QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Basket A2 Gold: derby amaro, Leonessa Brescia sconfitta in casa da Tezenis Verona

mercoledì, 19 novembre 2014

Brescia – Sconfitta casalinga per la Leonessa. Il derby del Garda, al termine di una gara avvincente, va alla  Tezenis Verona che espugna il San Filippo strapieno e carico di tensione (nella foto sotto).  Sfida vera, intensa, tosta com’era nelle previsioni. La classica partita punto a punto, aperta ad ogni risultato e caratterizzata da tante decisioni difficili da prendere. Per allenatori, giocatori e anche arbitri. Il derby del Garda non tradisce le aspettative e offre ai 2500 del San Filippo uno spettacolo di altissimo livello: giocate spettacolari, tensione a mille e finale al cardiopalmo, ciò che bisogna aspettarsi quando a sfidarsi sono la prima e la seconda della graduatoria. Presupposti fantastici, ma per la Leonessa il finale è l’antitesi del lieto fine e a trionfare sono gli scaligeri con il punteggio di 76-78.

LA GARA

La Tezenis, senza Monroe in panchina per tutta la partita per le noie alla caviglia sinistra, parte meglio di Brescia. Dall’11-12 il parziale di 9-2 manda Verona avanti 13-21 grazie soprattutto ai punti di Boscagin, tutto in sette minuti. Sette anche per il capitano, alla fine del primo periodo chiuso avanti 17-21. La partita va avanti secondo pronostico, con l’equilibrio a farla da padrone. All’intervallo il tabellone dice 38-36, con due liberi di Nelson a 5” daPubblico Leonessal riposo. Si torna in campo coi tre punti di Umeh del 40-39, De Nicolao pareggia a 42 sempre da tre. Lo spartito resta quello, con distacchi minimi e parità continue. Umeh a 3’21” sorpassa (49-50) in entrata, a 2’11” è 51-51 con De Nicolao dalla lunetta. Giuri fa 2/2 a 1’25” (51-53), ma al 30′ è 53-53.

Ultimo quarto. Alibegovic segna il primo canestro, Ndoja a 6’44″ trova l’ennesima parità (59-59) ma il banco lo fa esplodere la tripla di Reati venti secondi dopo. La Tezenis va avanti 62-59, mancano 6’22” alla fine. Brescia chiama timeout, Reati però non si ferma. Suo un complicatissimo canestro a 5’11”, quello del +5 sul 64-59. Bastano due canestri bresciani per dire 63-64, prima che a 3’26” Loschi dall’arco firmi il 66-66. Ultimi tre minuti. Funziona il gioco sotto canestro fra De Nicolao e Umeh (66-68 a 2’31”. Sul 68-68 Umeh è spettacolare nell’entrata del +2. Manca 1’41”, Cittadini segna un solo libero, Reati non segna da tre, ma neanche Brescia fa canestro. Finché Umeh a 40” dalla sirena si inventa la bomba del +4 (73-69). Cittadini dalla lunetta ne mette uno solo, la Tezenis rimette in gioco dopo il minuto chiamato da Brescia. Umeh subisce fallo e non sbaglia. È 75-70 a 23”. Si viaggia spesso da lunetta a lunetta, a 7”38 ai liberi ci va Ndoja. Due su due. Gioco, partita, incontro. Verona espugna Brescia.

CENTRALE DEL LATTE BRESCIA-TEZENIS VERONA 76-78 (17-21, 21-15; 15-17, 23-25)

Centrale del Latte Brescia: Fernandez 13 (24’28”, 6/10, 1/3), Loschi 12 (19’47”, 3/5, 2/4, 4/4), Brownlee 13 (35’15”, 6/12, 1/4), Cittadini 12 (29’31”, 4/6, 4/6 tl), Alibegovic 14 (35’13”, 4/12, 3/8, 3/4); Benevelli 6 (14’45”, 3/6, 0/1), Passera 4 (15’59”, 1/3, 0/1, 2/2), Nelson 2 (21’58”, 0/6, 0/5, 2/2), Giammò. Ne: Bettelli, Vertova, Tomasello. All.: Diana.

Tezenis Verona: De Nicolao 12 (30’08”, 5/10, 1/2, 1/2), Umeh 21 (33’01”, 7/18, 3/8, 4/4), Boscagin 12 (34’01”, 4/8, 0/1, 4/4), Ndoja 16 (31’40”, 6/9, 2/3, 2/2), Gandini 3 (31’20”, 1/4, 0/1, 1/2); Giuri 8 (16’49”, 3/8, 2/2 tl), Reati 6 (20’46”, 2/9, 1/5, 1/2), Bartolozzi (2’10”). Ne: Monroe, Mazzantini. All.: Ramagli.

Arbitri: Beneduce, Gagliardi, Caruso.

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136