con oltre 900 binomi complessivi presenti sugli 8 giorni di gara e di qualità con tanti cavalieri e amazzoni di livello che si sfideranno nelle numerose gare di categoria in programma ogni giorno. Fra questi anche uno dei personaggi simbolo del mondo del salto ad ostacoli, ovvero Natale Chiaudani, che ha concluso al quarto posto con Fixdesign Catalano, precedendo Giovanni Magaton su Gaston D e Paolo Adamo Zuvadelli su Eh All Or One. In una manciata di secondi si trovano quindi i primi undici classificati, tutti ad aver concluso la loro prova senza penalità, Dietro a Zuvadelli troviamo infatti Andrea Campagnaro su Antartica Ter Doorn, quindi Alberto Carrara su Crack II, Marco Vitali su Ascot di San Patrignano e i due cavalieri greci Filippos Apostolos Papageorgiou su Vahorn e Ioli Mytilineou su Equitta.
Quanto a nazioni in gara l’edizione 2014 di Predazzo Show Jumping vanta la presenza di ben 12 delegazioni internazionali, ovvero Italia, Argentina, Austria, Germania, Inghilterra, Grecia, Slovenia, Svizzera, Guatemala, Slovacchia, Belgio e la novità della Turchia.
Vittoria perentoria per Lucio Pozzani su Contino nel Premio LAC2 della categoria 130. Il cavaliere di Desenzano, in sella a Contino, ha infatti concluso la sua prova al netto, realizzando il tempo di 60”20, migliore di due secondi rispetto a quello del vicentino Stefano Nogara su Navarone, quindi terzo il lecchese Paolo Zuvadelli su Eh Quick Nina.
Nelle altre gare di giornata da segnalare la vittoria del giovane altoatesino di Bressanone Christopher Dirnberger su Ussador nel Premio Famiglia Cooperativa Val di Fiemme (categoria 120) sul turco Ahmet Berk Basegmez su Zara, del veterano Roberto Arioldi su Battle Cry 2 nel Premio Misconel a due fasi (6 anni), quindi del veneto di Valeggio Umberto Cordioli su Myjolofolo De Golaine nel Premio Latemar 2200 (categoria 115), mentre nella children pony il successo ha arriso a Marta Paletti su Eucalyptus del Sole.
Domani altra giornata intensa di gare per tutte le categorie alla 10 Giorni Equestre dalle 10 del mattino, con l’appuntamento più importante fissato per le 16 circa con il Premio Cassa Rurale di Fiemme della categoria 140 e un montepremi di 3000 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136