QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vacanze Sicure con “Pneumatici sotto controllo”: al via i controlli della Polizia Stradale anche in Trentino Alto Adige

giovedì, 27 aprile 2017

Trento - Vacanze Sicure, l’iniziativa di Polizia Stradale e Pneumatici Sotto Controllo che accende i riflettori sull’importanza del pneumatico per la sicurezza stradale, torna dopo tre anni sulle strade del Trentino Alto Adige e della provincia di Belluno.

Polizia strada incidente BresciaA partire dal 26 aprile gli agenti della Polizia Stradale del Compartimento saranno impegnati nell’attività di controllo dei pneumatici delle auto circolanti sulle principali arterie delle tre provincie. 1000 le verifiche a campione che verranno effettuate in due mesi in maniera del tutto anonima con lo scopo di sensibilizzare gli automobilisti sulla corretta manutenzione dell’unico punto di contatto tra il veicolo e il suolo.

Un argomento di assoluto rilievo, che ha visto coinvolti 40 agenti del Compartimento Polizia Stradale per il Trentino Alto Adige e Belluno in un corso di formazione organizzato specificamente da Assogomma e Federpneus come prima ed importante fase del progetto Vacanze Sicure.

Al termine dei controlli i dati verranno raccolti e analizzati secondo il consolidato modello del Politecnico di Torino e i risultati verranno illustrati a luglio in occasione di una conferenza stampa che ancora una volta avrà lo scopo di sensibilizzare gli automobilisti in vista dei grandi esodi estivi.

L’auspicio è quello di abbassare sempre più le percentuali di infrazioni riguardanti le gomme lisce, danneggiate, non rispondenti alla carta di circolazione o non omologate che attualmente risultano essere tra le più comuni riscontrate.

Con un parco auto sempre più vecchio, il 50% ha più di 10 anni, la manutenzione dell’auto assume un ruolo fondamentale per la sicurezza stradale. Ancor più se pensiamo che sul pneumatico ossia su una superficie grande come quella di una cartolina si scaricano tutte le forze direzionali, il peso e la frenata della nostra auto.

Prima di mettersi in viaggio la raccomandazione è quindi quella di andare da un gommista per verificare lo stato dei pneumatici e il loro corretto gonfiaggio. Un’operazione che, nonostante i Rivenditori Specialisti effettuino gratuitamente, non viene eseguita frequentemente dagli automobilisti. “Oltre il 52% degli automobilisti circola con gomme sottogonfiate” – ricorda Fabio Bertolotti, Direttore Assogomma – “un problema di sicurezza in quanto la frenata si allunga e la sterzata è meno precisa, ma anche un danno per l’ambiente e per il portafoglio visto che i consumi di carburante aumentano fino al 15% e le gomme si usurano in maniera disomogenea e quindi vanno sostituite prima”.

Sul tema il Direttore del Servizio Polizia Stradale Giuseppe Bisogno osserva “purtroppo sono ancora troppi i conducenti che circolano con pneumatici lisci o danneggiati e che utilizzano pneumatici non omologati. Per contrastare questa tendenza è necessario un impegno a 360 gradi: prevenzione, controlli, informazione, per promuovere un nuovo approccio culturale di legalità sulle strade. È importante comprendere che non si tratta solo di evitare la sanzione pecuniaria, in gioco vi è un interesse certamente superiore: la nostra e l’altrui sicurezza. Grazie all’iniziativa Vacanze Sicure, ormai giunta alla 14° edizione, continuiamo a richiamare l’attenzione degli utenti sull’importanza di una attenta manutenzione del veicolo, pneumatici in primis, per viaggiare sicuri”.

A partire dal 15 aprile poi gli automobilisti devono generalmente procedere alla sostituzione dei pneumatici invernali con quelli estivi non solo per rispettare le norme di legge, ma anche e soprattutto per ottimizzare le prestazioni dei loro pneumatici e della vettura ottimizzando al contempo il consumo di carburante.

Va ricordato inoltre che dal 16 maggio e sino al 14 ottobre, non è più consentita la circolazione con pneumatici M+S con codici di velocità inferiori a quelli riportati in carta di circolazione. È un’infrazione che può dar luogo non solo a sanzioni pecuniarie. Un ulteriore consiglio dei Produttori di pneumatici, è quello di conservarli in modo opportuno, seguendo le Raccomandazioni internazionali scaricabili liberamente dal sito www.pneumaticisottocontrollo.it


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136