QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Basket, Serie A: Trento travolge Brescia e vola ai playoff

domenica, 23 aprile 2017

Trento – La Dolomiti Energia batte Brescia 99-59: la Germani regge fino alla pausa lunga (44-35) ma poi viene spazzata via dall’energia aquilotta: sette giocatori in doppia cifra per Trento, che con il successo guadagna pure la certezza del sesto posto in classifica.Dolomiti Energia Trentino - Germani Basket Brescia, Regular Season 2017

Con il piglio autorevole di chi non ha lasciato che le tante difficoltà affrontate incrinassero le proprie sicurezze, la Dolomiti Energia torna al successo dopo gli stop contro Sassari e Varese, travolgendo per 99-59 la Germani Brescia e assicurandosi con due giornate d’anticipo la matematica qualificazione ai play-off condita dalla certezza del sesto posto. Merito della solita, debordante dimostrazione di atletismo di cui il team allestito dal gm Salvatore Trainotti è stato capace (47-32 il confronto a rimbalzo, 15-6 quello dei recuperi), e merito anche della pallacanestro di grande condivisione messa in mostra dai bianconeri, che mandano sette giocatori in doppia cifra nella serata che consente a Maurizio Buscaglia di far esordire in serie A anche il 16enne Luca Conti. A poco, in casa Leonessa, servono le fiammate di talento di Marcus Landry (17 punti con 5/8 dall’arco) e la classica gara dell’ex di Jared Berggren (17 punti e 6 rimbalzi) contro la travolgente energia aquilotta, affiorata dopo l’intervallo di una gara fino ad allora giocata in modo più che decoroso (44-35 al 20′) da una Brescia pesantemente penalizzata dalle assenze di Michele Vitali e David Moss.

LA CRONACA -  Coach Diana punta su un quintetto coi tre piccoli per rimpiazzare Moss e rispondere nel contempo allo starting five tutto straniero di Maurizio Buscaglia. La mossa del tecnico bresciano paga dividendi in attacco, dove Bushati (3 assist) e Vitali (2) armano con continuità il braccio di Landry (6) e le rollate di Berggren (8), replicando così ad un ispirato Beto (7 con 2/3 dall’arco) e alla coppia Shields (4 punti e 2 assist) e Sutton (5 punti e 3 rimbalzi). Al 10′ è 21-20.

Nel secondo periodo l’atletismo di uno scatenato Hogue (8 punti e 7 rimbalzi) e del solito, incontenibile Sutton (11 punti) permette a Trento di scappare via (39-28 al 15′). Burns (5) prova a supportare Landry (11) e Berggren (11) nel tentativo di resistere alla furia dei trentini: si va al break sul 44-35.

Dopo venti minuti di buona pallacanestro, la Dolomiti Energia esce dagli spogliatoi con la voglia di capitalizzare il lavoro fatto e andare a prendersi i play-off. Craft ruba palloni in ogni situazione, Sutton vola a rimbalzo e in contropiede manco avesse le ali, e Forray mette le olive nel martini con le sue triple (13 punti con 10 nel quarto). Al 30′ è 78-45, e nell’entusiasmo dei 3.573 del PalaTrento i bianconeri giocano sul velluto l’ultimo periodo andando a prendersi la vittoria più larga della storia aquilotta in serie A fissando sul 99-59 il punteggio: Sutton (19) e il neopapà Beto (18) i top scorer della gara, anche se meritano citazione pure le prove di Hogue (12 punti e 13 rimbalzi), Craft (11 punti e 15 di valutazione) e della coppia Shields-Flaccadori (12 a testa).

IL TABELLINO

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO – GERMANI BRESCIA 99-59 (21-20, 44-35, 78-45)
DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Craft 11 (4/8, 1/2), Moraschini 2 (1/2, 0/1), Forray 13 (0/1, 4/4), Flaccadori 12 (3/7, 1/5), Beto 18 (1/3, 4/7), Hogue 12 (6/9), Sutton 19 (5/9, 1/4), Lechthaler 0 (0/1), Conti 0 (0/1 da 3), Shields 12 (6/11, 0/2). Coach: Buscaglia.
GERMANI BASKET BRESCIA: Moore 8 (1/4, 0/3), Berggren 17 (8/11, 0/1), Vitali 4 (1/1, 0/2), Landry 17 (1/7, 5/8), Laganà 0 (0/1 da 3), Bolis 0, Zanetti ne, Nyose ne, Burns 10 (4/6, 0/4), Moss ne, Bushati 3 (1/3, 0/6). Coach: Diana.
NOTE: Tiri liberi: Trentino 14/21, Brescia 12/17. Tiri da due: Trentino 26/52, Brescia 16/32. Tiri da tre: Trentino 11/25, Brescia 5/25. Rimbalzi: Trentino 47 (Hogue 13), Brescia 32 (Moore 7). Assist: Trentino 22 (Flaccadori 5), Brescia 15 (Vitali, Bushati 5)

GLI SPOGLIATOI

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Stasera era importante vincere per qualificarci ai play-off, era importante vincere per reagire dopo la sconfitta di Varese in cui non ci eravamo espressi bene, ed era importante dimostrare compattezza di squadra nel reagire a questo momento. Direi che ci siamo riusciti, mandando sette giocatori in doppia cifra e regalando a questi fantastici tifosi la soddisfazione dei play-off, con tanto di certezza di arrivarci almeno da sesti. Rispetto alla scorsa settimana a Masnago siamo riusciti ad affrontare ogni singolo problema che si è presentato nel corso della gara mettendo a posto, un pezzo alla volta, quello che non andava. E nel complesso abbiamo fatto un gran lavoro difensivo sul perimetro, mettendo tanta pressione sugli esterni e contestando ogni tiro, come dimostrano le loro basse percentuali di squadra dal perimetro. Abbiamo concesso qualcosa di troppo alle rollate di Berggren a inizio gara, è vero, ma a mancare in quelle situazioni erano un po’ di pressione sulla palla e alcuni adeguamenti sul lato debole più che la difesa dei lunghi. Nella seconda metà gara poi Lechthaler, e come lui Hogue, ha fatto anche un eccellente lavoro individuale contro Jared e ci tengo a sottolinearlo. Chiudo facendo i complimenti a Brescia per la stagione che sta facendo: lavorare così al primo anno di serie A, aggiungendo ai risultati la capacità di mettere in evidenza le qualità dei propri giocatori, non è facile e merita citazione”.

ANDREA DIANA (Coach GERMANI BRESCIA): “Sicuramente abbiamo giocato una pessima partita. I meriti sono sicuramente di Trento, che si è dimostrata squadra di intensità e atletismo superiore a quello di qualsiasi altro team della lega. Questo ci ha penalizzato, così come ci ha penalizzato l’uscita per falli di Landry che in assenza di atleti di energia come Michele Vitali e David Moss ci ha lasciato troppo corti per affrontare una formazione di questa intensità”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136