QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Basket, Serie C Regionale: Argomm Iseo ko di un punto con l’Asola. TABELLINO

sabato, 23 novembre 2013

Iseo – Primo passaggio a vuoto di una stagione quasi perfetta per l’Argomm Iseo. La formazione bresciana, militante nella Serie C Regionale di basket, perde in casa contro la Ladyleaf Asola al fotofinish. Decisivo l’ultimo quarto della formazione di Leone, in cui Caramatti, Oldrati e compagni hanno messo a referto solamente cinque punti. Di seguito il tabellino del match.basket iseo

TABELLINO

ARGOMM ISEO 63-64 LADYLEAF ASOLA
(23-13; 13-17; 22-20; 05-14)

Basket Iseo: Nicosia, Zanini 7, Caramatti 12, Pagani 9, Bassi ne, Cancelli 2, Saresera 2, Oldrati 17, Ben Houmane 3, Baroni, Crescini 11, Zani. All.: F. Leone.

Basket Asola: Corona 11, Pasini 27, Coluccia 11, Simoni, Lanfredi, Zulberti 7, Raskovic 7, Gori 1, P. Franzosi ne, D. Franzosi. All.: M. Bonetti

Arbitri: G. Carrozzo di Milano (MI) e D. Cantù di Milano (MI).

Note – Parziali: 23-13; 36-30; 58-50 e 63-64. Tiri liberi: Basket Iseo 22/29 – Basket Asola 13/17. Usciti per cinque falli: Gori (BA) al 34’52” (63-58) e Raskovic (BA) al 39’47” (63-64). Fallo tecnico alla panchina del Basket Iseo al 36’59” (63-61). Lanfredi (BA) al 01’02” (2-0) è uscito per un problema al ginocchio senza più fare ritorno sul parquet. Prima della palla a due il minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’alluvione in Sardegna. Spettatori presenti 300 circa.

Alla nona giornata arriva il primo stop stagionale per il Basket Iseo che cede (64-63) in casa contro il Basket Asola che grazie a questo risultato raggiunge proprio i gialloblu in vetta alla classifica. Prima dell’inizio della partita viene premiato Gaioni che per motivi di lavoro deve lasciare il suo posto di vice, poi c’è il minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’alluvione in Sardegna. Alla palla a due coach Leone presenta lo stesso quintetto delle ultime uscite: Zanini, Crescini, Caramatti, Ben Houmane e Oldrati mentre tra i mantovani targati Ladyleaf troviamo Lanfredi, Coluccia, Pasini, Raskovic e Corona. Il 2/2 di Zanini per un fallo subito da Raskovic inaugura la sfida che rimane caratterizzata da diversi errori al tiro. Al 01’04” dopo una penetrazione si infortuna al ginocchio Lanfredi che è costretto ad uscire, per il forte play è l’addio alla sfida di vertice. Al 01’52 l’Argomm si trova avanti 7-0 grazie al 2+1 di Ben Houmane e al canestro di Oldrati che poco dopo replica ben servito da Caramatti per il 9-0 che costringe al time out coach Bonetti. Al rientro le cose paiono non cambiare perché Crescini con una spettacolare schiacciata allunga ulteriormente, Pasini dalla lunetta smuove il punteggio per i suoi dopo quasi quattro minuti. A metà quarto il vantaggio resta in doppia cifra (14-04) perché a Crescini dalla lunga risponde Coluccia dalla media. La partita è ora equilibrata con canestri da una parte e dall’altra (due volte Oldrati e Cancelli per i gialloblu, due volte Raskovic e Zulberti per i biancofucsia). Siamo in chiusura di quarto quando in penetrazione Saresera subisce fallo, l’esterno fa 2/2 quando manca un secondo alla fine. La palla arriva a Zulberti che attraversa metà campo e, forse a tempo scaduto, infila la tripla del la del meno dieci (23-13). Il secondo periodo si apre con il primo canestro di Caramatti, poi c’è la reazione del Basket Asola che infila un 8-0 che riporta sotto i mantovani infatti con il canestro di Pasini al 12’10” il tabellone dice 25-21. I gialloblu tornano a segnare con Zanini (prima dalla lunetta e poi da tre allo scadere dei 24”), ma gli ospiti non demordono e riescono ad impattare sul 30-30 (del 15’40”) con il canestro dello scatenato Pasini. Le due squadre sono in bonus, l’unica che ne approfitta è l’Argomm che si presenta in lunetta ben cinque volte però Pagani e soprattutto Crescini non sono precisi infilando la retina solamente sei volte. Canestri che avvicinano le due squadre alla fine del secondo quarto. Ma prima del lungo riposo i grigi si fanno nuovamente notare perché dopo un time out non si accorgono che i gialloblu tornano in campo con sei giocatori, l’azione prosegue ugualmente e Zanini in entrata subisce fallo senza però trovare il fischio degli arbitri. Dopo qualche istante di confusione davanti al tavolo le due squadre si dirigono negli spogliatoi sul 36 a 30 Basket Iseo.

Alla ripresa i gialloblu si presentano con lo stesso quintetto della palla a due. Partenza sprint degli ospiti che prima inaugurano il quarto con il canestro di Pasini, poi dopo i due punti di Oldrati accorciano (Raskovic e Pasini) e al 22’30” sorpassano con la tripla di Pasini (38-40 del 22’30”). Il miglior giocatore di serata, positivo su entrambi i lati del parquet, non si ferma qui perché subito dopo effettua il passaggio a Coluccia per il più quattro ospite. Caramatti prova a ridestare la propria squadra ma il Basket Asola sembra più in palla perché con la tripla di Corona raggiunge il massimo vantaggio (40-45 del 24’10”). Grazie a Caramatti e Oldrati il Basket Iseo torna a segnare, così dopo il time out chiamato da coach Bonetti, i gialloblu tornano avanti. Anche Pagani con un 2+1 contribuisce all’allungo dei sebini che con le felici conclusioni di Oldrati e Pagani (in netta ripresa dopo il lungo infortunio) chiudono il terzo quarto avanti di otto punti (58-50). Gli ultimi dieci minuti si aprono un Basket Asola che prova il tutto per tutto ma l’Argomm sembra in grado di reagire. A Coluccia e Corona i gialloblu replicano con Oldrati e Pagani, mancano pochi secondi al minuto trentaquattro quando dalla lunetta Pagani fa 1/2 per il 63 a 56. La difesa a zona (box a one e tre-due) che fino a quel momento ha creato diversi problemi all’attacco iseano ora diventa una montagna insormontabile. Piano piano ma in modo inesorabile il Basket Asola si fa sotto pur non facendo sfracelli in fase offensiva. Complice il tecnico fischiato alla panchina gialloblu al 36’59” arriva, con il 2/2 di Coluccia, il pareggio (ovviamente 63-63). Da qui alla fine succede ben poco perché entrambe le squadre, pur avendo diversi buoni realizzatori, non riescono più a trovare la via del canestro. A poco dalla sirena Coluccia in penetrazione trova il fallo, il capitano dei mantovani fa 1/2 ed è sorpasso Basket Asola. Mancano 13 secondi 7 decimi alla sirena, time out chiamato da coach Leone con la partita che riprende nella metà campo ospite. Raskovic fa immediatamente fallo, per lui è il quinto ma il lungo mantovano non esce subito dal campo rischiando il tecnico che tra lo stupore e le proteste del pubblico di casa non arriva. Il Basket Iseo ha ancora l’occasione per raddrizzare le sorti della sfida ma Caramatti non riesce a liberarsi, perde palla che finisce nelle mani della Ladyleaf che così infligge il primo ko al Basket Iseo. Forte il rammarico per come è andata, soprattutto per il lungo digiuno offensivo dell’ultimo quarto ma i mantovani si aggiudicano meritatamente i due punti perché hanno saputo reagire al meglio alle avversità affrontate. Settimana prossima i gialloblu tornano in trasferta e l’avversario sarà l’Aurora Trescore dei tanti ex.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136