QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Basket, Serie A1: la Dolomiti Energia Trento batte anche Pesaro e sale al quinto posto in classifica

domenica, 12 aprile 2015

Pesaro – La Dolomiti Energia batte anche Pesaro: settima vittoria in otto gare. Le fiammate di Mitchell, la concretezza di Pascolo e un Forray extra-lusso lanciano Trento al quinto posto solitario. 

Arriva la settima vittoria nelle ultime otto partite per la Dolomiti Energia Trentino, che conquista i due punti contro Pesaro vincendo per 77 a 65 a termine di un incontro per lunghi tratti equilibrato. Forray e compagni hanno fatto però valere alla lunga il proprio talento e la propria voglia di continuare la propria striscia positiva arrivata a quota 4 vittoriDolomiti Cantùe.

Con questi due punti i bianconeri salgono a quota 32 punti in classifica e da martedì inizieranno a preparare l’appuntamento di sabato in casa della Reyer Venezia.

LA GARA

Avvio con molti errori da una parte e dall’altra. Dopo 5 minuti il punteggio è sul 7 pari con i bianconeri che trovano qualche buona conclusione da Mitchell e Pascolo mentre gli ospiti si affidano alla fantasia offensiva di Wright ed alle conclusioni dalla distanza di Lorant. Alla fine del primo quarto il punteggio è di 11 a 15 per gli ospiti.

La Dolomiti Energia Trentino trova nel secondo quarto un ottimo Armwood, entrato nella partita con il piglio giusto, che tiene in scia Trento, che deve rinunciare a Baldi Rossi tenuto precauzionalmente a riposo. Il pubblico del PalaTrento prova a spronare i suoi beniamini che, sul punteggio di 21-25 in favore degli avversari, trova finalmente la seconda bomba di serata con capitan Forray, in serata magica dai 6.75 (4/5 alla fine), riportandosi ad una sola lunghezza di distanza. Nel finale di gara, sospinta da un Mitchell in serata positiva da 21 punti e 7 rimbalzi, la Dolomiti Energia Trentino si porta avanti sul 29 a 27.

Il terzo quarto si apre con due triple di Mitchell e Sanders seguite a ruota dal classico gancetto di Owens in post. Sembra un’altra partita, segna anche Forray dall’arco ed in un amen Trento vola sul +7 (40-33) costringendo coach Paolini ad un precoce time out. Mitchell e Pascolo combinano bene sul gioco a due ma Pesaro si mantiene in linea di galleggiamento con le triple di Musso e Lorant e a fine terzo quarto il punteggio è di 52 a 45 per i padroni di casa.

Pesaro prova ad alzare l’intensità difensiva nel quarto decisivo, ma la Dolomiti Energia trova sempre i punti che le servono prima da Pascolo, poi da Forray e infine da Mitchell. La quarta bomba di serata di capitan Forray con un solo minuto da giocare chiude di fatto il match. Nel finale Mitchell se ne torna anzitempo negli spogliatoi per un doppio tecnico che non rovina però la festa bianconera per la vittoria finale per 77 a 65.

IL TABELLINO

Dolomiti Energia Trento – Consultinvest Pesaro 77-65 (11-15, 29-27, 52-45)
Dolomiti Energia Trento: Forray 15, Sanders 3, Mitchell 21, Pascolo 15, Owens 7: Grant 10, Spanghero 2, Baldi Rossi ne, Armwood 4, Flaccadori ne. All: Buscaglia.
Consultinvest Pesaro: Wright 4, Musso 14, Raspino 0, Lorant 14, Judge 3: Basile 0, Miles 11, Ross 19, Crow 0, Tortù ne. All. Paolini.
Arbitri: Carmelo Paternicò di Piazza Armerina (EN), Enrico Sabetta di Termoli (CB) e Carmelo Lo Guzzo di Pisa.
Note – Tiri liberi: Trento 16/20, Pesaro 15/22. Tiri da tre punti: Trento 9/26, Pesaro 8/28. Rimbalzi: Trento 44, Pesaro 45. Espulsione per doppio tecnico: Mitchell. Spettatori: 2.790.

GLI SPOGLIATOI

MAURIZIO BUSCAGLIA (coach DOLOMITI ENERGIA): “Nella prima parte di gara siamo mancati dell’aggressività necessaria: però soli 27 punti subiti in 20 minuti, a dispetto di un controllo relativo dei rimbalzi, tutto sommati sono stati buoni. Nella seconda metà gara siamo stati bravi a non perderci a immaginare la partita che avremmo voluto, ma a correggere quella che stavamo facendo. Cambiando le due o tre cose che servivano a metterla a posto: impattando bene il terzo quarto, lavorando meglio a rimbalzo e muovendo tanto la palla. Chiudo togliendomi il cappello di fronte a Pesaro, che ha fatto una gran partita impedendoci di giocare come avremmo voluto”.

RICCARDO PAOLINI (Coach CONSULTINVEST PESARO): “Per come abbiamo giocato avremmo dovuto chiudere i primi due quarti con un buon vantaggio, e non sotto. Invece abbiamo fatto quelle due o tre palle perse in transizione che ci sono costate carissime. E lo stesso è successo nella seconda metà gara: tre perse costose, unite ad un paio di brutti uno contro uno subiti, ci hanno penalizzato. Insomma, le palle perse sono state decisive: non ne abbiamo poi fatte tantissime, 15, ma sono tutte capitate nei momenti cruciali. Ciò detto, merito a Trento: ha fatto una partita solida, come sempre, e quando è servito Forray ha fatto la partita, dimostrandosi davvero un giocatore di livello”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136