QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Tragedia sulla Presanella: due escursionisti precipitano per centinaia di metri e muoiono sul colpo

domenica, 12 giugno 2016

Vermiglio – Due alpinisti – marito e moglie 54enni milanesi – sono morte mentre stavano salendo la Cima Presanella. Questa mattina alla 10.15 gli uomini dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso alpino trentino, insieme all’equipaggio dell’elicottero di Trentino Emergenza, sono intervenuti nel Gruppo della Presanella per due alpinisti milanesi, 54enni, marito e moglie, precipitati a circa metá i itinerario mentre scalavano il canalone nord di Cima Vermiglio. Per i due alpinisti purtroppo la caduta non ha lasciato scampo, essendo precipitati per circa 300 metri.Elicottero, soccorso

A dare l’allarme alla Centrale Unica di Emergenza sono stati altri alpinisti che hanno assistito alla tragedia e che si trovavano più in alto lungo lo stesso itinerario di salita. Nel canalone non essendoci campo per il telefonino, prima di potere dare l’allarme chi ha assistito alla tragedia, avvenuta intorno alle 9, ha dovuto raggiungere la cima della montagna.

Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che il primo di cordata sia caduto trascinandosi dietro il secondo. Scattato l’allarme sul posto sono giunti i tecnici dell’Area operativa Trentino occidentale del Soccorso alpino trentino e l’equipaggio dell’elicottero con a bordo il Tecnico di Elisoccorso del Soccorso alpino e il medico rianimatore, ma che non hanno potuto fare altro che constatare la morte dei due sfortunati alpinisti i cui corpi sono stati quindi recuperati con il verricello e trasportati a valle.

Le condizioni generali del tempo e della montagna oggi erano buone per compiere l’itinerario e i due alpinisti coinvolti nella disgrazia erano ben equipaggiati con piccozza e ramponi.

INTERVENTO ANCHE A NAGO
Altro intervento oggi pomeriggio nella palestra di roccia di Nago, dove una ragazza di Mori è caduta mentre arrampicava con un amico. Nell’incidente la giovane climber ha riportato dei politraumi. Soccorsa dagli gli uomini dell’Area operativa Trentino meridionale e dall’equipaggio dall’elicottero di Trentino Emergenza con a bordo il Tecnico di Elisoccorso e il medico rianimatore, è stata trasportata all’ospedale Santa Chiara di Trento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136