QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Basket, Serie A: l’Aquila Trento fa visita alla Sidigas Avellino

venerdì, 28 novembre 2014

Trento – Da una parte O. D. Anosike, centro della Sidigas Avellino e miglior giocatore di serie A Beko per rimbalzi catturati. Dall’altra la Dolomiti Energia Trentino, team numero uno della Lega nella medesima categoria statistica. “E allora speriamo che domenica la squadra riesca a confermare il suo numero medio di rimbalzi perché questo significherà anche limitare Anosike” esordisce coach Maurizio Buscaglia presentando la gara che domenica alle 18.15 vedrà l’Aquila Basket impegnata al Pala Del Mauro contro Avellino (diretta tv per il Trentino Alto Adige su Tnn, canale 604 del digitale terrestre).Pascolo Buscaglia conferenza stampa

“Anosike – continua Buscaglia – è un giocatore importante per qualità e capacità di produrre in area, non solo per come va a rimbalzo. E a rimbalzo comunque Avellino non è solo lui. C’è Harper, c’è Trasolini, c’è Lechthaler che gli sta dando una grossa mano sotto. Hanno esterni atletici che sanno dare una mano. Insomma, è una squadra molto compatta. Che fin dal precampionato mi ha colpito per questa caratteristica, sia quando ci abbiamo giocato contro che durante il torneo di Fabriano. E poi è allenata da un tecnico come Vitucci. Insomma, è una delle squadre più in crescita della serie A, ci aspetta un match davvero molto stimolante”. “Anche sul perimetro – aggiunge Jamarr Sanders, guardia tuttofare della Dolomiti Energia – hanno tanta qualità: Gaines, Banks, Hanga come ala piccola.

Sono giocatori versatili, capaci di segnare in tanti modi, efficaci col tiro da fuori ma anche girando a ricciolo in uscita dai blocchi. Dovremo essere pronti in difesa, perché loro saranno in “attack mode” ogni volta che riceveranno palla”.

“Sarà importante – rilancia Buscaglia – come riusciremo a impattare la partita. Contro Cremona a inizio match abbiamo faticato, sia per nostri demeriti che per grandi meriti della Vanoli, che con una difesa molto aggressiva e un attacco paziente e preciso ci aveva messo in difficoltà. Ad Avellino dovremo fare meglio”. “E a contare sarà la difesa – insiste Sanders, parlando anche della sua partita e del suo inizio di campionato oltre che del match di ottavo turno -. In questa lega per vincere bisogna difendere. Io gioco a basket per vincere.

Quindi, penso innanzitutto a difendere forte. Ci sono tanti giocatori di qualità assoluta in questo campionato. E io voglio provare a limitarli al massimo delle mie possibilità. E se sono in serata, non importa. Io devo fare il possibile per rendergli la vita dura. Questo deve essere il mio orgoglio quando esco dal campo. E sarà quello che dovrò fare anche domenica prossima”.

“Sul parquet siamo come una famiglia”, ripete spesso Jamarr Sanders parlando dello spirito di squadra che si respira alla Dolomiti Energia Trentino. Questo spirito familiare la guardia nativa di Chicago l’ha ritrovato, un po’ a sorpresa, anche fuori dal campo, in un giorno che per gli americani è assai importante come il Thanksgiving day.

Giovedì sera i cinque giocatori americani dell’Aquila Basket sono stati ospiti a casa del presidente di Dolomiti Energia, Rudi Oss, per festeggiare il giorno del Ringraziamento alla maniera americana, con tanto di tacchino arrosto, salsa di mirtilli e purè di patate. “E grazie alla cucina della signora Mary – racconta Jamarr Sanders parlando della moglie di Rudi Oss, nativa del Nord degli Stati Uniti – abbiamo mangiato in modo eccezionale, come davvero non ci saremmo aspettati di poter fare lontani da casa. Il tacchino poi, oltre che buonissimo, era davvero enorme: credo che Josh ne abbia preso cinque volte. Devo dire che ci siamo davvero sentiti a casa, passando una serata molto piacevole”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136