Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Trentino: raggiunto l’accordo per la medicina generale

mercoledì, 20 dicembre 2017

Trento – È stato stipulato un accordo con i rappresentanti sindacali della medicina generale che pone in capo alle due parti, in maniera condivisa, obiettivi su cui l’Apss sta lavorando nell’ambito della riorganizzazione aziendale. Paolo-Bordon 10Questo accordo con i medici di medicina generale, è un nuovo modo di concepire i servizi ai nostri assistiti grazie all’apporto e allo stimolo di tutti i soggetti coinvolti. Complessivamente sono stati messi in campo 3 milioni 200 mila euro per anno dal 2018 al 2022.

I progetti su cui l’Apss lavorerà insieme ai medici di medicina generale sono una maggiore appropriatezza riguardo al ricorso all’ospedalizzazione, una maggior adesione agli screening oncologici e un’attenzione all’appropriatezza prescrittiva degli accertamenti diagnostici. Un nuovo grande progetto su cui i nostri specialisti e la medicina generale collaboreranno sarà l’adesione al percorso del diabete che coinvolgerà i 21 mila diabetici attualmente censiti in provincia di Trento con una maggior presa in carico della medicina territoriale, completando con questo percorso la serie di iniziative alle quali l’Apss sta lavorando quali ad esempio l’infermiere di comunità sul percorso del diabete.

«È stata una trattativa lunga, a volte dura nei toni e nelle modalità – ha commentato a margine dell’incontro il direttore generale dell’Apss Paolo Bordon – ma, alla fine, è prevalso il senso di collaborazione di tutti e credo sia stato raggiunto un accordo ragionevole e utile nel reciproco interesse delle parti».

Un plauso all’accordo raggiunto anche da parte dell’assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni che ha evidenziato: «Firmato oggi uno “storico” accordo tra azienda sanitaria e sindacati dei medici di medicina generale. Sbloccati 16 milioni di euro in 5 anni per una maggiore presa in carico dei pazienti. Un accordo fondamentale, dopo 10 anni di discussione, che migliorerà la vita di molti pazienti. Un grazie all’azienda sanitaria e ai sindacati per il faticoso confronto e per l’accordo raggiunto. Inoltre nella legge di bilancio della Provincia, in discussione in questi giorni, sono previsti ulteriori 3 milioni di euro per le aggregazioni dei medici, per un servizio sempre migliore sul territorio».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136