QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio: nell’amichevole di Storo il Palermo batte i ciprioti dell’Apollon. Decide Belotti

domenica, 3 agosto 2014

Storo – Il Palermo batte l’Apollon, decide un rigore di Belotti. Parte con il piede giusto il Palermo nella serie di amichevoli previste durante il ritiro dei rosanero in Valle del Chiese: in uno stadio “Grilli” di Storo affollato da circa 300 persone grazie anche ai prezzi popolari (5 euro il biglietto intero, under 16 gratis) e davanti agli occhi del patron Maurizio Zamparini – che ha elogiato a più riprese la location e l’organizzazione chiesane -, i rosanero hanno battuto di misura i ciprioti dell’Apollon Limassol: a decidere un rigore di Andrea Belotti (nella foto sotto), che ad inizio ripresa ha spiazzato il portiere avversario Bruno Esteves. Diverse le occasioni create nell’arco dei 90 minuti dai siciliani, che però si sono dimostrati poco cinici in fase di finalizzazione del gioco, tanto che mister Giuseppe Iachini spera nell’arrivo di una punta di prima fascia.

LA GARA

Fin dalle prime battute, i rosanero provano a incidere: dopo un tiro del ciprioPalermo, Belotti 1ta Basileiou dalla distanza, che non impensierisce Ujkani, Rigoni è pericolosissimo con un destro a giro dai venticinque metri che termina a lato di poco. È poi l’ultimo arrivato Feddal (arrivato nelle ore scorse), liberato da una sponda di Struna, a mandare il pallone di poco alto sopra la traversa in girata. Uno splendido lancio di Vazquez per Belotti mette in grande difficoltà il centrale Angeles, che per anticipare il proprio portiere rischia un clamoroso autogol con un pallonetto che finisce per sua fortuna sul fondo. Sull’angolo Terzi non trova lo specchio in mischia. La velocità di Guie-Guie mette a dura prova il terzetto difensivo rosanero: in due circostanze nel giro di un minuto l’attaccante dei ciprioti manda il pallone di poco alto. Nel finale di t empo sono Quaison, Vazquez e Belotti ad impensierire Esteves. Al 32′ lo svedese colpisce di testa su un bel cross dalla sinistra di Daprelà, ma la sua conclusione risulta centrale. Il “Mudo” ci prova prima con il sinistro, poi di testa: il risultato non si sblocca. L’ultima chance è per il “Gallo”, che si libera del diretto marcatore ma trova le gambe di Esteves a respingere il tiro.

La ripresa inizia nel migliore dei modi per i rosanero. Al 7′ Merkes interviene in maniera scomposta su Belotti in piena area: Mazzoleni non ha dubbi ed indica il dischetto. Il “Gallo” spiazza, sempre al 7′, il portiere dei ciprioti Esteves. Il Palermo si porta sull’1-0. Sette minuti più tardi Iachini cambia dieci undicesimi della formazione scesa in campo dal 1′: in campo resta solo il portiere Ujkani. I rosanero adesso schierano Morganella e Pisano sulle fasce, mentre Munoz, Milanovic ed Andelkovic formano il reparto arretrato. Linea di centrocampo con Bolzoni, Ngoyi e Barreto, attacco con Dybala ed Hernandez. Sono proprio le due punte del Palermo a sfiorare la rete al 14′, ma il loro splendido scambio viene stoppato dal portiere Esteves. Dopo un colpo di testa di Milanovic fuori misura, il capitano prova a salire in cattedra. Barreto riceve una gran palla da Ngoyi e stoppa perfettamente in area. Il numero 8 prova a saltare Esteves che riesce però a fermarne l’iniziativa. Il Palermo è costretto a disputare gli ultimi minuti dell’incontro in dieci uomini per un’espulsione comminata da Mazzoleni a Bolzoni per proteste. Hernandez sfiora due volte il raddoppio (prima calcia debolmente, poi non centra lo specchio), ma il risultato non cambia.

A bocce ferme, mister Iachini può sorridere per un buon risultato ed un’ottima prestazione contro una formazione che disputerà l’ultimo turno preliminare per l’accesso all’Europa League: a poco meno di un mese dall’inizio del campionato sono tante le note positive che confortano il lavoro dello staff rosanero, che si sta trovando a proprio agio in riva al Chiese.

Il secondo test contro il Brescia costituirà un altro importante banco di prova in vista del prossimo campionato: la sede è sempre la medesima, l’accogliente Stadio “Grilli” di Storo, dove il Comitato organizzatore ha confermato i prezzi “anticrisi”, così da permettere a tifosi ed appassionati di assistere con soli 5 euro ad un grande match tra due big del calcio italiano.

Palermo – Apollon Limassol 1-0

Reti: 7′ st rig. Belotti (P)
Palermo: Ujkani; Vitiello (14′ st Munoz), Terzi (14′ st Milanovic), Feddal (14′ st Andelkovic); Struna (14′ st Morganella), Quaison (14′ st Bolzoni), Rigoni (14′ st Barreto), Chochev (14′ st Pisano), Daprelà (14′ st Ngoyi); Belotti (14′ st Hernandez), Vazquez (14′ st Dybala). All. Iachini
Apollon Limassol: Esteves; Mulder (14′ st Stuianou), Merkes, Angeles, Basileiou; Hamdani, Bertrand (38′ st Alastar); Papoules (14′ st Rezek), Meriem (19′ st Lopez), Sangoy; Guié-Guié (14′ st Rogerio). All. Christotorou
Arbitro: Mazzoleni di Bergamo (Paganessi di Bergamo e Vivenzi di Brescia)
Note: 300 spettatori circa; espulso al 34′ st Bolzoni (P) per proteste


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136