QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

“Sulle tracce del cervo”: iniziativa in Val di Sole nel Parco Nazionale dello Stelvio

giovedì, 22 settembre 2016

Val di Sole – Capire i comportamenti dei cervi nel proprio habitat naturale. Questa la grande opportunità offerta in Val di Sole dal Parco Nazionale dello Stelvio, settore trentino (foto di Nicola Angeli). cervoLa Val di Sole, nel Trentino nord occidentale, è circondata da alcune delle più famose catene montuose dell’intero arco Alpino: le Dolomiti di Brenta, il massiccio dell’Adamello – Presanella , i Gruppi dell’Ortles – Cevedale e delle Maddalene. Più di un terzo del suo territorio è costituito da area naturale protetta: la zona  meridionale appartiene infatti al vasto Parco Naturale Adamello-Brenta, mentre quella settentrionale appartiene allo storico Parco Nazionale dello Stelvio, che comprende gran parte dei territori delle suggestive Valli di Peio e Rabbi. Sono moltissime  le specie che vivono nel settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio: i grandi ungulati come cervi, caprioli, camosci e stambecchi, piccoli mammiferi come volpi, ermellini, marmotte, scoiattoli e lepri, nonché

numerosi uccelli: dalla splendida aquila reale al maestoso gipeto e al vivace gheppio, dal gufo reale al picchio (rosso e nero), dalla pernice al gallo cedrone e gallo forcello. L’animale senza dubbio  più imponente è però il cervo, ungulato dalla abitudini crepuscolari che si può osservare nelle radure al limite del bosco. In autunno è spettacolare assistere al suo rituale di corteggiamento: suggestioni di suoni, colori e profumi si sovrappongono ai duelli vocali ingaggiati al fine di conquistare la supremazia sull’harem femminile. In settembre i maschi, che di solito vivono in piccoli branchi, seguono le tracce olfattive lasciate dalle femmine e si avvicinano alle aree storicamente dedicate alla riproduzione chiamate “quartieri degli amori”. La loro intenzione è quella di mantenere il controllo su un gruppo di femmine con le quali riprodursi, difendendole da eventuali contendenti. Nel periodo centrale della stagione degli amori, tra fine settembre e inizio ottobre, i maschi emettono i loro richiami simili a dei rochi muggiti chiamati bramiti. L’attività di bramito permette loro di confrontarsi a vicenda, in relazione anche alle gerarchie definite durante l’anno. Dal tramonto all’alba, e nelle aree meno disturbate anche di giorno, il suggestivo “duello vocale” ingaggiato tra maschi per la supremazia sull’harem riempie il bosco di spettacolari suoni: un evento della natura che riempie di meraviglia e stupore chi ha la fortuna di assistere a questo rituale di corteggiamento. E’ decisamente emozionante vivere questa esperienza nelle valli di Peio e Rabbi, dove il cervo ha raggiunto densità fra le più elevate in Europa. Le escursioni guidate con il Parco Nazionale dello Stelvio per capire i comportamenti di questo imponente erbivoro nel proprio habitat naturale sono in programma in Val di Peio domenica 25 settembre (ritrovo alle ore 6.30 presso il Punto Informativo di Cogolo ed escursione da Malga Pontevecchio a Lago Lame e Malga Mare) ed in Val di Rabbi domenica 2 ottobre (ritrovo alle ore 6.30 presso il locale Centro Visitatori ed escursione di particolare interesse naturalistico) e domenica 9 ottobre (ritrovo alle ore 8 presso il locale Centro Visitatori ed escursione di intera giornata tra la località Fontanon, Malga Monte Sole, Malga Villar e Malga Cercen). In calendario anche due suggestive escursioni notturne: venerdì 23 settembre a Rabbi e venerdì 30 settembre a Peio. Gli itinerari non presentano difficoltà tecniche, ma richiedono un minimo di abitudine alle gite giornaliere in montagna. I trasferimenti sono previsti con mezzi propri, il pranzo al sacco. L’abbigliamento consigliato è invece costituito da zainetto, giacca a vento, maglione, scarpe da trekking. Quota di partecipazione € 10,00 per intera giornata o € 5,00 per escursione serale.  Iscrizioni e prenotazioni presso il Centro Visitatori di Rabbi (telefono 0461.493639) oppure presso il Punto Informativo di Cogolo di Peio (telefono 0461.493638)

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136