QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rabbi: due incontri su “Ambiente e natura nel Parco dello Stelvio”. La nuova governance

martedì, 21 giugno 2016

Rabbi – Doppio appuntamento sul Parco Nazionale dello Stelvio a Rabbi e a Cogolo di Peio. Dopo quello della scorsa settimana a Cogolo di Peio (Trento) con l’intervento delle autorità, l’assessore provinciale Mauro Gilmozzi, i sindaci di Peio, Rabbi e Pellizzano, sul futuro del Parco dello Stelvio, oggi e domani si terranno serate su ambiente e natura.

parco nazionale stelvio val di peio sole

OGGI A RABBI 

Martedì 21 giugno a San Bernardo di Rabbi, presso la sala della canonica alle 20.30, si terrà l’incontro su: “Gli ambienti e le specie di Natura 2000 nel Parco Nazionale dello Stelvio”. Condividere la tutela ambientale del Parco.

Interverranno: Lorenzo Cicolini, sindaco del Comune di Rabbi, Claudio Ferrari,dirigente del Servizio Aree protette – Parco Nazionale dello Stelvio, Natalìa Bragalanti: Parco Nazionale dello Stelvio e Franco Rizzolli del MUSE.

DOMANI  A COGOLO DI PEJO

Mercoledì 22 giugno a Cogolo di Peio presso la sala della sede del Parco alle 20.30 si parlerà di “Gli ambienti e le specie di Natura 2000 nel Parco Nazionale dello Stelvio”. Condividere la tutela ambientale del Parco

Interverranno: Angelo Dalpez, sindaco del Comune di Peio, Claudio Ferrari, Dirigente del Servizio Aree protette – Parco Nazionale dello Stelvio, Natalìa Bragalanti: Parco Nazionale dello Stelvio e Franco Rizzolli del MUSE.

LA NUOVA GOVERNANCE 

Le novità del nuovo assetto organizzativo del Parco Nazionale dello Stelvio sono stati discussi a Cogolo di Peio, nella serata dal titolo “Il Parco Nazionale dello Stelvio: la nuova gestione e prospettive future”. Sono state illustrate le novità del nuovo parco, con gli interventi dell’assessore provinciale Mauro Gilmozzi, i sindaci di Peio, Angelo Dalpez;  Rabbi, Lorenzo Cicolini; Pellizzano Dennis Cova; il dirigente generale del Dipartimento provinciale territorio, agricoltura, ambiente e foreste Romano Masè e quello del Servizio aree protette e sviluppo sostenibile, Claudio Ferrari.
E’ stato illustrato il disegno di legge 130 con il nuovo assetto organizzativo: l’obiettivo è superare la logica del Parco Nazionale dello Stelvio nato nel 1935, con una governance tra Provincia di Trento, Provincia di Bolzano e Regione Lombardia. “Il nuovo modello  – sostiene Romano Masè – punta a valorizzare le peculiarità delle comunità locali, salvaguardando l’unitarietà del parco e la sua valenza nazionale”. Il sindaco di Peio, Angelo Dalpez, ha lanciato uno slogan: “La Val di Sole terra di parchi”. La Provincia di Trento promuoverà partecipazione e responsabilizzazione delle comunità locali, mentre i sindaci di Rabbi e Pellizzano, Lorenzo Cicolini e Denis Cova, ha posto quesiti legati alle comunità locali e alla loro valorizzazione nel Parco dello Stelvio.

“Il Parco –  precisa Mauro Gilmozzi, assessore della Provincia di Trento – ha elementi attrattivi. Per questo il Parco non deve essere vissuto come un’imposizione. D’ora in avanti bisognerà sentire il Parco come qualcosa della Val di Sole e per la Val di Sole”. La valenza turistica del Parco dello Stelvio è stata ribadita anche dagli esperti che puntano sul turismo eco-sostenibile e alla valorizzazione delle oltre 21 mila presenze all’area faunistica di Peio.

Gli incontri di oggi e domani a Rabbi e Cogolo di Peio vanno in questa direzione: valorizzare ambiente e natura e scoprire le specie presenti nel Parco dello Stelvio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136