QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Ritorno Coppa del Mondo a Bormio, Giacomelli: “Una grande occasione”. Le novità

giovedì, 9 novembre 2017

Bormio – La stagione turistica invernale è alle porte. In quota è arrivata la prima neve e la Società Impianti Bormio (Sib), è pronta per l’inverno 2017/2018 che vedrà Bormio sul grande palcoscenico internazionale con le gare di Coppa del Mondo. “E’ un grande ritorno – spiega Valeriano Giacomelli (nella foto), amministratore delegato della Sib di Bormio – ed uno sforzo importante per la nostra località sciistica, ma anche per la Lombardia”.Valeriano Giacomelli

Negli scorsi anni Bormio, anche per carenza di neve, aveva rinunciato alla Coppa del Mondo, le gare erano state disputate a Santa Caterina Valfurva. Quest’anno, grazie agli investimenti sulla pista Stelvio e sulla località, con il potenziamento dell’innevamento artificiale e al nuovo tunnel in località la “Rocca” che permetterà agli appassionati di sciare su tutte le piste, riecco il circo bianco a Bormio. Inoltre sarà possibile anticipare l’avvio della stagione invernale. I dati sul turismo invernale sono importanti: 400.000 giorni-sci ha contato Bormio lo scorso anno, 3.500.000 primi ingressi sulle piste e una media di 9 passaggi per ogni skipass giornaliero.

Valeriano Giacomelli, come vi state preparando alla stagione e alla Coppa del Mondo?

“Nel migliore dei modi, abbiamo definito una serie di interventi che consentiranno agli appassionati di sciare già a inizio stagione e poi di proseguire durante l’intera stagione. Abbiamo potenziato l’innevamento artificiale sull’intera stazione sciistica e soprattutto sulla pista Stelvio, così da permettere di avere un ottimo innevamento”.

E’ una conseguenza del cambiamento del clima?

“Certamente, come tutte le stazioni dell’arco alpino. La carenza di precipitazioni nevose, negli ultimi anni, ci ha costretto a rinunciare a far disputare la discesa sulla Stelvio, una delle piste più tecniche del mondo. C’era un’impossibilità oggettiva di poter arrivare fino al paese. Quindi abbiamo potenziamento gli impianti, tema sul quale abbiamo avuto incontri a tutti i livelli, con FISI, FIS, Coni, Regione Lombardia, e negli ultimi mesi il progetto si è concretizzato”.

A che punto sono i lavori?

“Siamo in dirittura d’arrivo nella realizzazione delle opere. Ci sono già state le prove del nuovo sistema di innevamento e inoltre stiamo ultimando un passaggio della pista Stelvio in quota, che consentirà agli sciatori di poter divertirsi anche nei giorni della gare di Coppa del Mondo. I due tunnel, il primo già esistente al Ciuk e il secondo che stiamo realizzando in quota (zona La Rocca ndr) permetterà di raggiungere tutte le piste anche nei giorni delle prove e gare di Coppa del Mondo. Questi due interventi -potenziamento dell’innevamento e nuovo tunnel – faranno compiere un salto di qualità alla stazione sciistica”.

La Coppa del Mondo catalizzerà il fine anno?

“Come sempre quando abbiamo ospitato la manifestazione. Quest’anno saranno tre i giorni di gare, oltre al 28 e 29 dicembre dedicato alla Coppa del Mondo, il 30 dicembre sera sono in programma le finali degli Italiani su una pista illuminata a giorno. La data di Coppa del Mondo è concentrata in un periodo di grande turismo, ma il calendario è fissato dalla Federazione”.

Per la nuova stagione invernale quali novità ci sono?

“Stiamo puntando  sul Funslope e Family Park. la prima è una nuova attrazione, lunga 700 metri. E’ un tracciato da cross progettato per il divertimento di tutti, in particolare delle famiglie. Lungo il percorso si trovano degli ostacoli simili a quelli che si trovano negli snowpark, come box e piccoli salti. Ci sono poi elementi di punta come ponti, tunnel, curve paraboliche, cambi di direzione e installazioni interattive che emettono suoni e reagiscono al passaggio dello sciatore. Invece il Family Park, che sarà allestita a fianco della Funslope, prevede elementi non troppo impegnativi come flat box, rainbow box o piccoli kicker su due linee separate. Non è necessario essere esperti del freestyle, basta tanta creatività. Le nuove attrazioni sono facilmente raggiungibili grazie allo skilift Nevada Est o alla seggiovia Bormio 2000, Pian dei Larici”.

E gli appuntamenti? 

“Saranno articolati nel corso della stagione che si concluderà l’8 aprile, sono previste serate (una alla settimana) con discese sulla pista Stelvio illuminata a giorno, quindi la manifestazione di grande richiamo del 27 gennaio con partenza da 3000 e discesa fino al paese. Quest’anno è in programma nello stesso giorno e inserita nella manifestazione la possibilità per chi pratica il fuoripista di salire sci ai piedi (partenza dal paese alle 7.30) e arrivo in vetta, quindi la discesa che scatterà alle 10.30. Una gara di velocità in stile libero. Tante sono le gare e le manifestazioni articolate sulla stagione. Il gran finale sarà la “Pozza dei Matt” dell’8 aprile.

svindal bormio

Gli obiettivi che vi siete posti?

“Puntiamo su un mercato extralombardo. La maggior parte del turismo italiano è lombardo, ora cerchiamo nel Centro e Sud Italia offrendo pacchetti settimanali. In quest’ottica c’è anche la card che offriamo ai turisti di poter frequentare le Terme di Bormio oppure di scegliere se una giornata si vuol sciare oppure andare alle Terme. In quest’ottica il nostro mercato – oltre che all’Italia si sta aprendo a nuovi mercati dell’Europa con differenti soluzioni. La località è tra le prime della Lombardia e principali dell’arco alpino e il fascino di unire sci e terme è per noi una carta vincente”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136