QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Campionati del Mondo Under 23: trionfo dei nordici Ek Hagen e Niskanen sui 10 e 15 chilometri

giovedì, 30 gennaio 2014

Val di Fiemme - Sono la norvegese Martine Ek Hagen (nella foto sotto) ed il finlandese Iivo Niskanen, due nordici DOC, i nuovi campioni del mondo Under 23 della 10 e 15 chilometri in tecnica classica ai Campionati del Mondo di Sci Nordico Junior e Under 23 Fiemme 2014. Forza, adrenalina ed un ritmo di gara sostenuto hanno reso anche le prove odierne un autentico spettacolo sugli sci stretti ed il pubblico non ha tardato a riconoscerlo, tributando applausi ed incitazioni per tutti i concorrenti.

Le prime ad infilare i binari dell’arena di Lago di Tesero sono state le ragazze. Fin dai primi rilevamenti la Hagen si è messa a condurre facendo registrare tutti i migliori intertempi, inseguita dalla francese Aymonier e poi da Sundin (SWE) e dalle due tedesche Anger e Schicho. Al rilevamento degli 8,3 km però sia la Anger che la svedese perdevano un po’ lo smalto e scivolavano rispettivamente in 5.a e 11.a posizione. Rinveniva invece la Schicho che saliva in terza piazza e pian piano blindava la sua medaglia di bronzo. Sotto il traguardo nel frattempo il tempo della Hagen si è fermato a 29’18”, il migliore in gara e le è quindi valso il balzo diVal di fiemme 30retto verso l’oro iridato. A quel punto con un ritardo finale di 15” e 30” si piazzavano in seconda e terza piazza la francese Celia Aymonier e la tedesca Elisabeth Schicho, che ieri aveva fatto suo l’oro nella sprint femminile.

IL COMMENTO 

“Oggi avevo le giuste sensazioni – ha commentato la Hagen – ma la gara non è stata affatto semplice e aver vinto questo titolo mi ha dato una grande emozione”.  Tra le portacolori azzurre c’era la triade salita sul podio dei recenti Campionati Italiani Assoluti nella 10 km in classico al gran completo, con la neo campionessa Lucia Scardoni e poi Francesca Baudin e Debora Agreiter, che si sono piazzate rispettivamente 16.a, 6.a e 19.a.  Nella prova uomini, con la neve che cadeva sempre più copiosa sul tracciato di 15 km, il finlandese Iivo Niskanen ha costruito la propria gara nei minimi dettagli ed ha fatto registrare tutti i migliori intermedi fino a sedersi sullo scranno del leader provvisorio. Dietro di lui però si doveva attendere l’arrivo del russo Ustiugov che, risalito in seconda piazza, si era messo a caccia di un’altra vittoria dopo quella conquistata ieri nella sprint. Ma al tempo non si comanda e con il russo che sbucava sul dosso finale nell’arena di Lago il cronometro dava ragione a Niskanen, che così poteva lasciarsi andare in un urlo liberatorio. In terza posizione finiva a quel punto il norvegese Mathias Rundgreen. Si doveva invece accontentare di restare ai piedi del podio il russo Vokuev che era partito bene prendendo la seconda posizione al primo intertempo, ma aveva poi dovuto cedere il passo al compagno Ustiugov ed al norvegese Rundgreen, finendo solo quarto.

IL RITORNO DI TOMBA

Nella flower ceremony a sorpresa è spuntato anche Alberto Tomba, il campione dello sci alpino, che ha premiato il nuovo campione del mondo. “Ho scelto di puntare tutto sulla sciolinatura – ha ammesso Niskanen – ed i miei sci sono stati preparati alla perfezione per la pista di oggi. Ho spinto forte fin dai primi chilometri per star dietro a Rundgreen e poi abbiamo continuato di comune accordo per il resto della gara, è stata una tattica vincente”. Per l’azzurro Rastelli è sembrato di rivivere la gara di poche settimane fa, quando sotto un’abbondante nevicata l’alpino sondriese aveva messo al collo l’argento ai Campionati Italiani Assoluti proprio nella 15 km in classico. Il suo quinto posto odierno è stato il migliore degli italiani, davanti ai vari De Fabiani (11°), Salvadori (19°) e Müller (23°).

LA CLASSIFICA

10 km Donne U23

1. Martine Hagen Ek NOR 29:18.4; 2. Celia Aymonier FRA 29:33.8; 3. Elisabeth Schicho GER 29:48.7; 4. Ragnhild Haga NOR 29:55.5; 5. Laura Gimmler GER 30:05.8; 6. Francesca Baudin ITA 30:13.5; 7. Lucia Anger GER30:20.8; 8. Elena Soboleva RUS 30:21.2; 9. Teresa Stadlober AUT 30:24.5; 10. Daria Godovanuchenko RUS 30:25.8

16. Lucia Scardoni ITA 30:51.6; 19. Debora Agreiter ITA 31:13.1; 25. Giulia Stuerz ITA 31:35.9

15 km Uomini U23

1 Iivo Niskanen FIN 38:26.6, 2 Sergey Ustiugov RUS 38:44.0, 3 Mathias Rundgreen NOR 38:54.3, 4 Ermil Vokuev RUS 39:07.5, 5 Maicol Rastelli ITA 39:24.1, 6 Martin Loewstroem Nyenget NOR 39:38.0, 7 Thomas Wick GER 39:42.0, 8 Damien Tarantola FRA 39:54.4, 9 Perttu Hyvarinen FIN 40:08.5, 10 Florian Notz GER 40:11.8

11 Francesco De Fabiani ITA 40:12.5, 19 Giandomenico Salvatori ITA 40:40.8, 23 Claudio Muller ITA 41:03.8

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136