QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio, sfida nel segno della solidarietà tra Trento e Südtirol

sabato, 13 maggio 2017

Trento – Una sfida nel segno della solidarietà. Tra giocatori in prova e giocate di fino è andato in scena al Briamasco l’annuale appuntamento sociale: Trento e Südtirol hanno dato vita ad un match piacevole e giocato su buoni ritmi che ha deliziato il pubblico giunto per salutare l’ultima uscita stagionale delle due compagini e sostenere la ricerca attraverso le donazioni alla Lega Italiana Lotta ai Tumori e l’Associazione Donatori Midollo Osseo (Nella foto @Ac Trento un’azione della gara).Trento-Südtirol 9

I primi a rendersi pericolosi sono gli ospiti con il tiro di Furlan al 4’ che finisce a lato al quale rispondono un minuto dopo i padroni di casa che liberano Conci al tiro dal limite, la respinta finisce a Gattamelata che di sinistro impegna severamente Fortunato.

Al 10’ i biancorossi vanno vicini al vantaggio: cross di Furlan dalla destra e colpo di testa di Rantier che si spegne oltre il palo alla sinistra di Scali.

Tre minuti più tardi inizia il monologo di Michael Cia: l’esperto centrocampista altoatesino ci prova prima al 13’ di destro, poi di testa al 17’, e infine di sinistro al 20’.

Il gran darsi da fare del numero sette biancorosso viene premiato con un missile terra-aria che al 24’ si infila nel sette alla sinistra dell’estremo difensore aquilotto. Il centrocampista altoatesino potrebbe ripetersi un minuto dopo, ma stavolta è bravo Scali a deviargli in angolo il tocco dal limite dell’area piccola.

L’estremo difensore aquilotto si supera al 31’ quando Bertone mette una gran palla dalla linea di fondo verso Rantier che dal limite dell’area piccola trova la strabiliante risposta di Scali.

La prima frazione si chiude col Trento che si riaffaccia nell’area di rigore ospite: il destro potente di Boldini viene contrato in angolo dalla ferrea difesa ospite. La ripresa si apre col tiro da fuori di Gliozzi per gli ospiti che finisce a lato cui fa eco una percussione sulla sinistra che al 57’ consente a Lupoli, liberatosi in area, di portare il Sudtirol sul 2-0.

Il Trento non ci sta e al 61’ ci pensa Boldini a dare un’accelerata con il dai e vai sul versante mancino 0” che gli permette di servire il giovane Pangrazzi che al primo pallone giocato insacca, accorciando le distanze.

Al 63’ è Tulli ad impegnare Demetz in presa bassa con Pangrazzi che prova a bissare l’exploit con un gran destro in corsa che sfiora la base del palo alla destra di Marcone. Dal possibile pareggio alla rete che di fatto chiude la gara: Gliozzi alla mezzora della ripresa porta gli altoatesini sul 3-1 al termine di un’azione insistita degli ospiti. C’è ancora spazio per un’altra rete: a realizzarla è Betteto che supera Demetz a quattro minuti dal termine con un sinistro tanto potente quanto preciso.

La volata di Boldini verso la porta di Marcone, chiusa con un sinistro che esce di poco oltre il palo più lontano, chiude di fatto una gara nella quale a vincere è stata la solidarietà mostrata dal pubblico del Briamasco con le donazioni a LILT e ADMO.

IL TABELLINO 

Trento–Südtirol 1-4
Trento: Scali, Acka, Fornasier, Casagrande, Cascone, Lucena, Conci, Boldini, Gherardi, Gattamelata, Bentivoglio. All. Manfioletti
A disposizione: Demetz, Rizzon, Di Fusco, Panizza, Borghesi, Niang, Pangrazzi.
Südtirol: Fortunato, Tait, Lomolino, Brugger, Bertoni, Riccardi, Cia, Furlan, Spagnoli, Rantier, Forti. All. Colombo
A disposizione: Marcone, Baldan, Carella, Betteto, Broh, Gliozzi, Tulli, Lupoli, Montaperto.
Reti: Cia (S) 24’, Lupoli (S) 57’, Pangrazzi (T) 61’, Gliozzi (S) 75’, Betteto (S) 86’
Arbitro: Davide Barozzi di Rovereto (assistenti Luigi Capogrosso e Antonio Marcaccio di Trento)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136