QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio, Serie D: nel Girone B il Trento va ko in casa contro il Ciserano (2-1). TABELLINO

domenica, 17 settembre 2017

Trento – Dopo il Caravaggio, anche il Ciserano espugna l’impianto di via Sanseverino e condanna la formazione gialloblù alla seconda sconfitta davanti al pubblico amico. calcio trentoI bergamaschi piazzano un micidiale “uno – due” a metà della prima frazione a firma di Comi e Ghisalberti, poi incassano il bel gol di Lella, che riapre l’incontro, e nei restanti cinquantacinque minuti si difendono con ordine. Nella ripresa il tecnico gialloblù le prova tutte, affidandosi anche ad uno spregiudicato “4-2-4″, ma il risultato non cambia più. Domenica prossima trasferta in terra lombarda sul campo dello Scanzorosciate.

CRONACA
Vecchiato si affida ancora al “4-3-3″ e ripropone Paoli, vero e proprio “tuttofare” dell’organico, nel ruolo di attaccante esterno a fianco di Lella e Lillo. In mediana si rivede Boldini, mentre la retroguardia è composta per trequarti da “under”. Cambio di modulo rispetto alle previsioni della vigilia, invece, per il Ciserano, che propone Cariello quale “falso” trequartista, che si occupa della marcatura (praticamente a uomo) di Bacher.

Il primo sussulto del match è di marca gialloblù: Lella s’invola sulla sinistra e poi, da posizione defilata, cerca il colpo da biliardo, ma il pallone si perde alto sopra la traversa. La replica bergamasca giunge due minuti più tardi con il traversone di Cannataro che non viene raccolto da nessun compagno. In questa fase dell’incontro la compagine lombarda tiene in mano il pallino del gioco: al 17′ Cortinovis stacca più alto di tutti sugli sviluppi di un corner, ma non trova la porta, ma il vantaggio è rinviato solamente di sette minuti. Al 24′, infatti, il Ciserano passa a condurre: Ghisalberti si libera sulla sinistra e poi crossa a centroarea per Comi che, s’infila tra Diop e Badjan, e con un colpo di testa in tuffo batte Cuoco.

Il Trento accusa il colpo e al minuto 27 capitola nuovamente: lancio dalle retrovie per Ghisalberti che scappa sul filo del fuorigioco e poi scavalca Cuoco in uscita con un delicato lob che non dà scampo all’estremo difensore gialloblù. Vecchiato si sgola dalla panchina e il match cambia subito inerzia perché gli aquilotti iniziano a spingere forte e al 35′ riaprono l’incontro: Furlan crossa dalla destra, il portiere ospite Bolis sbaglia completamente il tempo dell’uscita e Lella è bravissimo nel batterlo con un colpo di testa a parabola che gonfia il sacco e riporta il Trento “dentro” la partita. Il centravanti è assolutamente ispirato e al 42′ sale in cielo per incornare il traversone di Paoli: palla alta di poco sopra la traversa.

Nella ripresa l’allenatore trentino prova a rimescolare subito le carte, togliendo dal campo Paoli e Boldini e inserendo sia Zecchinato che Kyeremateng. Al 49′ è però il Ciserano a sfiorare il tris con una conclusione dal limite dell’area di Cariello che, deviata da un difensore, si accomoda di pochissimo sul fondo. Il ritmo si alza e Furlan cerca i pali dal limite dell’area con un tiro a pelo d’erba che Bolis blocca in due tempi (55′) e, dopo altri tre cambi tra le fila gialloblù, al 63′ Crociati rischia l’autorete ma buon per lui che il proprio portiere sia ben piazzato. Zecchinato incorna alto (69′), poi il Ciserano ha due grandi occasioni per chiudere i conti, ma prima il suo rasoterra finisce a lato di pochissimo (70′) e poi il lob del fantasista ospite non inquadra lo specchio della porta (72′). Il Trento riordina le idee e, nel finale si getta in avanti praticamente con tutti gli effettivi: a dieci minuti dallo scadere Furlan pesca in area Lella, la cui schiacciata aerea termina a lato di un nonnulla, ma subito dopo, in ripartenza, il Ciserano potrebbe mettere la parola “fine” all’incontro, ma Serafini spedisce alto dal limite dell’area con la porta completamente sguarnita.

L’arbitro concede ben otto minuti di recupero e, in pieno overtime, Lella insacca di testa, ma il direttore di gara annulla la marcatura per una carica del centravanti del Trento ai danni del portiere del Ciserano. Non accade più nulla: la squadra ospite passa per 2 a 1 e condanna gli aquilotti al terzo stop in quattro giornate.

TABELLINO

TRENTO – CISERANO 1-2

TRENTO (4-3-3): Cuoco; Toscani, Calcagnotto (17′st Casagrande), Diop, Badjan; Furlan, Bacher (13′st Bertaso), Boldini (1′st Zecchinato); Paoli (1′st Kyeremateng), Lella, Lillo (13′st Duravia).

A disposizione: Grubizza, Rippa, Gattamelata, Ferraglia.

Allenatore: Roberto Vecchiato.

CISERANO (4-3-1-2): Bolis; Foglieni, Cortinovis, Crociati, Sobacchi; Marino (23′st Garofoli), Cannataro (40′st Giovanditti), Scampini (52′st Suardi); Cariello; Comi (7′st Serafini), Ghisalberti (43′st Ronchi).

A disposizione: Scarcella, Siviero, Davenia, Tocchi.

Allenatore: Claudio Spelta (Viganò squalificato).

ARBITRO: Spataru di Siena (Lamannis e Lazzaroni di Udine).

RETI: 24′pt Comi (C), 27′pt Ghisalberti (C), 35′pt Lella (T).

NOTE: Campo in buone condizioni. Spettatori 350 circa. Ammoniti Furlan (T), Sobacchi (C), Cannataro (C), Crociati (C) per gioco falloso e Kyeremateng (T) per comportamento non regolamentare. Calci d’angolo 5 a 5. Recupero 2′ + 8′.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136