QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio, Trento ufficialmente presentato: svelati anche i numeri di maglia

venerdì, 4 agosto 2017

Ravina – Nella prestigiosa cornice della Locanda Margon a Ravina si alza ufficialmente il sipario sulla stagione 2017/2018 del Trento, con la presentazione dello staff e della rosa che si prepara ad affrontare la Serie D. Un campionato impegnativo, il primo fuori dai confini regionali per il nuovo ciclo societario iniziato appena tre anni fa.

calcio trento prima squadraLa giornata di presentazione ufficiale è stata aperta dal direttore generale Fabrizio Brunialti che ha sottolineato come “la nostra attività per questa stagione sportiva è partita da diverso tempo, ma oggi è l’evento ufficiale che dà il via ufficiale all’anno sportivo 2017-2018. La squadra tornerà a difendere i colori della città fuori dai confini regionali, questo era il primo obiettivo della dirigenza fin dall’inizio, e non vediamo l’ora di confrontarci con campionati che sono più confacenti alla città capoluogo della nostra provincia.

Abbiamo allestito una rosa competitiva con numerosissime novità sia sul fronte dello staff tecnico che sul lato della rosa. La piazza è ambiziosa e vuole tornare a coinvolgere il pubblico per farlo gioire delle vittorie. Proprio per questo – conclude il dg aquilotto – abbiamo scelto questa giornata per dare il via alla campagna abbonamenti, augurandoci che la piazza risponda presente e sempre più persone possano affiancarsi a noi per seguire la squadra nell’avventura extraregionale.”

ac trentoDopo la presentazione del nuovo staff tecnico la parola è passata al neo allenatore Roberto Vecchiato che ha esordito in maniera netta, affermando di voler “riportare il Trento dove compete a questa città per storia e tradizione. Vorrei rivedere la mia squadra almeno nelle stesse posizioni dove l’ho lasciata dodici anni fa da calciatore: dobbiamo diventare l’orgoglio di questa città.”

L’intervento del mister è stato seguito da quelli delle autorità istituzionali, presenti a livello provinciale con gli assessori Carlo Daldoss, Luca Zeni e Tiziano Mellarini. Quest’ultimo ha rimarcato come nel Trento vi sia “una vera progettualità, un’accurata pianificazione che parte dal settore giovanile fino ad arrivare alla prima squadra. C’è tanto entusiasmo, oggi il calcio a Trento sta tornando ad essere il movimento trainante: sono sicuro porterà grandissimi risultati e l’amministrazione provinciale, a cominciare dal Presidente Ugo Rossi di cui vi porto i saluti, sarà vicina a questo progetto perché oggi anche il calcio trentino ritorna sulle scene nazionali con la squadra del capoluogo.”

La giunta comunale, rappresentata anche dall’assessore Roberto Stanchina, ha portato il proprio saluto attraverso le parole del sindaco Alessandro Andreatta: “Essere qui per noi è soprattutto un’occasione per salutare il presidente Mauro Giacca ed il suo sempre più competente staff di dirigenti e collaboratori. Ma ci offre soprattutto l’opportunità per dire ai giocatori che si trovano in una città dal grande humus sportivo, un contesto favorevole per tutti gli sport e finalmente, grazie a questo Trento, anche al calcio che resta la disciplina più praticata al mondo, in Italia e nel nostro territorio, un territorio che torna ad essere ambizioso.”

Prima della presentazione ufficiale delle maglie è stato il turno del” deus ex machina” della rosa trentina, il direttore sportivo Claudio Rastelli: “Colgo palla al balzo per scusarmi pubblicamente con la squadra e con lo staff tecnico, come già fatto in spogliatoio, per questa serie di amichevoli così impegnative e senza soluzione di continuità. Siamo consci di aver messo in difficoltà il mister ed il gruppo, in gran parte nuovo e quindi bisognoso di un giusto periodo di amalgama che si è ritrovato a confrontarsi con una serie di partite fuori portata. È stata un’opportunità unica per farci conoscere a livello nazionale, sia a livello tecnico che di immagine, ed ora abbiamo le condizioni per arrivare nel migliore dei modi agli impegni ufficiali che ci attendono da fine mese.

Le linee guida con le quali abbiamo costruito la nostra squadra – ha concluso il ds gialloblu – sono state improntate al coinvolgimento di atleti che avessero la nostra stessa fame di crescita ed alla maggiore valorizzazione possibile sia del nostro settore giovanile che del nostro territorio. Abbiamo portato qui tanti giocatori regionali che hanno accettato di indossare questa maglia: è un privilegio per loro e anche per noi.”

Lo stesso Rastelli ha poi ufficializzato i numeri di maglia che accompagneranno i calciatori aquilotti in questa stagione, chiamando uno ad uno gli atleti della prima squadra:
1) Stefano Scali, 2) Jacopo Toscano, 3) Emanuele Rippa, 4) Alessio Casagrande, 5) Pietro Cascone, 6) Nicola Calcagnotto, 7) Giovanni Paoli, 8) Alessandro Furlan, 9) Tommaso Lella, 10) Salvatore Lillo, 11) Marco Duravìa, 12) Andrea Cuoco, 13) Nicola Cavagna, 14) Moustapha Diop, 15) Kelvin Appiah, 17) Badjan Bakari, 18) Alessio Bertaso, 20) Michael Bacher, 21) Andrea Gattamelata, 22) Mattia Grubizza, 23) Lorenzo Ferraglia, 24) Marco Osti, 25) Stefano Dallavalle, 26) Matteo Trevisan, 27) Lorenzo Boldini.
Sono rimasti liberi il 16 ed il 19, in attesa degli ultimi movimenti di mercato cui il presidente Giacca, ringraziando gli ospiti, ha fatto un veloce accenno in chiusura insieme ai progetti che la società ha in serbo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136