QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Basket, Leonessa Brescia: dalla NCAA sbarca Roberto Nelson

sabato, 9 agosto 2014

Brescia – La Centrale del Latte Basket Brescia Leonessa ha ingaggiato per il prossimo campionato di A2 Gold l’atleta Roberto Nelson, nella stagione appena conclusa militante negli Oregon State Beavers (PAC12, NCAA).basket leonessa brescia logo

Chi è?
Roberto Nelson è una guardia di 193 centimetri per 90 chili, nato a Santa Barbara, California (USA) il 6 Marzo 1991. Ottimo tiratore e altrettanto abile in penetrazione, è un grande realizzatore, in grado di costruirsi un tiro in svariati modi. E’ dotato di buona visione di gioco ed è in grado di dare un buon apporto anche a rimbalzo.

La sua carriera
Frequenta l’High School di Santa Barbara, dove si mette in mostra subito in mostra grazie alle sue grandi doti di realizzatore: supera quasi tutti i record della scuola e anche per questo viene valutato nel 2009 da ESPN.com come la 16esima miglior Guardia degli USA, nonché 73esimo miglior prospetto in generale in uscita dalle High School. Viene reclutato dall’Università di Oregon State, militante nella Pacific 12 della NCAA: nel suo anno da Freshman (2010-2011) dimostra subito il suo valore e guadagna ulteriori minuti in campo in vista della stagione successiva, quella da Sophomore, dove registra un miglioramento in tutti i campi statistici. Nell’anno da Junior (2012-2013) arriva la promozione in quintetto base e un conseguente aumento di responsabilità, che Roberto ripaga al meglio, quasi raddoppiando il suo apporto in termini di punti. Nell’ultimo anno (Senior) Nelson migliora ancora, venendo selezionato per il secondo Team della Pac12 e risultando come il miglior marcatore della divisione, guadagnandosi la chiamata alla Summer League di Las Vegas con gli Charlotte Hornets.

Curiosità
Nella sua carriera ha superato quasi tutti i record detenuti dall’High School di Santa Barbara. Al termine dell’avventura collegiale a Oregon State (nella quale ha saltato solamente le prime sette gare del primo anno) è: quarto per punti segnati (1745), terzo per triple segnate (179), secondo in tiri liberi segnati (486). E’ andato in doppia cifra per punti segnati in 84 delle 124 gare disputate. Il 2014 è stato il suo miglior anno: due volte giocatore della settimana della PAC12, selezionato per il secondo quintetto della PAC12 e miglior giocatore della stessa PAC12 in punti segnati per partita (20.7), diventando il secondo “Beaver” (castoro, la mascotte di Oregon State) a farlo dopo Gary Payton nel 1990. E’ stato inoltre il miglior marcatore nella PAC12 nelle gare di Conference (ossia giocate tra squadre appartenenti alla PAC12) negli anni da Junior e Senior. Ha stabilito il record di punti segnati in una singola partita da un Freshman di Oregon State con i 34 messi a referto contro Arizona State, due in meno del suo personale career high stabilito contro Coppin State nel 2013. Il suo record di assist è di 9 contro California University nel 2014, mentre quello dei rimbalzi è 8, registrato tre volte, l’ultima delle quali contro Washington nel 2014. Ha disputato la Summer League 2014 a Las Vegas e con il buzzer beater da tre con cui ha sconfitto gli Orlando Magic, si è guadagnato la seconda posizione nella Top 10 dell’intera competizione.

Statistiche
2010-2011, Oregon State Beavers (PAC12, NCAA): 24 partite, 7.5 ppp, 1.8 rpp, 1.5 app (38.3% al tiro, 31.7% da tre e 84.9% ai liberi).
2011-2012, Oregon State Beavers (PAC12, NCAA): 33 partite, 9.6 ppp, 2.7 rpp, 2.3 app (43.1% al tiro, 35.2% da tre e 74.8% ai liberi).
2012-2013, Oregon State Beavers (PAC12, NCAA): 32 partite, 17.8 ppp, 3.3 rpp, 2.4 app (46.8% al tiro, 39.7% da tre e 76.7% ai liberi).
2013-2014, Oregon State Beavers (PAC12, NCAA): 32 partite, 20.7 ppp, 3.4 rpp, 3.6 app (44.7% al tiro, 39.9% da tre e 82.4% ai liberi).
2014, partecipa al Torneo di Portsmouth.
2014, Charlotte Hornets (NBA Summer League in Las Vegas): 6 partite, 2.5 ppp, 1.5 app.

Dichiarazioni
Parla Ferencz Bartocci, General Manager del Basket Brescia Leonessa: «Ho avuto l’occasione di vedere Roberto dal vivo in occasione del Torneo di Portsmouth 2014. E’ un giocatore che ci ha convinti, oltre che per le sue caratteristiche tecniche, anche per l’atteggiamento che mette sempre in campo: si fa trovare sempre pronto e questo lo porta spesso, ad esempio, a catturare rimbalzi importanti oltre che a conquistare soluzioni di tiro apparentemente più semplici.

Sintesi di una concentrazione sempre al massimo sia in partita che in allenamento. Ha un’ottima visione di gioco e questo gli consentirà anche di essere in alcuni momenti delle gare la guida della squadra. Avrà bisogno dell’aiuto di tutti per ambientarsi e sono convinto che anche i nostri tifosi sapranno dargli la giusta fiducia che si tradurrà in serenità nel poter svolgere al meglio il suo lavoro, in un ambiente indubbiamente nuovo per lui».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136