QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Basket, Adecco Gold: l’Aquila Basket Trento vuole continuare a stupire. La presentazione del match di Jesi

venerdì, 28 febbraio 2014

Trento – L’Aquila Basket Trento, capolista del campionato di Adecco Gold con 34 punti, affronterà in trasferta domenica alle 18 (diretta radiofonica su Radio NBC), nell’incontro valido per la 24esima giornata di stagione regolare, la Fileni BPA Jesi, che occupa il terzultimo posto in graduatoria a quota 16 ed è in cerca di punti preziosi per allontanare la zona retrocessione. L’allenatore dell’Aurora Basket Jesi è Piero Coen, vera e propria bandiera della città e della tifoseria jesina e protagonista, da giocatore, del ritorno ai massimi livelli sportivi della Fileni negli ultimi anni ’90.Aquila Trento 1

Gli avversari:

La Fileni è una squadra che fa del fattore campo e delle partite casalinghe il proprio motore principale: Jesi infatti fuori dalle mura amiche non ha mai vinto (0-12), mentre al Palatriccoli sono stati ben 8 i successi ottenuti in 11 incontri.

Tra le fila dell’Aurora Basket pesano però alcune assenze pesanti, prima fra tutte quella del miglior realizzatore del torneo, il playmaker americano Leemire Goldwire fermo ai box da un mese a causa di un problema muscolare al polpaccio: classe ’84 già protagonista in Italia con le maglie di Forlì e Brescia, Goldwire dopo un anno in Macedonia è tornato nel Belpaese ed ha confermato le ottime impressioni che aveva dato nelle sue precedenti esperienze (22 punti, 4 rimbalzi e 4,2 assist). Altra assenza pesante sarà quella di Richard Mason Rocca, centro classe ’77 di lunga esperienza in serie A e in nazionale, un eterno giovane di grande intelligenza cestistica e intuito, specialmente a rimbalzo d’attacco: 12,4 punti e 7,6 rimbalzi i suoi numeri stagionali. A causa di un infortunio al calcagno il lungo italo-americano sarà costretto a un lungo stop. A tamponare le assenze di questo periodo è arrivato un giocatore che ha fatto la storia della società marchigiana fino alla passata stagione, ossiaRyan Hoover, che aveva iniziato la stagione a Trieste: 8.5 punti e 5.5 assist le medie nelle prime due gare.

Dovrà quindi prendersi ancora più responsabilità Michele Maggioli, capitano storico della formazione arancioblù, uno dei lunghi più forti e completi del campionato e giocatore in grado di dominare per anni il secondo massimo torneo nazionale: ha ottimi movimenti in post, un buon tiro dalla media distanza, l’esperienza e la leadership per risultare decisivo anche in fase difensiva oltre che nella lotta a rimbalzo. Per lui finora quasi 14 punti a partita con 8,4 rimbalzi e il 54% al tiro da 2 punti: numeri in costante crescita, visti i 55 punti, 18 rimbalzi e 4 stoppate messi a segno nella somma delle ultime due partite. A dargli manforte sotto le plance, vista l’assenza di Rocca, Jesi ha ingaggiato Christian Di Giuliomaria, ala/centro classe ’79 proveniente da una breve esperienza a Barcellona.

Tra gli esterni attenzione a Marco Santiangeli (11 punti e 3,5 rimbalzi) e Franco Migliori (9 punti e il 37% da 3 punti), giocatori perimetrali molto completi e attivi su entrambi i lati del campo. Un altro giocatore di qualità è l’ex capitano di Forlì Stefano Borsato, play/guardia dotato di un ottimo tiro (9 punti di media con un massimo di 23), che può fare molto male nelle serate di vena: completa le rotazioni Matteo Fallucca, ala piccola classe ’93 protagonista in estate dell’oro europeo della Nazionale Under 20.

Statistiche di squadra:

14° miglior attacco con 1658 punti segnati (1° Barcellona con 1868, 4° Trento con 1802)

15° miglior difesa con 1821 punti subiti (1° Casale con 1558, 2° Trento con 1618)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136