QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio, Mondiali 2018: la Germania farà il ritiro in Alto Adige

venerdì, 6 ottobre 2017

Appiano - Mondiali di calcio 2018, Germania in ritiro in Alto Adige. Ora è ufficiale: anche nel 2018 la nazionale tedesca di calcio preparerà i Mondiali in Alto Adige. Come nel 2010, ritiro ad Appiano, date ancora da definire.

Germania Alto Adige 1

Accordo raggiunto per la Germania in ritiro ad Appiano: Friedrich Curtius (segretario generale DFB), Arno Kompatscher, Reinhard Grindel e Wilfried Trettl (nella foto DFB/Philipp Reinhard)

Con il risultato di questa sera (5 ottobre) in Irlanda del Nord, la Germania ha staccato definitivamente il biglietto per i Mondiali di calcio di Russia 2018, annunciando contemporaneamente che il ritiro di preparazione al torneo iridato avrà luogo nuovamente in Alto Adige. Si tratta della quarta volta, la terza consecutiva, che la nazionale tedesca svolge il raduno in Provincia di Bolzano: nel 1990 a Caldaro, nel 2010 ad Appiano, nel 2014 in Val Passiria, mentre questa volta toccherà di nuovo ad Appiano. Sede del ritiro, le cui date non sono ancora state definite, sarà l’Hotel Weinegg di Cornaiano, mentre gli allenamenti si terranno alla zona sportiva di Maso Ronco. L’accordo è stato sottoscritto dal presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher, dal sindaco di Appiano Wilfried Trettl e dal presidente della federcalcio tedesca (DFB) Reinhard Grindel.

“Siamo orgogliosi che la federcalcio germanica abbia scelto l’Alto Adige come sede del proprio ritiro pre-mondiale per la terza volta consecutiva – sottolinea Arno Kompatscher – il fatto che la nazionale campione del mondo in carica dello sport più importante e conosciuto torni regolarmente nella nostra terra dimostra che le condizioni che possiamo offrire dal punto di vista sia delle strutture sportive, che di quelle ricettive, sono ideali”. Una considerazione, quest’ultima, condivisa appieno dal presidente della DFB Reinhard Grindel: “Lo staff tecnico guidato dall’allenatore Jogi Löw e dal team-manager Oliver Bierhoff dà grande importanza al fatto che la preparazione pre-mondiale si svolga al meglio, e che tutti i dettagli vengano curati con largo anticipo. Ringrazio fin d’ora lo straordinario impegno dei nostri partner altoatesini che, così come già accaduto in passato, stanno facendo tutto il possibile, mettendoci cuore e passione, per poter offrire le migliori condizioni di lavoro possibili alla squadra, allo staff, ai dirigenti e ai rappresentanti dei media”.

Il team-manager Oliver Bierhoff aggiunge di “non vedere l’ora di affrontare il ritiro in Alto Adige, dove siamo sempre accolti con professionalità, affidabilità e cortesia”, mentre l’allenatore Jogi Löw sottolinea che “durante il raduno costruiremo le basi per affrontare un Mondiale che richiede un enorme sforzo fisico e mentale. In Alto Adige ci siamo sempre trovati benissimo, le strutture di allenamento sono ottimali, e si riesce a combinare al meglio la massima concentrazione per allenarsi in maniera intensa con la possibilità di rigenerarsi e rilassarsi”. Proprio questi ultimi due fattori, secondo il presidente Arno Kompatscher, possono rappresentare dei messaggi cruciali per i tanti potenziali turisti: “La Germania – conclude Kompatscher – è e resta il nostro più importante mercato turistico. Il ritiro della nazionale tedesca ci consente di incrementare ulteriormente l’attrattività e la conoscenza della nostra regione”.

Soddisfatti, infine, il sindaco di Appiano Wilfried Trettl, il suo vice Massimo Cleva e il presidente dell’associazione turistica Philipp Waldthaler, che vedono premiato l’impegno per migliorare la zona sportiva di Maso Ronco: “Le strutture sono davvero all’avanguardia – sottolineano – e ciò grazie agli sforzi comuni di Provincia di Bolzano e amministrazione municipale: con gli investimenti effettuati negli anni, quella di Maso Ronco è diventata una zona sportiva in grado di offrire le migliori condizioni di allenamento possibili non solo alle formazioni locali, ma anche alle migliori squadre a livello mondiale”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136