QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Val di Sole, a Malè l’incontro sul turismo con l’assessore Dallapiccola: “Valorizzare questo territorio”. Le foto

sabato, 14 novembre 2015

Malé – Operatori turistici, sindaci, amministratori locali della Val di Sole hanno partecipato ieri sera all’incontro con l’assessore provinciale Michele Dallapiccola a Malè (Trento) . ”Una proficua occasione di confronto reciproco, che ha posto sul tavolo i temi principali legati al turismo trentino: programmazione strategica integrata, promozione, imposta di soggiorno, Guest Card”: questo il commento finale dell’assessore Michele Dallapiccola al termine dell’affollato incontro svoltosi ieri sera a Malè con gli operatori turistici della Val di Sole.

 

Di fronte ad un centinaio di persone, l’assessore ha presentato in primo luogo una swat analysis , un’analisi cioè delle opportunità, minacce, punti di forza e di debolezza del sistema turistico trentino. Se da un lato le opportunità di sviluppo del settore, che è caratterizzato dalla costante crescita internazionale e da una domanda che fa leva sull’ambiente e la qualità della vita, possono incontrarsi infatti con caratteristiche trentine forti, come la posizione centrale rispetto a determinati mercati turistici e la varietà e ricchezza dei paesaggi, dall’altro lato le debolezze non mancano, caratterizzando anche la Val di Sole: dalle stagionalità contenute, alla frammentazione nelle politiche di marketing, una debole innovazione di prodotto ed una ancora timida capacità di accogliere la domanda estera. Dallapiccola si è inoltre soffermato sui fondamenti della riforma del turismo che riguardano trasversalmente i due livelli organizzativi, quello centrale e quello di ambito. Per l’assessore “è assolutamente necessario orientare l’attività di marketing verso progetti strategici su scala provinciale o, comunque, inter ambito: in questa ottica è prioritario il ruolo strategico della Guest Card, strumento che sta avendo un indubbio successo”.

Illustrato anche il Piano strategico pluriennale di marketing turistico territoriale approvato in ottobre dalla giunta provinciale con la delibera 1749, dopo il lavoro del nuovo Tavolo Azzurro: “l’attenzione della Giunta per un settore che rappresenta una delle architravi dell’economia provinciale – ha spiegato – ha suggerito di istituire un vero e proprio tavolo di confronto tra i diversi attori del settore turistico, per analizzare, condividere e sviluppare linee d’intervento volte alla valorizzazione dell’intero comparto; grazie all’importante collaborazione con Asat e Confcommercio, è stato definito un documento basilare che rappresenta la regia programmatica e metodologica per tutti i protagonisti e le azioni che in Trentino riguardano il marketing turistico: pertanto il piano è quindi soggetto annualmente ad un processo di verifica e potenziale aggiornamento”.

Il dirigente del Servizio Turismo e Sport provinciale Romano Stanchina ha invece illustrato la piacevole novità relativa alla Rete dei sentieri Mtb in Val di Sole: “La valle solcata dal Noce è la prima zona trentina in cui è operativa questa innovativa proposta per gli amanti delle ruote grasse: in Val di Sole sono stati cioè individuati per ora 15 sentieri, che diventeranno tra qualche mese ben 23, in cui sono applicate concretamente le nuove norme provinciali che disciplinano la convivenza tra bikers ed escursionisti a piedi: la nuova disciplina prevede che, in assenza di divieti specifici (solo due in Val di Sole), di fatto si possa andare ovunque con la Mtb; la vecchia normativa, peraltro di problematica applicazione, prevedeva invece il divieto ovunque per i mezzi meccanici, salvo il transito solo laddove particolari pendenza e ampiezza lo consentivano”. Numerosi sono stati poi gli interventi degli operatori turistici solandri: dalla sollecitazione ad un maggiore impegno per la salvaguardia e valorizzazione del vero ed inimitabile gioiello locale, il fiume Noce, contro le numerose richieste di sfruttamento idroelettrico, a richieste di chiarimenti sulla tassa di soggiorno ed al suo diverso impatto per i clienti di alberghi, campeggi ed appartamenti, alle proposte per ripristinare gli ampi spazi verdi attualmente occupati e minacciati dal veloce ritorno del bosco; presentate inoltre richieste di liberare dal traffico automobilistico i paesi e di rivedere il sistema dei trasporti locali, valorizzando in particolare la specificità solandra costituita dalla ferrovia Trento-Malè-Marilleva ‘900.

Particolarmente soddisfatti per la serata sia il presidente dell’Apt Val di Sole Luciano Rizzi, sia il vice presidente provinciale Asat Gianni Battaiola: “ partendo dall’indubbio problema solandro, cioè la bassa redditività alberghiera, cerchiamo di ribaltare la situazione, puntando con convinzione sul fondamentale valore della competitività, più volte invocato dallo stesso assessore Dallapiccola: in tale ottica vanno però assolutamente garantite le risorse ai territori, tramite le Apt dei vari ambiti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136