Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Basket, Pool Promozione: Iseo ko col 7 Laghi Gazzada Schianno

domenica, 17 marzo 2019

Iseo - Il Basket Iseo, al termine di quaranta minuti intensi, perde (74-83) davanti al proprio pubblico contro il Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno. I gialloblu giocano una partita di carattere contro l’Amalplast che ha chiuso la Fase di Qualificazione al primo posto nel Girone Ovest, la qualità dell’avversario che è tra i candidati al salto di categoria e qualche discutibile scelta arbitrale hanno portato ad un KO che comunque ha lasciato note positive. Alla palla a due l’Argomm, senza Tedoldi che in settimana saprà quando dovrà farsi operare per il problema all’ernia inguinale che lo tormenta da qualche mese, si schiera con Valenti, Dalovic, Marelli, Franzoni e Baroni mentre coach Biffi propone Santambrogio, Bolzonella, Gorla, Matteucci e Bialkowski. Valenti con una conclusione dalla linea di fondo inaugura la sfida, dopo il 2/2 di Matteucci c’è il nuovo vantaggio Argomm con Baroni. Gli ospiti però sono più fluidi in attacco e dopo quattro minuti di gioco sono avanti di otto punti (04-12 con Matteucci e Bolzonella dalla lunga distanza, Bialkowski e Bolzonella nel pitturato).

Coach Mazzoli prova ad affidarsi a Furlanis e Mori, l’attacco torna così a fare il suo ed al 05’40” i gialloblu si trovano ad un solo possesso di distanza (09-12). C’è un botta e risposta con l’Amalplast che prova ad allungare grazie a Santambrogio e Gorla ma dall’altra parte arriva la pronta replica di Mori e Ghitti (bel canestro con accelerata che lascia sul posto la difesa ospite). Il 2/2 di Baroni a circa due minuti dalla fine del quarto vale il 15-19, il tecnico fischiato a coach Mazzoli ferma l’altalena e il 3/3 di Santambrogio lancia nuovamente avanti i varesini (15-24 del 09’20”). Marelli dalla lunetta torna a segnare per l’Argomm, mentre Gorla e Mori chiudono la prima frazione per il 26-19 Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno. Il secondo periodo è scoppiettante: i cinque punti di Furlanis trovano la replica del giovane Menezes Crissaf Bolelli (24-31 dell’11’40”). Franzoni prova a riportare sotto i gialloblu, Mori dopo una pallonata al volto deve uscire ma il Basket Iseo ha un’altra marcia e il canestro di Veronesi vale il 29-31 del 13’20”. I gialloblu falliscono la bomba del sorpasso, Tommaso Somaschini ferma il digiuno offensivo dei gialloazzurri ma i liberi di Franzoni e Marelli riportano avanti la squadra di casa (33-32 del 14’19”). Baroni prova ad allungare però Tommaso Somaschini e Bolzonella (implacabile dalla lunga distanza) portano al 37-37 del 16’10”. Le due triple di Dalovic sembrano essere il segnale giusto (44-40 a circa due minuti dal lungo riposo), ma la partita è nervosa e le proteste del numero undici gialloblu portano al tecnico che ferma il tentativo di fuga sebino (nel frangente però gli arbitri sorvolano sui ripetuti gestacci di Menezes Crissaf Bolelli verso il pubblico di casa). Ravazzani riporta sotto i varesini e dopo l’1/2 di Furlanis sempre Ravazzani realizza il tap-in che manda le due squadre negli spogliatoi con il Basket Iseo avanti 45 a 44.

Alla ripresa è l’Amalplast che parte meglio, a dire il vero è il Basket Iseo che non si vede. Gli ospiti senza fare troppa fatica piazzano un 11-0 che ai più fa temere una seconda metà rinunciataria dei gialloblu, sembra non bastare nemmeno il time out di coach Mazzoli (al 22’18” sul 45-53) perché al rientro Bolzonella con l’arresto e tiro allunga il parziale esterno fino al 45-55. Ospiti che già da qualche minuto devono fare a meno di Bialkowski per una scavigliata ma il quintetto piccolo (Gorla da ala grande e Matteucci da centro) proposto da coach Biffi sembra dare i suoi frutti. Finalmente al 24’21” l’Argomm torna a segnare e lo fa con il 2+1 di Dalovic, il 2/2 di metà quarto firmato da Baroni accende il pubblico di casa. Arriva anche la tripla di Furlanis e la rimonta si completa con l’acrobazia sotto canestro di Veronesi che riporta in perfetta parità la sfida (55-55 del 26’34”). Questa volta a chiamare time out è coach Biffi, l’effetto è quello di interrompere il buon momento sebino ma la sfida si spegne di colpo e la via del canestro diventa impervia. Bolzonella muove il punteggio dopo un paio di minuti con Marelli che dalla lunetta impatta (57-57 del 28’59”) e il 2/2  di Tommaso Somaschini chiude il terzo quarto con gli ospiti avanti 59 a 57. Gli ultimi dieci minuti si aprono con l’appoggio di Veronesi per quello che sarà l’ultima situazione di parità, infatti Santambrogio piazza subito un 5-0 che spezza l’equilibrio. Al 33’00” Dalovic dopo una persa ferma in modo evidente un contropiede dei gialloazzurri, arriva il giusto antisportivo che sommato al tecnico del secondo quarto porta all’espulsione dell’esterno sebino. Santambrogio fa 1/2 poi ecco i canestri di Bialkowski e Mori (nel frattempo tornati a disposizione dopo gli infortuni patiti precedentemente) ma l’Argomm fatica a trovare la via del canestro e a ricucire il gap.

La tripla di Matteucci (per lui 4/4 dall’arco dei 6,75) amplia la forbice (61-70), oltre agli arbitri (fallo offensivo fischiato a Franzoni quando nello schiacciare subisce contatto dal difensore ospite fermo nello smile) ci si mette pure il tavolo che si addormenta e non fa suonare la sirena dei 24” dopo che una palla scagliata allo scadere picchia sul tabellone. Il rimbalzo è dei varesini, Tommaso Somaschini subisce fallo e l’1/2 vale il primo svantaggio in doppia cifra (61-71 di metà quarto). L’Argomm butta in modo opinabile un paio di rimesse offensive, con la tripla di Furlanis ed il libero di Marelli si tenta la disperata rimonta. Gorla replica con quattro punti consecutivi ma le due bombe gialloblu (Baroni e Furlanis) riaprono una partita che pareva compromessa (71-75 a circa cento secondi dalla fine). L’esperienza di Bolzonella e Gorla è l’arma in più a disposizione di coach Biffi, Marelli e Furlanis sono gli ultimi ad arrendersi ma il 2/2 di Matteucci porta al 74-83 della sirena. Il Basket Iseo esce sconfitto dopo una partita ben giocata in cui si sono potuti ammirare voglia e carattere spesso venuti meno nel girone di ritorno della prima fase. Sabato prossimo gialloblu in trasferta: ore 21:00 palla a due sul parquet dell’US Nervianese 1919.

ARGOMM ISEO 74-83 AMALPLAST GAZZADA SCHIANNO (19-26; 26-18; 12-15; 17-24)

Basket Iseo: Valenti 3, Ghitti 2, Baroni 15, Marelli 8, Furlanis 18, Dalovic 9, Franzoni 7, Pelizzari ne, Veronesi 6, Staffiere ne, Mori 6, Medeghini. All.: M.S. Mazzoli.

Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno: Tonani ne, Bolzonella 15, Santambrogio 15, Pitarresi ne, E. Somaschini, T. Somaschini 6, Gorla 14, Matteucci 17, Menezes Crissaf Bolelli 5, Bialkowski 5, Trentini, Ravazzani 6. All.: R. Biffi.

Arbitri: G. Molteni di Cantù (CO) e A. Robbiani di Rovello Porro (CO).

Note – Parziali: 19-26; 45-44; 57-59 e 74-83. Tiri da due: Basket Iseo 14/29 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 14/37. Tiri da tre: Basket Iseo 08/25 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 09/21. Tiri liberi: Basket Iseo 22/28 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 28/37. Rimbalzi: Basket Iseo 36 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 37. Assist: Basket Iseo 12 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 12. Palle perse/recuperate: Basket Iseo 18/07 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 14/06. Stoppate fatte: Basket Iseo 01 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 00. Falli fatti: Basket Iseo 29 – Basket Ball Club 7 Laghi Gazzada Schianno 23. Uscito per falli Gorla (BG) al 39’33” (73-71). Fallo tecnico a coach Mazzoli (BI) all’08’48” (15-20) e a Dalovic (BI) al 18’34” (44-40). Fallo antisportivo a Dalovic (BI) al 33’00” (59-64). Espulso Dalovic (BI) al 33’00” (59-64). Spettatori presenti 250 circa.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136