QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino, costituita la Consulta provinciale dei genitori: Andrea Lionello presidente

martedì, 30 maggio 2017

Trento – Andrea Lionello, presidente della consulta dei genitori del Liceo classico G. Prati di Trento e Maria Grazia di Rienzo, presidente della consulta dei genitori del Liceo Rosmini di Trento sono stati eletti, rispettivamente presidente e vicepresidente della neo-costituita Consulta provinciale dei genitori. Le elezioni sono avvenute in occasione della prima seduta, l’11 maggio scorso. La Consulta, costituita dai presidenti delle consulte di ogni istituzione scolastica e formativa provinciale e paritaria, ha il compito di assicurare il più ampio confronto fra i genitori degli studenti. Nella prossima seduta, prevista per il 7 giugno alle ore 18 presso il Dipartimento della Conoscenza, in Via Gilli, 3, la Consulta designerà, tra i suoi membri, cinque rappresentanti dei genitori che parteciperanno alle sedute del Consiglio del sistema educativo provinciale.

Lo scorso 11 maggio, presso il Dipartimento della Conoscenza, si è svolta la prima seduta della Consulta provinciale dei genitori, recentemente istituita con una modifica della legge provinciale sulla scuola. Nel corso del primo incontro sono stati eletti il presidente, Andrea Lionello, presidente della consulta dei genitori del Liceo classico G.Prati di Trento e la vicepresidente, Maria Grazia di Rienzo, presidente della consulta dei genitori del Liceo Rosmini di Trento. Elisa Molinari è stata nominata segretario della Consulta provinciale.

La Consulta provinciale dei genitori è un organismo molto importante in ambito scolastico, in quanto oltre ad assicurare il confronto tra i genitori, ha il compito di formulare proposte agli organi del governo provinciale dell’istruzione sulla gestione del sistema educativo provinciale, con particolare riferimento all’offerta formativa, all’organizzazione didattica, all’erogazione dei servizi scolastici ed extrascolastici. La Consulta, inoltre, può promuovere, anche a livello locale, iniziative di sensibilizzazione sui temi dell’inclusione sociale, dell’educazione alla cittadinanza responsabile e dell’integrazione culturale.

In occasione della prossima seduta, che si terrà il 7 giugno alle ore 18.00 al Dipartimento della Conoscenza in Via Gilli, 3 a Trento; la Consulta designerà, tra i suoi membri, cinque rappresentanti dei genitori che parteciperanno alle sedute del Consiglio del sistema educativo provinciale, organo di partecipazione e di rappresentanza di tutte le componenti della comunità scolastica, del quale sono in corso le elezioni, che si concluderanno il 31 maggio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136