QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Campionato italiano di sci della Protezione civile: i primi vincitori

venerdì, 30 gennaio 2015

Alpe di Pampeago – Una situazione meteorologica impegnativa ha fatto da cornice alle prime gare del Campionato italiano di sci della Protezione Civile. Oggi, sull’alpe di Pampeago, si è disputato lo slalom gigante.

Il maltempo, con una forte nevicata, vento e temperature scese fino a – 8 gradi centigradi, in mattinata ha costretto l’organizzazione a sospendere la prova per alcune categorie, finché nel primo pomeriggio, con il miglioramento delle condizioni, si è potuta concludere in assoluta sicurezza. Oggi quindi sono state attribuite le prime medaglie della competizione; molte agli atleti trentini che si sono piazzati nelle prime posizioni.

Tutto trentino infatti il podio maschile nella categoria A, con Mattia Daldos vincitore, seguito da Michele Varesco e Matteo Camerano. Nella categoria B ha vinto il bolzanino Roland Pflug, seguito dai trentini Moreno Longo e Roberto Daniele. Nella categoria C tre atleti di casa sul podio: Mauro Morandini, primo, Fabrizio Paluselli, secondo e Marco Paina, terzo.
Nella categoria D ha vinto il bolzanino Johann Hofer, secondo il lombardo Paolo Acquistapace e terzo il trentino Maurizio Deflorian.
Nella categoria E primo è risultato Florian Augschöll, di Bolzano, secondo Livio Zugnoni, proveniente dalla Lombardia, e terzo un altro bolzanino, Siegfried Hofer.
In campo femminile, nella categoria A prima Marta Serafin (Friuli Venezia Giulia), seconda Cristina Mariani (Piemonte) e terza Maria Chiara Cavallo (Emilia Romagna); nella categoria B prima e seconda le trentine Emanuela Pedrotti e Daniela Nicolussi, terza Cristiana Bortolotti (Piemonte).
Il Campionato italiano di sci della Protezione Civile, quest’anno alla dodicesima edizione, è organizzato dalla Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e con la Rivista “La Protezione Civile Italiana”. Oltre alle gare di slalom gigante e snowboard, che si svolgono sull’alpe di Pampeago, di fondo, al Passo Lavazé, sono in programma anche un convegno (sabato 31 gennaio alle ore 17.30 al Palafiemme di Cavalese) sul ruolo del volontariato nella Protezione Civile, oltre a escursioni, con gli sci e con le “ciaspole”, le racchette da neve, (oggi per i non sciatori a passo Lavazè con il pranzo in malga) e momenti di socializzazione e divertimento. Ieri l’apertura ufficiale con la sfilata a Cavalese e l’accensione della fiamma. Domani di nuovo in pista per il fondo e lo snowboard, in attesa del convegno nel pomeriggio


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136