QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino, ancora chiusa la Statale 42 da Vermiglio per pericolo di caduta piante. Riaperti Sella e San Pellegrino

mercoledì, 5 febbraio 2014

Vermiglio - ”Chiusa per pericolo valanghe”: è questo l’avviso che compare ancora oggi su molte strade della provincia. La situazione della rete viabile, aggiornata alle 17.30, con l’elenco dei tratti stradali chiusi al traffico a causa delle recenti abbondanti nevicate vede ancora impraticabile, in particolare, la SS 42 tra Vermiglio e il Passo Tonale per caduta di piante sulla carreggiata.neve

Si sta invece risolvendo in queste ora situazione al Passo San Pellegrino, dove si sta completando la pulizia dalla neve del tratto in provincia di Trento della SS 346 tra la località Ronchi e il valido, in precedenza chiuso per pericolo valanghe. Domani mattina è previsto anche l’intervento di una fresa della Provincia autonoma di Trento per pulire la strada anche sul versante della Provincia di Belluno. La Protezione civile ha comunque garantito, anche la scorsa notte, i servizi di emergenza per i turisti bloccati negli alberghi del Passo.

E’ invece stata riaperta nel pomeriggio la SS 347 del Passo Cereda in corrispondenza del passo. Dopo il crollo del tetto del cinema Dolomiti di San Martino di Castrozza, un altro crollo ha riguardato oggi la copertura di un albergo chiuso al Passo Rolle. Prosegue nel frattempo nel bellunese l’opera dei vigili del fuoco volontari e del soccorso alpino, affiancati dalle strutture provinciali (viabilità e prevenzione rischi), per liberare dalla neve strade, piazze e tetti di alcuni paesi.

In serata la SS n. 242 del Passo Sella è stata riaperta su entrambi i versanti trentino e altoatesino.

Questa la situazione della rete viabile, con l’elenco tratti stradali chiusi al traffico a causa delle recenti abbondanti nevicate, aggiornata alle 17.30 di oggi.

In Val di Sole:
CHIUSA la S.S. n. 42 del Tonale e della Mendola tra Vermiglio e Passo Tonale (dalla pr. km 155,600 a pr. km 150,575) per pericolo caduta piante sulla carreggiata.
CHIUSE per pericolo valanghe:
- la S.P. n. 141 dir Montes in comune di Malè,
- il tratto terminale della S.P. n. 86 di Rabbi da località Fonti di Rabbi a località Plan,
- la S.P. n. 94 di Stavel dalla pr. km 5,730 alla pr. km km 6,454 (innesto sulla S.S. n. 42 del Tonale e della Mendola).

Nelle Valli Giudicarie:
CHIUSE per pericolo valanghe:
- la S.P. n. 27 dir Pracul nel tratto a monte della pr. km 4,000 in comune di Daone;
- la S.P. n. 34 del Lisano e Sesena dal bivio per Val d’Algone a Stenico.

Nella zona del Monte Bondone:
CHIUSA la S.P. n. 25 tra Garniga Vecchia e Viote per slavine.
CHIUSA per pericolo valanghe la S.P. n. 85 nel tratto tra le pr. km 20,600 e km 23,000, compreso tra Località Viotte del M. Bondone e Lagolo.

In Vallarsa:
CHIUSA la S.S. n. 46 del Pasubio diramazione Ossario per pericolo valanghe.
CHIUSA la S.P. n. 219 di Camposilvano fra. loc. Camposilvano e Pian delle Fugazze per pericolo valanghe.

In Valsugana:
Permane la chiusura invernale della S.P. n. 31 del Passo Manghen, nel versante della Valsugana, dal Passo fino a località Baessa (pr. km 15,000) in comune di Telve.

Nel Primiero:
CHIUSA per una frana al km 4,000 la S.P. n. 221 di Val Noana.
Rimangono CHIUSE, per pericolo valanghe:
- la S.S. n. 347 del Passo Cereda in corrispondenza del passo.
- la S.S. n. 50 da S. Martino di Castrozza a Passo Rolle,
- la S.P. n. 79 in prossimità di Passo Brocon dal km 24,000 circa al km 29,000 circa,
E’ invece stata riaperta, alle ore 17.30 di oggi pomeriggio, la S.S. n. 347 del Passo Cereda in corrispondenza del passo.

Nelle valli di Fiemme e Fassa:
CHIUSE, per pericolo valanghe:
- la S.P. n. 31 del Passo Manghen, nel versante della Val di Fiemme, dal Passo fino a località Piazzol,
- la S.S. n. 346 del Passo S. Pellegrino nel tratto compreso tra l’innesto della strada provinciale del Passo Valles ed il Passo sul lato della provincia di Belluno,
- la S.S. n. 641 del Passo Fedaia da Canazei al confine con la provincia di Belluno,
- la S.S. n. 48 delle Dolomiti in prossimità di Passo Pordoi, sul versante della provincia di Belluno,


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136