QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento, prima assemblea dei Vigili del Fuoco Volontari del presidente Ioppi

martedì, 28 novembre 2017

Trento – Dopo l’avvicendamento ai vertici della Federazione dei Corpi Vigili del fuoco Volontari della Provincia di Trento, si è svolta la prima assemblea presieduta da Tullio Ioppi. Nella sala convegni del Centro Congressi Interbrennero erano presenti oltre 200 invitati, di cui 166 aventi diritto al voto.

Presente l’assessore provinciale alla Protezione civile, Tiziano Mellarini, che ha sottolineato positivamente il “ritrovato clima di unità dell’assemblea, che permette di guardare il futuro con rinnovata serenità per assolvere al meglio il delicato e importante impegno quotidiano che attende i Vigili del fuoco volontari”.

L’ASSEMBLEA - Primo punto all’ordine del giorno la destinazione di 247.592 euro di avanzo di bilanci precedenti (2016) a supporto dell’attività di formazione prevista dal dl 81/2008, con la possibilità per i corpi di proporre attività e percorsi formativi ulteriori rispetto a quelli della Scuola provinciale antincendi. Poi il bilancio di previsione 2018, presentato dal direttore della Federazione Mauro Donati, che per la prima volta – in forza del nuovo statuto – viene approvato dall’assemblea e non più dal consiglio della Federazione. Bilancio che ha entrate ordinarie e relative uscite per 580.500 euro, approvato con 158 voti favorevoli.

Poi l’attesa relazione programmatica 2018 del presidente Tullio Ioppi (nella foto sotto), che contiene molti dei punti dell’attività sui quali i comandanti guardano alla Federazione per risposte e proposte: diversi sono i campi di azione e le iniziative sulle quali la Federazione si impegnerà nel corso del 2018-19. In primis seguirà con attenzione l’evolversi della normativa nazionale sul “terzo settore”, che potrebbe portare rilevanti cambiamenti anche per i nostri Corpi come ad esempio quello di essere finalmente dotati di personalità giuridica con tutto ciò che ne consegue. Poi il capitolo assicurazioni, con la Federazione che sta valutando migliorie rispetto alle attuali modalità di gestione delle coperture assicurative, inclusa una convenzione per la stipula da parte degli interessati della polizza a copertura del danno patrimoniale e copertura legale. Tullio Ioppi 1

LA FORMAZIONE - Per la parte relativa alla formazione: verrà rivista la modalità di erogazione utilizzando anche strumenti di e-learning e apprendimento a distanza e si procederà ad una revisione dei contenuti formativi dei corsi obbligatori per adeguarli alle esigenze nel frattempo espresse dal territorio, strutturandoli mediante il riconoscimento di crediti formativi. Parlando invece di tecnologie a supporto dell’attività dei Vigili del fuoco volontari, proseguiranno gli incontri per la definizione della rete di allertamento digitale POCSAG, mentre per quanto riguarda i piani di allertamento, avendo superato il 60% dei piani inseriti dai corpi, si procederà sollecitando gli stessi a completare l’attività. Relazione programmatica approvata con 158 voti favorevoli. Su queste tematiche si è soffermato poi nel suo intervento l’assessore Mellarini, che ha rassicurato i comandanti sulla volontà di Provincia, Dipartimento protezione civile e Cassa provinciale antincendi di supportare al meglio l’evoluzione dell’attività dei Vigili del fuoco volontari, dando risposte puntuali alle richieste espresse nella relazione programmatica: in particolare sui piani di allertamento Mellarini ha assicurato che la questione sarà chiusa entro il giugno 2018. L’assessore ha poi toccato la tematica delle assicurazioni e anche dell’evoluzione della normativa nazionale sulla Protezione Civile che sta seguendo da vicino quale coordinatore del tavolo delle protezioni civili.

LE NOMINE - Nella parte finale dell’assemblea c’è stata la nomina del collegio dei probiviri, che ha confermato i componenti uscenti: Enrico Cavalieri, Fabio Berlanda e Franco Brighenti e soprattutto del comitato etico, previsto dal nuovo regolamento, che vede la presenza dell’avvocato Paola Depretto, dell’ex ispettore del Distretto di Fassa, Rinaldo Debertol e dell’ex-comandante del corpo di Tione, Sergio Armani.

LE BENEMERENZE - Sono state inoltre conferite le benemerenze provinciali assegnate ai Vigili del Fuoco volontari per l’anno 2017: la medaglia d’oro per 20 anni di lungo comando a Ilario Pintarelli (Sant’Orsola Terme) e al comandante Alberto Stanchina (Terzolas), la fiamma d’oro per 40 anni di servizio a Graziano Spinel (Mazzin di Fassa), al comandante Giovanni Turra (Primiero), a Mario Pace (Cinte Tesino), Lorenzino Trentin (Telve di Sopra), Orlando Trentin (Telve di Sopra), Rino Leonardi (Tuenno), Marcello Boroni (Bocenago), Rino Faccini (Brione), Mariano Bertarelli (Carisolo), Renzo Perotti (Condino), Giuseppe Radoani (Condino) e Mattia Salvaterra (Tione). Sono state poi conferite le Croci di bronzo al merito ai Vigili del Fuoco volontari del corpo di Arco, i capisquadra Matteo Leonardi e Valerio Dapreda “per aver compiuto un atto di valore, con coraggio e sprezzo del pericolo, salvando la vita di una persona, nell’intervento di spegnimento incendio all’interno di un appartamento compiuto ad Arco in via Vergolano il giorno 19 dicembre 2016″. Altra Croce di bronzo al merito al vigile del fuoco volontario del corpo di Denno, Alessandro Dolzan, “per aver compiuto un atto di valore con coraggio e sprezzo del pericolo, salvando la vita di due persone, estraendole dall’abitacolo di un’autovettura in fiamme, prima dell’intervento di spegnimento incendio a Bronzolo (Bolzano), il giorno 11 febbraio 2017″.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136