QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Calcio: al Brescia la Coppa Italia femminile, Agsm Verona ko

lunedì, 13 giugno 2016

Firenze – Il Brescia fa il bis e dopo lo scudetto appena conquistato c’entra anche la Coppa Italia femminile battendo per 2-1 l’AGSM Verona sul manto artificiale del Centro di Formazione Federale FIGC-LND “Gino Bozzi” di Firenze davanti a più di 500 spettatori. Una partita vero e proprio spot del calcio femminile, combattuta dal 1’ all’ultimo minuto tra le due squadre che forse ora sono le più forti in Italia. brescia femminileIl Verona ha cullato il sogno vittoria per 19’, dal gol della Bonetti al 6’pt fino al pareggio della Bonansea al 25’. Poi il Brescia è salito di ritmo ed ha messo alle strette le scaligere trovando la rete del successo in chiusura del primo tempo con un euro gol dalla distanza della Mele. L’AGSM Verona ha provato a reagire, ha creato qualche pericolo alle avversarie ma il Brescia ha retto bene e il caldo asfissiante non ha certo aiutato chi doveva rimontare. Tra le venete si son sentite le assenze di Melania Gabbiadini, Stephanie Ohrstrom, Cecilia Salvai e Desirè Marconi. Bonansea protagonista del match con un gol e un assist. In campo tra le scaligere tre calciatrici classe 2000,. Anche se hanno fatto bene in una finale certe differenze alla fine si sentono. Esausta ma colma di felicità Milena Bertolini:” Non era facile, abbiamo incontrato un grande avversario che ci ha messo qualità e cuore. Siamo state brave a non disunirci dopo lo svantaggio iniziale, abbiamo reagito da grande squadra. Credo che la differenza sia non solo nel gruppo ma in quell’alchimia che abbiamo costruito giocando insieme da quattro anni”. Quasi una bestia nera il Brescia per l’AGSM Verona che in questa stagione le ha perse tutte e quattro, la Supercoppa ai rigori, le due del campionato e questa coppa Italia. Tuttavia in due occasioni sono stati gli episodi a fare la differenza come in questa occasione. Federica Di Criscio autrice di una prova esemplare, forse la migliore in campo, mastica amaro: “Dietro abbiamo rischiato poco o nulla, purtroppo a questi livelli ogni errore si paga. L’amarezza è tanta perché la differenza in campo non si è vista eppure rimaniamo con le mani vuote. Rimane la prestazione quasi impeccabile di fronte a una squadra che quest’anno ha fatto il pieno. Non ci dobbiamo deprimere ma continuare su questa squadra, se giochiamo così torneremo ad alzare un trofeo”. Il Vice Presidente della LND Sandro Morgana, nonché Delegato al Calcio Femminile, ha espresso piena soddisfazione per quanto visto in campo: “Bella partita, grande calcio, non è un caso se queste sono attualmente le migliori squadre d’Italia. Stiamo assistendo a un grande spettacolo, una gara tirata e combattuta, il migliore spot per il calcio femminile. La FIGC e la LND stanno dimostrando con i fatti di credere in questo sport investendo sui settori giovanili”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136