QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

C’è molto azzurro nella Manital Torino in arrivo al PalaTrento

martedì, 26 novembre 2013

Trento - Nell’incontro di sabato (palla a due alle 20.30 – prevendite aperte presso la segreteria dell’Aquila Basket in via Fogazzaro fino a venerdì) valido per la decima giornata del campionato Adecco Gold, l’Aquila Basket capolista a quota 14 (insieme a Brescia e Barcellona) ospita al PalaTrento la Manital Torino, che con 12 punti in classifica segue il terzetto di testa.aquila basket

La squadra di coach Pillastrini, promossa in Adecco Gold nella passata stagione al termine di una cavalcata trionfale, è reduce da una beffarda sconfitta in casa per mano di Trieste, che ha espugnato il PalaRuffini grazie a un canestro di Carra negli ultimi secondi dopo aver inseguito a lungo i padroni di casa nel punteggio. Torino è alla sesta trasferta stagionale, e con 4 vittorie e 1 sconfitta nelle precedenti 5 partite esterne guida la virtuale classifica dei punti conquistati fuori casa (curiosamente alla pari proprio con l’Aquila Basket): una dimostrazione di quanto la sfida che aspetta capitan Forray e compagni si preannunci intensa ed appassionante. La neopromossa Torino si è resa protagonista di un’estate da protagonista sul mercato, riuscendo ad accaparrarsi giocatori di categoria superiore e formando una squadra che punta senza mezzi termini alla promozione in serie A: il primo nome che salta agli occhi è quello del capitano della nazionale italiana Stefano Mancinelli, ala classe ’83. Il «Mancio», 144 presenze in Nazionale con 929 punti sembra aver risolto i problemi fisici che lo hanno costretto a un inizio in sordina, e dovrebbe presentarsi a Trento vicino al 100% di forma: il mancino di scuola Fortitudo Bologna, l’anno scorso a Cantù, dopo i 20 punti dell’esordio si è dovuto fermare ai box, ma dopo un mese di stop è riuscito a giocare una decina di minuti contro Trieste la scorsa settimana.

Altro italiano da serie A che ha scelto il capoluogo piemontese è Valerio Amoroso, ala/centro di raro talento e grande concretezza (40 presenze e 300 punti nella Nazionale Italiana): Amoroso, sceso di categoria dopo sette stagioni in serie A chiuse in doppia cifra di punti eccezion fatta per quella di due stagioni fa a Bologna, è un lungo capace di colpire dal perimetro, di fare la voce grossa a rimbalzo e di difendere sia i lunghi che gli esterni avversari, e si presenta come miglior marcatore (18,7 punti a partita) e rimbalzista (8,6) di Torino, tirando anche col 60% da 2 e quasi col 40% da 3. A completare il settore dei lunghi c’è Jakub Wojciechowski, centro polacco nel giro della nazionale biancorossa di 214 cm, 23enne dotato come Amoroso anche di un ottima mano dalla media e dalla lunga distanza: 12,7 punti e oltre 7 rimbalzi le sue medie, con 5/11 da 3 punti in 7 partite. Tra gli esterni, spiccano sugli altri l’ala Marco Evangelisti, da anni tra i migliori realizzatori della terza serie nazionale, capace di segnare anche 26 punti nella vittoria a Napoli (14,4 la sua media stagionale, con buone percentuali al tiro soprattutto da 3 punti e autore di un mortifero 26/27 ai liberi), e la guardia Lorenzo Gergati, protagonista della promozione dello scorso anno e fino ad oggi autore di 14 punti a partita con un massimo di 24 arrivati proprio la scorsa giornata contro Trieste. In cabina di regia c’è un altro giocatore importante come il play Massimo Chessa, lo scorso anno a Verona e in passato nel giro della Nazionale: i suoi numeri parlano di oltre 10 punti a partita con 3,5 assist e altrettanti rimbalzi. A chiudere le rotazioni ci sono Daniele Sandri, guardia/ala di grande intensità, 22 anni, ottimo prospetto di scuola Benetton Treviso, con trascorsi anche in serie A, e Stevan Stoijkov, avversario di Trento nella semifinale playoff della scorsa stagione con la maglia di Brescia. In questo avvio di stagione, poi, Torino ha dovuto fare a meno di Ronald Steele, esterno americano, che dovrebbe essere prossimo al rientro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136