QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Stagione sciistica in Trentino verso la completa apertura: la situazione località per località

venerdì, 11 dicembre 2015

Passo Tonale – Cannoni e tecnici costantemente al lavoro, favoriti anche dalle basse temperature, per ampliare ulteriormente il numero di piste agibili in vista delle festività di Natale. Con un occhio rivolto verso il cielo, in attesa di quei fiocchi di neve che aggiungerebbero un tocco di magia al paesaggio. Da domenica 13 dicembre agibile anche il circuito del Sellaronda in entrambe le direzioni.preparazione piste neve sparata campiglio

In Trentino ancora un weekend di sole e temperature sufficientemente basse per proseguire il lavoro di innevamento e preparazione ottimale di ulteriori chilometri di piste nelle principali skiarea Un risultato e uno sforzo apprezzato già da migliaia di sciatori che hanno affollato le stazioni a cavallo di novembre e dicembre e nel corso del lungo ponte dell’Immacolata. In attesa della neve dal cielo la situazione delle piste rimane in evoluzione.

Passo Tonale e sulla parte più alta del ghiacciaio Presena sono agibili 10 piste e 11 impianti. Una decina i tracciati aperti anche nella skiarea di Folgarida-Marilleva dove si lavora per rendere agibile il collegamento sci ai piedi con Madonna di Campiglio per inizio settimana prossima.

Anche a Peio, nel frattempo, hanno aperto i primi impianti, mentre a Madonna di Campiglio sono 30 i km di piste a disposizione degli sciatori, con i quattro poli della skiarea – Grostè, Spinale, Pradalago e 5 Laghi – tutti collegati e un’ottima sciabilità fino in paese. Anche qui cannoni incessantemente al lavoro con l’obiettivo di rendere percorribili ulteriori piste, mentre tutto è pronto per l’evento sportivo della stagione, la 3Tre in programma il 22 dicembre sul Canalone Miramonti.
Impianti in funzione anche a Pinzolo, dove si scia sulla parte alta del Dos Sabiòn; in Paganella sono tredici le piste agibili e otto gli impianti in funzione sul versante di Andalo e Santel-Fai della Paganella, mentre sul Monte Bondone sono aperti gli impianti 3Tre, Montesèl, la seggiovia Palòn solo per pedoni, le piste da Vasòn a Vaneze. A Brentonico riaprono alcune piste da sabato 12 dicembre.

Nel Trentino orientale, a Folgaria, si scia su 55 chilometri di piste distribuiti nelle sei skiarea tutte già collegate; sei i tracciati aperti anche a Passo Brocon-Marande. A San Martino di Castrozza e Passo Rolle gli impianti in zona Ces, Tognola e al Passo riaprono per il weekend da sabato 12.

In Val di Fiemme sono agibili tutte le skiarea con un buon numero di piste e impianti: dall’Alpe Cermis allo Ski Center Latemar di Pampeago-Obereggen, a Passo Oclini e Bellamonte-Alpe Lusia.

In Val di Fassa gli impianti sono in funzione in tutte le principali skiarea: a Canazei sul Belvedere, sul Ciampàc e in zona Col Rodella, a Vigo di Fassa sul Buffaure, nella skiarea Catinaccio e Carezza Passo Costalunga a Vigo di Fassa, a Moena-Alpe Lusia e Passo San Pellegrino.

E da domenica 13 dicembre il circuito del Sellarondasarà agibile in entrambi i sensi di percorrenza.

Lo sci nordico si può praticare sulla pista Campiol del Centro del Fondo di Passo Lavazé (3 o 4 km) e sull’anello di 1,5 km del Centro del Fondo di Lago di Tesero, a Imer (1 km) e a Passo Coe (anello di 800 m e pista di 3 km in preparazione).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136