QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Volley, a Bolzano una grande festa per Giannelli e la Diatec Trentino: vittoria al tie break nel test match col Friedrichshafen

giovedì, 6 ottobre 2016

Bolzano – Entusiasmo, tanto pubblico e una vittoria in ambito internazionale che fa sempre piacere e garantisce ulteriore morale in previsione della prima trasferta stagionale di SuperLega (domenica a Sora). La puntata serale a Bolzano, per l’amichevole contro il Friedrichshafen, ha visto la Diatec Trentino cogliere un successo per 3-2, mettendo in mostra una pallavolo a tratti molto convincente e ricevere al tempo stesso l’abbraccio del pubblico del PalaResia.
Gli applausi più convinti, come era naturale che fosse, i fans altoatesini li hanno riservati non tanto per una bella azione di una o dell’altra squadra, quanto invece al giocatore più atteso: Simone Giannelli è stato infatti accolto in maniera davvero straordinaria dalla sua città, a cui si è dedicato nel post partita soddisfacendo tutte le richieste di foto, selfie ed autografi ricevute. Prima del fischio d’inizio c’era stato spazio anche per un momento ufficiale, in cui il Comune di Bolzano e lo Sport Team Südtirol (Società in cui mosse i primi passi della sua carriera) hanno ufficialmente festeggiato la medaglia d’argento conquistata a Rio 2016. Subito dopo, invece, spazio al match, che ha visto la Diatec Trentino giocare a corrente alternata: benissimo nel primo e nel terzo set (quando Urnaut e Antonov hanno fatto la voce grossa), più in difficoltà fra secondo, quarto e quinto parziale, periodi in cui ha concesso troppo agli avversari. Alla fine però la vittoria è arrivata ugualmente, con in calce i 17 punti dello stesso Tine (il migliore dei suoi), i 14 dell’italo-russo (col 56% a rete) e i 13 di un Van de Voorde decisamente in palla anche al servizio e a muro (due punti a testa nei rispettivi fondamentali) oltre che in attacco (75%). Cinque set utilissimi in vista del tour de force che caratterizzerà i prossimi venti giornio di ottobre della Trentino Volley.

La cronaca dell’amichevole. Per il primo incontro stagionale a carattere internazionale (fra dodici giorni in Brasile ne arriveranno subito almeno altri tre), Angelo Lorenzetti schiera la sua Diatec Trentino co Giannelli in regia, Stokr opposto, Antonov e Urnaut schiacciatori, Solé e Van de Voorde al centro, Colaci libero. I tedeschi del VfB Friedrichshafen allenati da Vital Heynen replicano con Tischer alzatore, Malescha opposto, Rousseaux e Mustedanovic in posto 4, Takvam e Klein centrali, Steuerwald libero. E’ proprio il padrone di casa assoluto, Simone Giannelli, ad offrire il primo sussulto al match trovando un muro e un attacco di seconda in fase di break point che fanno volare Trento subito sul +2 (3-1, 5-3). Un altro block, stavolta di Van de Voorde su Mustedanovic, e ancora un attacco di Giannelli permettono alla Diatec Trentino di allargare la forbice (10-6). I tedeschi si rifugiano in un time out, ma alla ripresa del gioco la tendenza non cambia (13-9, 18-12) con anche Urnaut in bella evidenza. Tine è ispiratissimo in attacco e guida i suoi verso l’agevole successo nel primo parziale (25-18), che arriva con un muro a tre su Malescha.
Nel secondo set la partita si accende, anche grazie ad un Friedrichshafen maggiormente in palla soprattutto in attacco e a muro; dopo una iniziale parità (5-5, 8-8) i biancoblù con Malescha guadagnano un paio di punti di margine (8-10, 11-13) che costringono Lorenzetti a rifugiarsi in un time out. Le indicazioni del tecnico non scuotono però i gialloblù, che perdono ulteriore contatto (14-18), soffrendo le attenzioni di Rousseaux a muro. Nel momento peggiore, la Diatec Trentino torna a giocare il volley che conosce e nel giro di pochi scambi si riporta immediatamente in carreggiata (18-20, 21-22), trascinata da Urnaut. Il grande recupero costa qualcosa però in termini di lucidità nella parte finale del periodo, che i vice-campioni di Germania si assicurano per 21-25 con buona attenzione in fase di ricostruita.
Nel terzo set la rabbiosa reazione dei padroni di casa produce immediatamente uno strappo importante (6-1, 9-3), che porta la firma principalmente di Stokr e Solé. Heynen interrompe spesso il gioco, ma non trova efficaci contromisure (14-10, 17-12); anzi, nella seconda parte del set è Trento a dilagare (21-13 e poi 25-16) mettendo in mostra anche Van de Voorde.
Nel quarto set Lorenzetti offre spazio a Nelli, Daniele Mazzone e Chiappa, rispettivamente al posto di Stokr, Solé e Colaci; la Diatec Trentino inizialmente fatica a trovare il ritmo (3-6), ma in seguito si riprende (10-9) proprio grazie ai servizi del neoentrato opposto. Il Friedrichshafen reagisce, approfittando anche di un paio di errori degli avversari torna davanti (13-15) e poi prende il volo verso il meritato tie break (14-17, 15-20). Il tecnico di Trentino Volley inserisce allora anche Blasi e Tiziano Mazzone nel finale di set, che si conclude senza ulteriori sussulti sul 20-25.
Il quinto periodo vede la Diatec Trentino sempre avanti di una lunghezza (5-4, 9-8), prima che le squadre arrivino a quota dieci; in seguito è il Friedrichshafen a passare a condurre (10-12). Mazzone mura Finger, che poi sbaglia la successiva schiacciata (14-13); si va ai vantaggi e la spunta la squadra di Lorenzetti con Van de Voorde e Urnaut (18-16).
“E’ stata un’amichevole con momenti molto intensi ma anche con attimi di scarsa continuità – ha commentato al termine del test match Angelo Lorenzetti . Abbiamo subito in alcune situazioni il gioco degli avversari, ma i ragazzi hanno fatto ciò che avevo chiesto. Sono felice per Van de Voorde; Simon ha giocato cinque set da protagonista”.

Di seguito il tabellino dell’amichevole giocata questa sera al PalaResia di Bolzano.

Diatec Trentino-VfB Friedrichshafen 3-2

(25-20, 21-25, 25-16, 22-25, 19’)

DIATEC TRENTINO: Stokr 10, Antonov 14, Van de Voorde 13, Giannelli 9, Urnaut 17, Solé 9, Colaci (L); Nelli 7, Mazzone T. 1, Blasi, Chiappa (L), Mazzone D. 4. N.e. Lanza e Burgsthaler All. Angelo Lorenzetti.
VFB FRIEDRICHSHAFEN:
 Rousseaux 13, Klein 8, Malescha 13, Mustedanovic 2, Takvam 12, Tischer 3, Steuerwald (L); Sossenheimer 11, Finger 7, Kocian. N.e. Gunthor.  All. Vital Heynen.

ARBITRI: Pozzato di Bolzano e La Micela di Trento.

DURATA SET: 20’, 24’, 22’, 24’, 19’; tot  1h e 49’.

NOTE: 1.800 spettatori circa. Diatec Trentino: 13 muri, 4 ace, 21 errori in battuta, 8 errori azione, 54% in attacco, 49% (17%) in ricezione. VfB Friedrichshafen: 8 muri, 5 ace, 14 errori in battuta, 10 errori azione, 43% in attacco, 53% (31%) in ricezione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136