QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Calcio, Eccellenza: Trento travolgente col San Giorgio di Morini, +10 sulla seconda. TABELLINO

lunedì, 20 febbraio 2017

Trento – Per la quinta volta in stagione il Trento realizza cinque reti e questa volta, vittima il San Giorgio di Morini, potrebbe significare via libero definitivo alla promozione in Serie D. Foto Ph. Elite Studio

Sono dieci ora i punti di vantaggio sul Bozner secondo della classe per una capolista che scende in campo con le sole novità, rispetto a domenica scorsa, di Demetz per Scali in porta, Acka nel ruolo di laterale destro di difesa e Rizzon che torna nell’undici iniziale al posto di Cascone. trento calcioI gialloblù partono a spron battuto e dopo nove minuti potrebbero passare in vantaggio: lancio di Lucena per Conci che elude il fuorigioco ospite e si invola verso Negri, resistendo alla carica di Brugger. Rasoterra ad incrociare per il numero 11 aquilotto e sfera che lambisce il palo alla destra dell’estremo difensore biancorosso. È Casagrande al 17’ a tentare la via della rete ed anche lui fallisce una facile occasione deviando dal limite dell’area piccola il cross dalla sinistra di Di Fusco sugli sviluppi di uno schema da calcio piazzato: piatto a colpo sicuro e palla che ottiene la medesima sorte dell’azione precedente. Al 21’ si fa vedere il San Giorgio con una percussione di Hochwieser che riesce a servire Schwingshackl la cui conclusione dal limite finisce a lato senza impensierire Demetz.

Un minuto dopo arriva la pronta risposta di Conci che trova un chirurgico corridoio in verticale nel quale si infila Di Fusco che si invola verso la porta e ai dieci metri lascia partire un sinistro potente che sfiora la parte alta della traversa. Ancora Hochwieser alleggerisce la pressione del Trento all’area pusterese con un colpo di testa al 25’ sugli sviluppi di un corner, trovando Demetz pronto alla presa.

Al 25’ Gherardi prova ad impensierire Negri con un destro dalla distanza che il classe ‘97 blocca agevolmente. Un minuto dopo un altro lancio illuminante di Lucena arriva a Boldini che trova il varco sulla sinistra, entra in area palla al piede, converge e lascia partire un destro a rientrare che sfiora il palo più lontano.

Al 33’ Acka sforna due assist consecutivi per i compagni: sul primo è Conci di testa a saggiare la bravura di Negri che vola alla propria sinistra a togliere la palla dal sacco; sul secondo è la deviazione aerea di Brusco a mettere l’estremo ospite nelle condizioni di alzare la traiettoria maligna sopra la traversa. La rete è nell’aria, il San Giorgio accusa il primo, vistoso calo della giornata ed al 35’ il Trento si fionda sulla preda con Di Fusco che consegna l’assist millimetrico per la testa del solito, implacabile Gherardi.

Nel recupero un altro cross dalla sinistra, questa volta di Boldini, potrebbe portare subito il raddoppio, ma il destro di Brusco trova la base del palo. La seconda rete arriva comunque ad inizio ripresa. Dopo un tentativo dello stesso Brusco dalla distanza dopo cinque minuti, è Appiah ad entrare di forza in area di rigore da destra: sinistro potente che il portiere del San Giorgio respinge sui piedi di Conci che non perdona Harrasser e compagni. Al 12’ è ancora Brusco a dettare il passaggio allo stesso Appiah che serve in verticale il numero 7 aquilotto: conclusione che rimbalza su Negri pronto all’uscita tempestiva.

Una serie di occasioni da una parte e dall’altra fanno da preludio al gran finale della capolista che colpisce al 34’ quando Bentivoglio crossa dalla destra per la testa di Conci che anticipa due difensori e mette la palla nell’angolino più lontano. La doppietta dell’attaccante noneso dà il la a quella di Gherardi che al 37’ si fa trovare pronto sull’ennesimo cioccolatino recapitato da Di Fusco dalla sinistra per il 4-0 in torsione che porta a 24 le reti realizzate dall’airone felsineo in questo campionato.La gara si chiude al 41’ con il 5-0 siglato da uno scatenato Conci che si prende lo sfizio della tripletta, portandosi a casa il pallone scaraventato in rete dopo un errato disimpegno difensivo del San Giorgio.

Mercoledì 22 si torna in campo: alle 14:30 lo Stadio Briamasco ospita la prima partita del triangolare valido per gli ottavi di finale della fase nazionale della Coppa Italia riservata alle squadre di Eccellenza che hanno conquistato il relativo trofeo regionale.

Ad affrontare il Trento sarà la Gemonese, compagine friulana che occupa il secondo posto nel proprio campionato. La perdente della sfida incontrerà mercoledì 1° marzo la Clodiense, mentre la vincente disputerà l’8 marzo la terza e ultima gara contro la società di Chioggia. Non sono previsti supplementari e rigori in caso di pareggio: laddove nessuna delle due compagini prevalesse, saranno i gialloblù a giocare la partita successiva in trasferta contro la Clodiense.

Il tabellino di Trento 5 – San Giorgio 0

RetiGherardi 35’ p.t., Conci (T) 10’ e 34 s.t., Gherardi 37’ s.t., Conci (T) 41’ s.t.
Trento (4-3-3): Demetz; Acka, Rizzon (16’ s.t. Menegot), Casagrande, Di Fusco; Appiah, Lucena, Boldini (32’ s.t. Cascone); Brusco (21’ s.t. Bentivoglio), Gherardi, Conci. All. Manfioletti
A disposizione: Scali, Bianchi, Ferrarese, Ferraglia.
San Giorgio (4-4-1-1): Negri; Aichner, Althuber, Brugger, R. Harrasser; Schwingshackl, Ziviani, Felder, Piffrader; B. Harrasser; Hochwieser. All. Morini
A disposizione: Stufferin, Winkler, Murano, Pichler.
Arbitro: Daljit Singh di Macerata (assistenti Parisi e Menolli di Rovereto)
AmmonitoDi Fusco (T) 20’ s.t.

Note: Campo in buone condizioni, spettatori 300 circa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136