QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Calcio giovanile: ad Arco il Trofeo Beppe Viola 2018 sarà ancora più internazionale

giovedì, 16 novembre 2017

Arco – Quattro rinomati club stranieri, oltre al meglio del calcio giovanile italiano. Sarà un Trofeo Beppe Viola ancor più internazionale quello che dall’8 al 13 marzo 2018 porterà i talenti del futuro ad Arco (Trento), per una edizione numero 47 pronta a ripartire da solide basi: qualità della partecipazione, efficacia organizzativa, seguito tra gli appassionati degli incontri che anche nel 2017 hanno messo in mostra i migliori talenti dei vivai italiani e non.

atalanta torneo beppe viola arcoUfficializzate le date 2018, gli organizzatori puntano ora ad incrementare la quota di squadre straniere. Lo scorso anno, infatti, furono il Partizan Belgrado e il Nordsjaelland a conferire il tradizionale tocco di internazionalità all’evento: i danesi si sono confermati squadra ostica, uscendo da imbattuti con tre pareggi in tre partite (2-2 col Torino, 0-0 col Verona e 1-1 con l’Inter), i serbi del Partizan sono arrivati a giocarsi il successo assoluto nella finale con l’Atalanta, dopo aver eliminato in semifinale la Roma con un autoritario 4-1.

Legando una tradizione d’eccellenza alla volontà di innovare e migliorare sempre più il torneo, quest’anno punteremo a dare al Trofeo Beppe Viola un respiro ancor più internazionale – spiega Marco Benedetti, Presidente del Comitato Organizzatore – fermo restando il coinvolgimento dei maggiori club italiani della categoria U17. Lo scorso anno abbiamo applaudito, fra le altre, l’Atalanta che ha bissato il successo del 2016 e le semifinaliste Roma e Inter, quest’ultima trionfatrice poi nella finale scudetto, proprio con i bergamaschi. Il Beppe Viola punta a confermarsi palcoscenico per futuri campioni della nazionale azzurra e non solo“.

35 anni senza Beppe Viola: la sua passione rivive nel “Trofeo”

Beppe Viola ci lasciava troppo presto. Il talentuoso giornalista sportivo, compositore e artista milanese morì a 42 anni, di domenica sera, per un’emorragia cerebrale, mentre stava preparando un servizio della partita fra Inter e Napoli (2-2), valida per la sesta giornata della Serie A, cui aveva assistito al “Meazza” nel pomeriggio. Una perdita enorme per gli amanti dello sport, il giornalismo e tutte le persone che avevano avuto la fortuna di conoscerlo. In sua memoria, gli organizzatori del Torneo Città di Arco decisero di ribattezzarlo Trofeo Beppe Viola.

La passione per lo sport, per il calcio soprattutto, e la volontà di mettere in luce e valorizzare i campioni di domani: non potevamo scegliere modo migliore per ricordare Beppe Viola. L’evento sta crescendo, pur nel solco della tradizione, e il 2018 sarà un’ulteriore tappa di questa evoluzione per ricordare degnamente un personaggio che sapeva abbinare sport e cultura”, spiega Marco Benedetti, presidente del Trofeo Beppe Viola.

La macchina organizzativa viaggia a pieno regime e il 47° Trofeo Beppe Viola (8-13 marzo 2018) può già vantare le prime, prestigiose adesioni. Vincitrice delle edizioni 2016 e 2017 (e in totale di 5 delle ultime 12), l’Atalanta ha confermato la propria partecipazione. Sulla sua strada, la squadra bergamasca – seconda nel Campionato italiano U17 A-B nella passata stagione e nel proprio girone quest’anno – potrebbe incontrare di nuovo i serbi del Partizan, finalisti del Beppe Viola 2017 e miglior vivaio d’Europa secondo l’International Centre for Sport Studies di Neuchatel.

Al Trofeo Beppe Viola 2018 risponderà presente anche l’AS Roma, che si è imposta nel Torneo Città di Arco nel 1994,1998, 2001, 2005 e nel 2010, mentre lo scorso anno dovette fermare la propria corsa davanti al Partizan.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136