Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Al Passo Gavia scoperta una stele in ricordo di Tarcisio Persegona

sabato, 10 agosto 2019

Ponte di Legno – Un’intera giornata dedicata a Tarcisio Persegona, imprenditore e appassionato di ciclismo che ha scalato per ben 550 volte il Gavia. Scomparso lo scorso 9 novembre a Parma, oggi a Ponte di Legno (Brescia) si sono ritrovati in tanti, familiari, la moglie Gabriella e i figli, campioni, ex campioni, ciclisti e amici di Tarcisio, sono salti al Passo Gavia dove è stata inaugurata una stele in suo ricordo. Tra gli ex campioni e amici di Tarcisio erano presenti Francesco Moser, Gianni Motta, Italo Zilioli, Ercole Gualazzini che ha portato al Passo Gavia la bicicletta delle 550esima salita al Passo Gavia dell’agosto 2018 e Alberto Pozzi che detiene il record del Gavia.

VIDEO

Ciclisti ricordano PersegonaL’iniziativa è stata promossa da Mirella Cultura, Una montagna di cultura…la cultura in montagna, Pro loco di Ponte di Legno ed Emozioni all’ultimo respiro con una serie di appuntamenti: all’alba un centinaio di ciclisti (nella foto), tra cui Moser, Motta, Zilioli e Pozzi, si sono ritrovati nell’area antistante il Palazzetto dello Sport di Ponte di Legno, e alle 9 è scattata l’ascesa in bicicletta verso il Passo Gavia.

Alle 11 al Passo Gavia si è svolta la commemorazione, con la benedizione della stele da parte di don Battista Dassa, il giornalista Beppe Conti che ha ricordato Tarcisio Persegona, quindi il saluto della moglie Gabriella che ha ringraziato i presenti e l’artista camuno Edoardo Nonelli che ha realizzato una stele, incastonata a pochi passi dal Passo Gavia. “L’opera è un segno che vuol ricordare il carattere di Tarcisio che amava il Gavia e le bellezza di una salita resa mitica dalle imprese dei campioni. Un’opera molto semplice che lo ricorderà per sempre”,  ha spiegato Edoardo Nonelli.  Al termine l’abbraccio di ex campioni e amici di Persegona alla moglie Gabriella e ai figli presenti alla cerimonia.

La giornata è proseguita al centro congressi Mirella di Ponte di Legno con la serata-ricordo “Tarcisio per sempre”, condotta dal giornalista Beppe Conti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136