QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Trentino, bacini per innevamento multifunzionali: finanziamenti fino al 90% per le stazioni a interesse locale

venerdì, 19 gennaio 2018

Trento – I bacini per innevamento multifunzionali potranno essere finanziati in maniera più rilevante dalla Provincia come stabilito dalle modifiche apportate lo scorso anno alla legge provinciale sugli impianti a fune e piste di sci. In particolare la nuova normativa, adottata in via preliminare dalla Giunta, prevede che per i bacini idrici delle stazioni d’interesse locale il contributo massimo venga fissato nella misura del 90% della spesa ammessa. Per i bacini idrici multifunzionali delle altre stazioni il contributo è stato fissato nell’80%, per una spesa massima ammissibile pari a 2 milioni di euro. Pertanto, in termini di valori assoluti, il contributo potrà arrivare fino ad 1.600.000 euro.

Campiglio sciatori 1Nello stesso provvedimento, la Giunta ha precisato che per bacino multifunzionale si intende un bacino di raccolta delle acque per la produzione di neve programmata, per il quale sia previsto anche un diverso utilizzo dell’acqua, quale l’uso per fini di protezione civile, per irrigazione dei terreni circostanti a fini agricoli e per fini di fornitura di acqua per edifici e attività produttive.

Nei criteri la Giunta provinciale ha colto inoltre l’occasione per integrare le disposizioni per l’individuazione degli impianti di interesse locale, ricomprendendo nella definizione la tipologia degli impianti funiviari di tipo scioviario e di tipo monofune ad attacco permanente aventi lunghezza inclinata non superiore a 500 metri. Quest’ultima disposizione dovrà essere sottoposta all’approvazione della Commissione europea.

Il provvedimento adottato passa ora al vaglio della competente Commissione del Consiglio provinciale prima della sua adozione definitiva.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136