QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adecco Gold, Basket Brescia Leonessa sconfitta all’overtime: a Torino finisce 82-79

domenica, 29 dicembre 2013

Torino – La sensazione è di aver sprecato una ghiotta occasione, ma dall’altra parte c’è la consapevolezza di aver giocato una grande partita. La Leonessa esce sconfitta a testa alta dal parquet del Pala Ruffini con il punteggio di 82-79 dopo 45 minuti gioco: anche questa volta è stato infatti overtime e anche questa volta i cinque minuti extra sono stati fatali per i ragazzi di coach Martelossi, che si sono arresi a una Manital più concreta nei concitati momenti finali di gara. Non è bastata una prestazione pazzesca di JR Giddens, che ha chiuso con 26 punti e 17 rimbalzi per uno strepitoso 44 totale di valutazione.basket leonessa

E’ un buon inizio quello della Centrale, che in attacco costruisce bene e sulla sua asse americana si porta subito sul 6-4. Torino però, con Mancinelli e Bowers, mette a referto un parziale di 5-0 che porta i piemontesi avanti di tre lunghezze. Cominciano ad arrivare le palle perse per Brescia, che rimane però ampiamente in partita grazie alla grande vena realizzativa dei suoi due americani. Justin e Tamar non sbagliano praticamente niente e puniscono Torino in ogni situazione di mismatch: dall’altra parte del campo però la Manital non è da meno e grazie a Evangelisti e Gergati si tiene in partita e chiude il primo quarto sul 24-25. Nel secondo quarto Brescia parte fortissimo e piazza un parziale di 9-2 grazie al duo Cuccarolo-Fultz, con quest’ultimo incredibilmente in ritmo nonostante due partite consecutive vissute dalla panchina. La Manital viene richiamata a raccolta da coach Pillastrini e cerca la reazione con Bowers, che però viene clamorosamente stoppato da Cuccarolo e Giddens in due azioni consecutive: una tripla di Sandri riporta Torino a una sola lunghezza di distanza. La Leonessa risponde immediatamente con un contro-parziale di 7-0 propiziato dal solito Giddens, Bushati (che si prende una tripla “pazza” in transizione) e Di Bella, costringendo Pillastrini a un nuovo timeout. La scossa prova a darla Steel con una tripla, ma la Leonessa risponde colpo su colpo con Rinaldi e Fultz: il primo tempo si chiude sul 43-47 per Brescia.

Il secondo tempo si apre nel segno di Torino, che con Mancinelli, Steele ed Evangelisti si porta in vantaggio di una lunghezza (50-49) e costringe coach Martelossi a chiamare minuto di sospensione. Al rientro in campo la partita cambia volto e il gioco spumeggiante e ricco di canestri dei primi 20 minuti è solo un lontano ricordo: per ben 3 minuti di gioco si rimane fermi sul 53-53 e il tabellone del punteggio viene mosso per la prima volta da Evangelisti e Giddens, che in rapida successione mettono a referto una tripla a testa. Ancora una tripla a muovere il punteggio, questa volta di Amoroso, ma subito arriva la risposta di Rinaldi: sono anche gli ultimi canestri del terzo quarto, che si chiude sul 59-58 per Torino.
L’ultimo quarto si apre con una magia di Giddens in penetrazione, ma arriva immediatamente la risposta dall’arco da parte di Stefano Mancinelli. Ancora Giddens da sotto e ancora punteggio bloccato: errori al tiro e palle perse per entrambe le squadre, con il primo movimento di retina che arriva grazie al tiro libero segnato da Mancinelli per un fallo antisportivo commesso da Slay. Altri due liberi per Gergati e Torino vola a +3, ma Slay dall’altra parte si fa perdonare con la tripla del pareggio a 3 minuti dal termine. Torino dall’altra parte commette qualche errore e Brescia ne approfitta, segnando con Rinaldi il tap-in del +2 a 2 minuti dalla fine: Torino dal canto suo, supportata dal suo pubblico, impatta con Bowers e con Mancinelli mette il canestro del +2 a 2 secondi dal termine. Alberto Martelossi chiama timeout e se ne inventa una delle sue: alley oop pazzesco che manda Giddens a schiacciare e quindi a impattare a quota 69 con ancora 1.6 secondi sul cronometro. Il tiro di Amoroso finisce sul ferro e al Pala Ruffini si va all’overtime.

Nei primi 2 minuti Torino costruisce un parziale di 7-2 con Amoroso, Mancinelli e Steele, costringendo coach Martelossi a chiamare timeout. Al rientro in campo bomba di Slay (nonostante un piede sulla linea) e pareggio di Giddens dalla lunetta. Steele viene lasciato colpevolmente solo sulla linea da tre punti e la Leonessa viene punita: si ritorna però in parità grazie ai tre punti confezionati da Slay e Fultz per un fallo tecnico fischiato a Tim Bowers. Torino vola a + 3 con 23 secondi da giocare grazie ai liberi di Mancinelli e Amoroso e la Leonessa spreca tre volte la possibilità di segnare la tripla del pareggio per il secondo overtime.

PMS Torino: Mancinelli 23, Evangelisti 9, Chessa, Baldasso ne, Sandri 3, Amoroso 8, Wojciechowski 14, Steele 11, Bowers 8, Gergati .
Basket Brescia Leonessa: Bushati 3, Slay 18, Procacci, Rinaldi 14, Loschi 3, Fultz 11, Di Bella 2, Cuccarolo 2, Giddens 26 (+17 rimbalzi), Maspero.

PMS Torino – Basket Brescia Leonessa 82- 79
(24-25; 43-47; 59-58; 69-69)
Quintetti
PMS Torino: Mancinelli 23, Evangelisti 9, Chessa, Baldasso ne, Sandri 3, Amoroso 8, Wojciechowski 14, Steele 11, Bowers 8, Gergati .
Basket Brescia Leonessa: Bushati 3, Slay 18, Procacci, Rinaldi 14, Loschi 3, Fultz 11, Di Bella 2, Cuccarolo 2, Giddens 26 (+17 rimbalzi), Maspero.
Arbitri
Moretti, Cappello, Terranova


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136