QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino: il monitoraggio sui lavori finanziati dalla Provincia conferma un’accelerazione dei tempi. Gianomena: “2017 anno degli appalti”

domenica, 28 maggio 2017

Trento – “Siamo impegnati costantemente in un lavoro importante che mira a sviluppare il territorio nei suoi aspetti sociali, ma anche economici e di servizio ai cittadini: il 2017 sarà l’anno degli appalti. E’ importante non solo reperire risorse, ma anche velocizzare le procedure per il loro impiego. I Sindaci sono consapevoli che il sistema economico ha bisogno di investimenti e gli stessi Amministratori pubblici vogliono concretizzare con le opere il loro programma elettorale. La Provincia si era impegnata ad effettuare un monitoraggio delle opere comunali non appaltate, identificando le ragioni degli eventuali ritardi.  Oggi apprezziamo il risultato del lavoro svolto con puntualità e siamo provvisti delle informazioni necessarie per identificare i singoli problemi e studiare soluzioni efficaci ad essi attagliate”. 

“Leggi importanti si succedono, ma dobbiamo andare oltre il dogma per cui tutto ciò che non è esplicitamente permesso è proibito. Quindi oltre quella che taluni definiscono “burocrazia difensiva”. Dobbiamo evitare di star fermi. Dobbiamo essere innovatori della Pubblica Amministrazione, riformando strutture che vogliono essere competitive e responsabili, sempre nel rispetto delle leggi e dei cittadini. Dobbiamo ammettere che i tempi di appalto delle opere incidono negativamente sull’economia quanto la mancanza di risorse pubbliche a sostegno degli investimenti”.

E’ il commento di Paride Gianmonea, Presidente dei Comuni Trentini, in riferimento ai dati relativi alle opere finanziate e ancora ferme in alcuni Comuni.

“I 132 milioni delle 82 opere da sbloccare - continua Gianmonea - sono una linfa che le Amministrazioni comunali vogliono immettere sul territorio nel più breve tempo possibile e l’accelerazione dell’avviamento delle opere negli ultimi mesi ne è testimonianza. Un trend - aggiunge ancora il Presidente dei Comuni Trentini – che continuerà anche nei prossimi mesi, grazie all’impegno degli Amministratori e degli uffici preposti. La vera sfida sarà il recepimento della Legge Madia - sottolinea sempre Gianmoena - con il Presidente Rossi e la Giunta provinciale stiamo lavorando per trovare meccanismi che semplifichino, accelerino e individuino le precise responsabilità, il tutto con l’obiettivo di fare in modo che le risorse vengano investite in tempi veloci”.

“La situazione sta cambiando – conclude Gianmonea – anche perché i tempi sono cambiati e c’è urgenza di mettere a fattor comune le professionalità di ogni soggetto nell’ottica di guardare al futuro con rinnovato entusiasmo e spirito di servizio. Gli intoppi vanno risolti e li stiamo risolvendo. Ognuno deve però essere responsabile della propria parte, in procedimenti, spesso complessi: i miglioramenti si vedranno presto, lavorando in sinergia tra Provincia e Comuni”. 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136